Tag Archives: urbanologia



Roma, rissa sul bus 451 ripresa in un video

La pagina Facebook Welcome To Favelas ha pubblicato ieri un video di una maxirissa occorsa a bordo del bus 451, domenica sera alle ore 21, mentre questo percorreva via Palmiro Togliatti.

Una rissa totale, tra persone di cittadinanza romena e alcuni africani, fatta a suon di calci, pugni e bottigliate.

prosegui la lettura

Roma, rissa sul bus 451 ripresa in un video pubblicato su 06blog.it 31 maggio 2016 10:44.



Roma, adescava ragazzini alla stazione Termini: preso “l’inglese”

Italian police officers stand guard outside Rome's Termini station that was evacuated after railway police said they had received an alert that an armed man had been spotted on a platform on January 25, 2016. The railway police reported the alert and evacuation in a message posted on Twitter without specifying whether they had confirmed that a possible shooter was at large. The Roma Termini station, which includes mainline and urban underground lines, is the biggest in Italy with thousands of passengers, including many tourists, passing through it every day. / AFP / FILIPPO MONTEFORTE        (Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Ieri gli uomini della Polizia del commissariato Viminale, diretti dal dottor Antonio Pignataro, hanno arrestato arrestato un cittadino americano di 52 anni, ingegnere affermato a Roma per lavoro, mentre consumava un rapporto sessuale con un minorenne in un appartamento preso in affitto per appartarsi con i ragazzini adescati nella zona della stazione Termini.

L’uomo nel giro era già noto come “l’inglese” e adescava ragazzini di 15-16 anni in media, qualcuno anche più piccolo. Pochissimi maggiorenni. I ragazzi erano rom, maghrebini, romeni e qualcuno anche italiano: a ognuno di loro “l’inglese” offriva da 50 a 150 euro, a seconda dei casi, poi se li portava nell’appartamento affittato per i rapporti sessuali.

prosegui la lettura

Roma, adescava ragazzini alla stazione Termini: preso “l’inglese” pubblicato su 06blog.it 31 gennaio 2016 10:39.



Morto Remo Remotti, il poeta della vera Roma. Mercoledì la camera ardente al Campidoglio

I cittadini romani potranno rendere omaggio a Remo Remotti mercoledì mattina. La camera ardente sarà aperta dalle 10.00 alle 13.00 del 24 giugno nella sala del Carroccio del Campidoglio. Nel frattempo il Policlinico Gemelli ha diffuso una nota: “Il poeta e attore Remo Remotti è deceduto al Policlinico Gemelli la notte scorsa, intorno all’una. Era giunto al Pronto Soccorso del Gemelli giovedì 18 giugno e ricoverato presso l’UOC di Clinica medica e malattie vascolari a causa di una seria patologia ematologica che ne ha determinato la morte“.

Morto Remo Remotti, il poeta della vera Roma

Si è spento a Roma, la notte del 21 giugno 2015, il grande Remo Remotti, anima polemica e poetica della Città Eterna, in costante conflitto amoroso con la città che gli diede i natali.

prosegui la lettura

Morto Remo Remotti, il poeta della vera Roma. Mercoledì la camera ardente al Campidoglio pubblicato su 06blog.it 22 giugno 2015 17:28.



Sgombero della sede Casapound: scontri tra militanti e polizia

ITALY-ECONOMY-PROTEST

Tensioni tra polizia e Blocco studentesco di CasaPound durante lo sgombero della sede occupata al Flaminio

Nella capitale alle prese con le sue eterne contraddizioni, oggi qualcuno ricorda l’Eccidio delle Fosse Ardeatine a Roma Sud, mentre a Nord i militanti del Blocco studentesco, organizzazione giovanile di estrema destra figlia di CasaPound, intraprendevano l’ennesimo scontro con gli agenti di Polizia in assetto antisommossa.

A quanto pare per il momento la contraddizione si estende anche alle versioni dei fatti riportate da stampa e milintati che sarebbero stati attaccati nel tentativo di impedire alla polizia di sgomberare la loro sede, occupata dal 2006 nei locali Ater di piazza Perin Del Vaga.

Nella versione dei militanti, le tensioni con le forze dell’ordine in assetto antisommossa, sarebbero scattate quando questi hanno provato a schierarsi di fronte all’ingresso per difendere i locali da uno sgombero operato senza nessun preavviso ‘e con modalità molto dubbie, visto anche il clima di illegalità diffusa che caratterizza le altre assegnazioni presenti nel quartiere’.

“Per prendere possesso dello stabile la polizia ha caricato i militanti che erano erano arrivati da tutta Roma per opporsi pacificamente allo sgombero”

Al momento i locali pubblici di proprietà dell’Ater sono sottoposti a sequestro giudiziario, mentre agenti e blindati sono restano in presidio della sede e CasaPound, a giudicare dalla nota che ha diffuso

“resta in attesa di sapere le motivazioni di questa azione priva di preavviso e avvenuta con modalità molto dubbie, visto anche il clima di illegalità diffusa che caratterizza le altre assegnazioni presenti nel quartiere”.

Sgombero della sede Casapound: scontri tra militanti e polizia é stato pubblicato su 06blog.it alle 15:14 di lunedì 23 marzo 2015.










Er Monnezza a Tor Marancia: dal pesciarolo Quinto a Thomas Milian

Tor Marancia, da Quinto a Er Monnezza di Thomas Milian

L’arte a Tor Marancia racconta storie di quartiere, cinema e Er Monnezza, ispirato a Thomas Milian dall’amicizia con il pesciarolo Quinto

Dall’ex Shanghai di Tormarancia allo Street art district, il quartiere alla periferia della Roma più popolare continua a rinnovare la sua pellaccia con la street art, dando voce vernacolare a quell’anima made in borgata che deve al pesciarolo Quinto Gambi, i natali di uno dei personaggi cult cinematografici degli anni ‘70. Er Monnezza!

La storia dell’amicizia tra Quinto e Thomas Milian, nata al Piper e sfociata nell’ispirazione del personaggio ormai mitico di Nico Giraldi, da Er Monnezza ar Commissario, non è nota solo agli indigeni del luogo grazie alle pagine dei quotidiani dell’epoca, ma per tutti torna protagonista di una performance realizzata dalla fotografa Simona Pampallona e lo Studio Macchinette, sabato 14 marzo 2015, al Parco della Torre di Tor Marancia.

“Quinto è una persona disponibilissima e, qui a Tor Marancia, è conosciuto da tutti. Non è difficile incontrarlo al bar di Checchina, mentre gioca a carte o beve un caffè, allora abbiamo pensato di far raccontare il quartiere proprio da lui. Grazie ad un software realizzato con Arduino, toccando le pareti dove posizioneremo i poster, si potranno ascoltare le sue parole. Che in parte raccontano la storia di Tor Marancia ed in parte quella della sua amicizia con Thomas Milian”

Come spiegato dalla fotografa Simona Pampallona, la nuova tappa del “Festival Scena Pubblica“, riporta sui muri del parco una mostra fotografica con un cuore artificiale pronto a snocciolare i racconti di Quinto Gambi al solo tocco, con la performance “Hai visto Quinto” e una installazione permanente delle locandine dei film interpretati da Thomas Milian che ha ispirato.

Foto | Blogo

Er Monnezza a Tor Marancia: dal pesciarolo Quinto a Thomas Milian é stato pubblicato su 06blog.it alle 15:10 di giovedì 12 marzo 2015.










Roma festeggia le donne con Anna Magnani

Anna Magnani festeggiata con tutte le donne di Roma, dal Campidoglio alla Casa del Cinema

“Ce metti una vita intera per piacerti, e poi, arrivi alla fine e te rendi conto che te piaci. Che te piaci perché sei tu, e perché per piacerti c’hai messo na vita intera: la tua. Ce metti una vita intera per accorgerti che a chi dovevi piacè, sei piaciuta… e a chi no, mejo così. Anche se lo ammetto, è più raro trovà un uomo a cui piaci, che te piace, che beccà uno ricco sfondato a Porta Portese!
Ce metti na vita per contà i difetti e ridece sopra, perché so belli, perché so i tuoi. Perché senza tutti quei difetti, e chi saresti? Nessuno.
Quante volte me sò guardata allo specchio e me so vista brutta, terrificante.
Co sto nasone, co sti zigomi e tutto il resto. E quando la gente me diceva pe strada “bella Annì! Anvedi quanto sei bona!” io nun capivo e tra me e me pensavo “bella de che?”. 
Eppure, dopo tanti anni li ho capiti. 
C’ho messo na vita intera per piacermi.
E adesso, quando me sento dì “bella Annì, quanto sei bona!”, ce rido sopra come na matta e lo dico forte, senza vergognarmi, ad alta voce “Anvedi a sto cecato!”
Anna Magnani

Anna_Magnani-signed

È con la donna e l’attrice Anna Magnani, ma soprattutto con la nostra Nannarella immortale, pronta a spegnere 107 candeline con la sua risata fragorosa e l’incontenibile verve prestata a tante sfumature della femminilità romana, che tutta la città eterna ha deciso di festeggiare le donne.

Dalla sera di sabato 7 marzo con l’immagine di Anna proiettata sulla piazza del Campidoglio, al pomeriggio di domenica 8 marzo, sul grande schermo della Casa del Cinema con “L’onorevole Angelina” e la fruttivendola di “Abbasso la ricchezza”, in viaggio con le foto d’epoca di tute le donne interpretate dall’attrice, pronte ad attraverseranno ‘di nuovo’ Roma sul tram storico, dalle ore 10 di domenica, da Porta Maggiore e arrivando a piazza Thorvaldsen, ai piedi di Villa Borghese.

Foto | Wikipedia

Roma festeggia le donne con Anna Magnani é stato pubblicato su 06blog.it alle 20:12 di giovedì 05 marzo 2015.










Hanami al Lago dell’EUR di Roma: rinascita e risvegli di primavera sotto la pioggia di petali

花見 Hanami Lago dell'EUR Roma

Aspettando la stagione dei ciliegi e Hanami al laghetto dell’EUR, tra Sakura da piantare e tradizioni da indossare durante la pioggia di petali

Il piccolo anticipo di primavera, regalato a Roma da questo primo giorno di marzo scaldato dai raggi del sole, inizia a risvegliare desideri di rinascita, con la stessa rigogliosa determinazione con la quale Madre Natura coltiva i suoi ritmi, anche nei regni edificati dalla logica del cemento.

Una natura sopravvissuta a stagioni, storia, tradizioni e interessi di ogni tipo, come quella che si prepara a sbocciare lungo la Passeggiata del Giappone del laghetto dell’EUR, con la fioritura dei sakura (ciliegi giapponesi) che hanno seguito quello donato dal primo ministro nipponico Nobusuke Kishi nel 1959, per sancire quel legame tra Italia e Giappone, importante politicamente e culturalmente.

“Prunus x yedoensis” che nel corso degli anni sono morti di vecchiaia e cure (e potature) inadeguate, insieme a quelli che hanno dovuto far spazio alle manovre del cantiere per la costruzione del nuovo Acquario di Roma, pronti a sbocciare insieme alla proposta di nuove piantumazioni, partita dalla persona che si occupa dell’area verde del Parco Lago dell’EUR, che è possibile sostenere inoltrando le proprie richieste (contemporaneamente a c.logorelli@romaeur.it e info@romaeur.it).

Ciliegi giapponesi legati a tradizioni millenarie di rinascita e rinnovamento come 花見 Hanami (Hana:fiori -mi per miru: vedere), i festeggiamenti della fioritura che si rinnovano anche da noi, tra metà Marzo e i primi giorni di Aprile, sotto la pioggia di petali delle fronde, indossando Kimono e Yukata durante pic-nic a base di Bento.

Nella città eterna, edificata mettendo a frutto il meglio delle tradizioni multiculturali dei popoli conquistati dall’Impero, a chi interessa rinnovare o scoprire questo particolare evento, insieme alla tradizione che riguarda abbigliamento e accessori, può approfittare di un gruppo Facebook dedicato a chi ha almeno un Kimono o/e una Yukata e una lista sui rivenditori di Roma, che allego per i meno praticanti di social network, dopo qualche scatto social dei gatti che si godono l’eleganza soave della pioggi dei petali di primavera.

Kimono Flea Market Ichiroya
www.ichiroya.com
Sito (in inglese) molto fornito e completo, dove si possono comprare Kimono e Yukata (anche per bambini), compresi tutti gli accessori, direttamente dal Giappone.
Per qualsiasi informazione potete scrivergli (in inglese) senza problemi.

Kimono Yukata Market Sakura
www.kimono-yukata-market.com
Sito (in inglese), dove si possono comprare Kimono e Yukata (anche per bambini), compresi alcuni accessori, direttamente dal Giappone.

Giapponeria Sakurashu
Piazza “Re di Roma”
Via Ceneda 13, Roma
Famoso negozio di Roma di articoli giapponesi, gestito da giapponesi.
Quasi sempre mensilmente organizzano il Mercatino Giapponese (www.facebook.com/mercatinogiapponese).

Ikiya
www.ikiya.it
Facebook: www.facebook.com/Ikiya.Treviso
Negozio di articoli giapponesi situato a Treviso, che effettua anche vendita on line sul sito. Vende Kimono, alimentari, maneki neko, libri, oggettistica per la casa e molto altro.

Kimonoflaminia
www.kimonoflaminia.com
Facebook: www.facebook.com/www.kimonoflaminia.it
Negozio online di abbigliamento e oggettistica tradizionale giapponese: Kimono, Haori, Obi, Hakama, Geta, Zori, Kokeshi, Wiki-mono ed altro.
Kimonoflaminia a volte partecipa al Mercatomonti o altri mercati o fiere dove poter acquistare di persona.

eBay
www.ebay.it
(Impostando la ricerca da “In Italia” su “Nel mondo”)
Su eBay si possono trovare i Kimono e gli Yukata (e accessori), ma state attenti a vedere che provengono dal Giappone o comunque che siano “originali”, perché ce ne sono molti che sono imitazioni (soprattutto dalla Cina), ma visibilmente diversi e di qualità inferiore.

Kimono-ya ayumi
www.kimonoayumi.it
Facebook: www.facebook.com/pages/Kimono-ya-ayumi/275295782605671
Negozio on line di Kimono, Haori, Obi, borse, ceramiche, con prezzi bassi.
Kimono-ya ayumi è anche al Mercatino Giapponese, dove si può acquistare di persona provando anche i Kimono.

Il prossimo appuntamento con il Mercatino Giapponese è già programmato per domenica 15 Marzo, al Blackout di Via Casilina 713, dalle ore 10 alle 20, ad ingresso gratuito per esperti, appassionati, curiosi e anche tutti gli altri.

In alternativa si può anche approfittare di abbigliamento e accessori offerti da famiglie giapponesi all’associazione Ponte Kakehashi (www.facebook.com/ponte2011kakehashi) che si occupa di ospitare in estate bambini di Fukushima e userà il ricavato della vendita per sostenere le spese dei biglietti aerei.

Hanami al Lago dell'EUR di Roma: rinascita e risvegli di primavera sotto la pioggia di petali é stato pubblicato su 06blog.it alle 15:53 di domenica 01 marzo 2015.










Atac rafforza sicurezza in metropolitana con Unità cinofile

Da oggi Atac rafforza sorveglianza e sicurezza nelle stazioni della Metropolitana con le Unità cinofile, a partire da Spagna, Colosseo e Termini

Dal punto di vista dell’efficienza, lungo la linea B della metropolitana la circolazione dei treni è rallentata in direzione di Rebibbia, a causa di un problema tecnico, come lungo nel tratto urbano Flaminio-Montebello della ferrovia Roma-Civitacastellana-Viterbo, ma a quanto pare sul versante del trasporto metropolitano della Capitale, da oggi qualcosa cambia dal punto di vista della sicurezza.

Dopo tanti furti, scippi, risse e aggressioni, ci penseranno i nuovi fedelissimi Agenti a 4 Zampe a fiutare e scoraggiare i male intenzionati di turno, con il nuovo servizio di sorveglianza affidato alle unità cinofile degli Istituto di Vigilanza romani M.I.B. Security & Service e Italpol.

Fedelissimi agenti scelti a addestrati come Frank (ma anche il ‘piccolo’ PANCHO non sembra male come deterrente), in squadra con due guardie giurate, entrati in servizio per implementare la sorveglianza e la sicurezza lungo le linee della metropolitana di Roma.

Un servizio di controllo, aggiunto da Atac a quelli lungo le linee A e B/B1, con 10 squadre in servizio dalle ore 10 alle 20, con presidi fissi nelle stazioni della Metropolitana di Spagna, Colosseo e Termini, per implementare in modo visibile i controlli all’ingresso e all’uscita delle stazioni.

Utilizzando da tempo le unità cinofile nelle verifiche serali e notturne all’interno dei propri stabilimenti e lungo i percorsi metroferroviari, Atac punta a rafforzare la visibilità del personale di Security, insieme alla percezione di un più attento e capillare controllo delle infrastrutture del trasporto pubblico cittadino, e il fattore deterrente.

Il servizio delle unità cinofile punta comunque ad estendersi in altre stazioni, restando dinamico e pronto a rispondere a necessità del momento o servizi di controllo dedicati.

Per esempio il mercoledì e la domenica, in particolari orari può essere dislocato personale alla fermata Ottaviano, per garantire maggiori controlli durante le udienze papali a San Pietro, successivamente nviato in altre fermate che ne presentano maggiori necessità a cuasa di eventi o periodi delicati.

Atac rafforza sicurezza in metropolitana con Unità cinofile é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:24 di mercoledì 25 febbraio 2015.










Roma eredita il meglio di Alberto Sordi ri-vivendolo ogni giorno

Alberto Sordi lascia la sua eredità più preziosa ai romani che lo ri-vivono ogni giorno con i suoi personaggi

Alberto Sordi resta nel cuore e nella memoria di Roma 365 giorni all’anno, indipendentemente da quanti eredi riescono a saltare fuori per impugnare il suo ricco testamento (al momento sembrano 37 cucini alla lontana, molto lontana) che conta due conti correnti per qualche milioncino liquido, le azioni del Campus biomedico di Trigoria, al quale donò i terreni dove è costruito e quella villa di via Druso, fra l’Appia Antica e le Terme di Caracalla, con un valore stimato altri 20 milioni e molto di più per chi brama di trasformarla in museo.

Un’eredità che lascia a Roma molto di più, ogni volta che il nostro Albertone torna a ricordarci l’ingiustizia della giustizia e le contraddizioni del comune senso del pudore, lo schifo della guerra e la salvezza dai tempi duri, insieme ai ritratti di moralisti corrotti, giovani poveri, avari, moralisti, ipocriti, malati immaginari o borghesi piccoli piccoli.

alberto_sordi_sotto_il_ponte_dell_angelo

Quel piccolo ‘immenso’ eroe dei nostri tempi, mai scomparso sotto il Ponte dell’Angelo, dalla pellicola di Mario Monicelli all’omaggio di Roma Ieri Oggi che state guardando, quanto il Nando Mericoni che mette appetito in ogni trattoria, Il vigile Celletti che butta l’occhio lungo sul traffico della capitale e il Tassinaro che lo attraversa, il Prof. Tersilli che critica la malasanità sin dai tempi della mutua, il Marchese del Grillo che sempre zompa in ogni vicolo e misfatto della Roma Papalina.

Oggi, a dodici anni dall’ultimo saluto, legionari e pretoriani del Gruppo Storico Romano che lo ha eletto a vero VIII° Re di Roma, tornano a dedicargli un picchetto d’onore con corona d’alloro sulla tomba nel Cimitero Monumentale del Verano, in accordo con la Fondazione Sordi che al momento ne amministra anche l’eredità ’spirituale’.

Restano comunque molti di più i romani che preferiscono ricordarlo ogni giorno, nel quotidiano pronto ad evocare l’uomo dallo stesso volto inconfondibile, prestato ad un caleidoscopio di personaggi che non hanno mai smesso di insegnarci qualcosa, perché in fondo Alberto non ci ha mai lasciati.

Roma eredita il meglio di Alberto Sordi ri-vivendolo ogni giorno é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:18 di martedì 24 febbraio 2015.










Sicurezza Roma: arrestato straniero violento sorpreso a scavalcare tornelli metro B

I controlli per la sicurezza e il decoro di Roma restano alti. Arrestato straniero irregolare sorpreso a scavalcare i tornelli metro B, dopo l’aggressione a guardia e Carabinieri

Dopo l’invasione degli ultrà olandesi e lo scempio lasciato dal loro passaggio che ha ferito ben più dell’orgoglio, dal ministro Alfano sembra deciso a considerare «Roma e la sua sicurezza » una priorità nazionale e del suo piano di legislatura sino al 2018, promettendo al sindaco un decreto legge contro il degrado urbano e 500 militari da aggiungere ai quasi 800 già presenti nella capitale.

Un esercito di 1300 uomini in divisa che il sindaco, per chi è tentato di considerarla una sorta di militarizzazione della capitale, si affretta a precisare quanto saranno necessari per

«liberare da compiti di sorveglianza gli agenti delle forze dell’ordine, che potranno concentrarsi sui controlli in periferia».

È proprio da uno di questi controlli che arriva l’arresto di un cittadino moldavo di 28 anni, nella Capitale senza fissa dimora e irregolare sul territorio nazionale.

Un giovane che a quanto pare non ha esitato a prendere a calci e pugni la guardia giurata che lo ha sorpreso a scavalcare i tornelli di accesso alla banchina della fermata della metropolitana “Roma Termini” della linea “B”.

Solo l’arrivo di una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, richiamata sul posto dall’allarme giunto al 112, è riuscita a bloccare l’uomo che ha comunque continuato ad opporre resistenza anche agli agenti in divisa, arrestandolo con le accuse di violenza, minaccia, resistenza e lesioni ad incaricato di pubblico servizio, oltre alla resistenza a pubblico ufficiale.

La Guardia Giurata, trasportata al Policlinico Casilino, ha riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni, mentre il giovane straniero irregolare resta trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

Sicurezza Roma: arrestato straniero violento sorpreso a scavalcare tornelli metro B é stato pubblicato su 06blog.it alle 18:14 di domenica 22 febbraio 2015.