Tag Archives: In Evidenza



60° anniversario della firma dei Trattati di Roma, le celebrazioni sabato 25 in Campidoglio. Il piano per la sicurezza

logo_60_europaRoma, 24 marzo 2017
Il 25 marzo 1957, in Campidoglio, sei Paesi europei firmarono i Trattati per la costituzione della Comunità economica (Cee) e per l’Energia atomica (Euratom). Erano Italia, Francia, Germania Ovest, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo. Quel giorno, a Roma, nacque l’Europa unita. Sabato 25 marzo nella capitale sono attesi 40 capi di Stato e di Governo: alle ore 10 presso il Palazzo dei Conservatori in Campidoglio si svolgeranno le celebrazioni del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma. Previste nel corso della giornata alcune manifestazioni e sit in. La Questura ha messo a punto un piano sicurezza in materia di viabilità e trasporti individuando in centro due zone off limits per automobilisti e pedoni.

 VENERDI’ 24 MARZO: per quanto riguarda musei e siti archeologici è programmata la chiusura anticipata dei Musei Capitolini e dei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali alle ore 19.00 con chiusura della biglietteria alle ore 18.00

SABATO 25 MARZO saranno interdette solo l’area del Campidoglio (zona blu), dalle ore 00.30 sino a cessate esigenze (ore 14,00 circa) e quella del Quirinale (zona verde) delimitata da via Nazionale, piazza della Repubblica, via Barberini, via Bissolati e via del Corso,  dalle ore 07.00 e sino a cessate esigenze (ore 15,00 circa). Qui non sarà possibile nè il transito pedonale che veicolare.

Trasporto pubblico. Dalle ore 00.30 sino a cessate esigenze (ore 14,00 circa), le fermate e i capolinea dei mezzi di trasporto pubblico presenti nelle due aree (“Blue zone” e “Green zone”) saranno sospese. La fermata “Colosseo” della metro “B” e le fermate “Barberini” e “Spagna” della metro “A”, a partire dall’ultima corsa della serata del 24 marzo e per tutta la giornata del 25 marzo, saranno chiuse. Saranno comunque disponibili le fermate precedenti e successive. Il capolinea della linea tramviaria “8” sarà spostato alla fermata sita in via Arenula/Cairoli.

Transito pedoni. Dalle ore 00.30 sino a cessate esigenze nell’area Campidoglio e dalle ore 07.00 e sino a cessate esigenze, nell’area Quirinale il transito pedonale sarà consentito solo agli aventi titolo previa verifica dei presupposti ed effettuazione di controlli di sicurezza. Potranno tuttavia accedervi, in ogni caso, residenti, addetti ai lavori, lavoratori e chiunque altro abbia un titolo ad entrare previo controllo di polizia.

Parcheggi. Dalle ore 19.00 di venerdì 24 marzo 2017, per una maggiore sicurezza dei cittadini,  è vietata la sosta di tutti i veicoli (inclusi motoveicoli e ciclomotori) ed i cassonetti delle vie percorse dal corteo Eurostop saranno rimossi. Si tratta quindi di Piazzale Ostiense, via Marmorata e strade limitrofe, Piazza dell’Emporio, lungotevere Aventino e piazza Bocca della Verità. Stessi provvedimenti riguarderanno ovviamente l’area del Campidoglio.

Musei, siti archeologici, ville:

Chiusura per l’intera giornata del 25 marzo 2017


MUSEI STATALI
– COLOSSEO
– FORO ROMANO E FORO PALATINO
– DOMUS AUREA
– MONUMENTO A VITTORIO EMANUELE III
– MUSEO CENTRALE DEL RISORGIMENTO
– MUSEO NAZIONALE DI PALAZZO VENEZIA

AREE ARCHEOLOGICHE
- AREA ARCHEOLOGICA DEI FORI IMPERIALI

MUSEI CIVICI
– MUSEI CAPITOLINI (chiusi dalle ore 19.00 di venerdì 24 e per tutto sabato 25 marzo)
– MERCATI DI TRAIANO – MUSEI DEI FORI IMPERIALI (chiusi dalle ore 19.00 di venerdì 24 e per tutto sabato 25 marzo)
– TEATRO DI MARCELLO (chiusura del solo accesso di via del Teatro di Marcello)

ALTRI SPAZI
- PALAZZO DEL QUIRINALE
– SCUDERIE DEL QUIRINALE
– COMPLESSO DEL VITTORIANO (ALA BRASINI)
– DOMUS ROMANE DI PALAZZO VALENTINI
– VILLA ALDOBRANDINI

GRANDI MOSTRE
– GIOVANNI BOLDINI presso il Complesso del Vittoriano (Ala Brasini)
- Venerdì 24 marzo la mostra chiude alle ore 19.00 (ultimo accesso ore 18.00)
– Sabato 25 marzo chiusa tutto il giorno

Per maggiori informazioni sulla viabilità: http://muoversiaroma.it



21 marzo: Giornata Mondiale della Poesia

giornata_poesia630Roma, 20 marzo 2017
Ogni anno si celebra la Giornata Mondiale della Poesia nel primo giorno di primavera.
Istituita dall’UNESCO, la data celebra l’espressione poetica e il suo ruolo privilegiato nella promozione del dialogo tra diverse culture, della comunicazione e della pace.  La celebrazione cade il primo giorno di primavera, in armonia con l’idea di un’arte poetica originaria e presupposto di tutte le altre forme della creatività letteraria ed artistica, luogo fondante della memoria della nostra società.

A Roma, l’EUNIC ha organizzato un evento il 21 marzo alle 19.30 presso l’Accademia d’Ungheria (Palazzo Falconieri – Via Giulia) che prevede un reading (L’Europa in versi) di 11 poeti provenienti da altrettanti paesi (Austria, Bulgaria, Germania, Italia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria). Tra gli altri poeti che presenzieranno al reading ricordiamo: Michael Hammerschmid (Austria), Georgi Gospodinov (Bulgaria), Daniela Danz (Germania), Claudio Damiani (Italia), Janusz Kotański (Polonia), Denisa Comănescu (Romania), Dana Podracká (Slovacchia), Maja Vidmar (Slovenia), Menchu Gutiérrez (Spagna), Michael Fehr (Svizzera). L’Ungheria sarà rappresentata dal poeta János Áfra.

L’Associazione culturale Cenaclul de la Roma – Cenacolo Letterario Romeno di Roma in collaborazione con l’Associazione Ecomuseo Casilino ad duas lauros dedica un incontro alla poetica di Francesco Petrarca. Fra i maggiori poeti italiani, padre della letteratura europea, Francesco Petrarca ha fortemenete influenzato la lingua e la letteratura romena, diventando un vero e proprio simbolo di incontro con la cultura italiana. Conferenze, letture, recitazioni di poesie nelle due lingue e incontro musicale il 26 marzo dalle ore 13 alle 17 presso la Casa della Cultura di Villa De Sanctis, situata in Via Casilina nr. 665 Roma.

Il Professor Luca Serianni, anche Accademico della Crusca, torna al Teatro Eliseo per dare voce a poeti che non appartengono al canone letterario e che raramente si studiano a scuola. L’incontro del 21 marzo alle ore 18.00 è dedicato alla poesia del veronese Vittorio Betteloni e Guido Gozzano.



Il Colosseo illuminato di verde per St. Patrick – San Patrizio 2017

COLOSSEO_VERDERoma, 15 marzo 2017
La festa di San Patrizio è festeggiata anche in Italia ed in molte città italiane ci sono feste a tema, eventi e spettacoli dedicate a questo giorno.
Roma aderisce all’iniziativa culturale del Global Greening che prevede, in onore della festa nazionale irlandese di San Patrizio, l’illuminazione di verde di alcuni dei monumenti più famosi del mondo.

Si tratta di un’iniziativa ideata da Turismo Irlandese, l’ufficio per il Turismo dell’isola d’Irlanda che dalla prima edizione del 2010 è andata crescendo e che nel 2016 ha visto illuminarsi oltre 240 monumenti, edifici e luoghi simbolo (tra cui diversi siti UNESCO) in tutto il mondo.

Così il 17 marzo, giorno in cui ricorre la festa del Santo Patrono d’Irlanda, per il terzo anno consecutivo, il Colosseo verrà illuminato dalle ore 21.00 del colore simbolo d’Irlanda.

Info
www.ireland.com



Idi di Marzo, mercoledì 15 rievocazione storica a Largo di Torre Argentina

Idi di Marzo 2017Roma, 14 marzo 2017
Giunti ormai alla XIV Edizione, in occasione della commemorazione delle Idi di Marzo del 44 a.C. e dell’assassinio di Gaio Giulio Cesare per mano di un gruppo di congiurati con a capo Bruto, suo figlio adottivo, l’Ass. G.S.R. (Associazione di rievocazione storica “Gruppo Storico Romano”) proporrà mercoledì 15 marzo dalle ore 15.00 la rievocazione storica del tragico crimine presso Largo di Torre Argentina.
Momento epocale nella storia della città, l’assassinio segnò il passaggio dall’età repubblicana a quella imperiale, e a tutt’oggi suscita ancora interesse e commozione tra la gente.
La manifestazione, sarà incentrata su tre scene.
Nella prima verrà rappresentata la riunione del Senato nella quale Cesare, alla presenza di Marco Antonio, Catone, Cicerone, senatori e tribuni della plebe, venne dichiarato nemico pubblico di Roma, se non avesse sciolto le sue legioni prima di tornare a Roma.
La seconda scena riproporrà l’arrivo di Cesare presso la Curia il giorno delle Idi e l’incontro con l’aruspice Spurinna, che lo aveva messo in guardia con il famoso monito: “Cesare, guardati dalle Idi di Marzo!”. Entrato nella Curia Giulio Cesare verrà circondato dai cospiratori, che lo colpiranno con ventitré coltellate uccidendolo.
La terza e ultima scena è incentrata sull’orazione di Marco Antonio durante il funerale di Cesare, nel Foro Romano, che ispirò Shakespeare per il suo Giulio Cesare.

La Rievocazione delle Idi di Marzo quest’anno sarà integrata da un corteo funebre di rievocatori dell’associazione, che, terminata la rappresentazione avanti la c.d. area sacra, partirà da Largo Argentina per raggiungere Via dei Fori Imperiali passando attraverso Piazza Venezia.

Per maggiori informazioni
www.gruppostoricoromano.it
Pagina Facebook dell’evento



14 marzo 2017: Giornata Nazionale del Paesaggio, gli appuntamenti in programma

giornata_del_paesaggioRoma, 13 marzo 2017
Domani, 14 marzo, si celebra la prima Giornata nazionale del Paesaggio istituita, nello spirito della Convenzione Europea del Paesaggio, con Decreto ministeriale n. 457 del 7 ottobre 2016, al fine di richiamare il paesaggio quale valore identitario del Paese e trasmettere alle giovani generazioni il messaggio che la tutela del paesaggio e lo studio della sua memoria storica costituiscono valori culturali ineludibili e premessa per un uso consapevole del territorio ed uno sviluppo sostenibile.

La Giornata nazionale del Paesaggio  vuole essere un’importante occasione per continuare ad approfondire la riflessione sulla cultura del paesaggio, diffondere la conoscenza del suo significato e la consapevolezza del suo valore.

Tante inoltre le iniziative a Roma, tra cui si segnala una visita a Veio lungo suggestivi percorsi naturalistici e archeologici alla scoperta dell’antica città etrusca e del famoso santuario dell’Apollo; visite guidate di carattere archeologico e paesaggistico a Villa Adriana e presso gli Scavi di Ostia Antica, visita al sito archeologico dei Porti di Claudio e Traiano.
L’Istituto centrale per la grafica di Roma presenta la mostra In a landscape; con il contributo delle fotografie di Karmen Corak, stampate su carta giapponese washi, fatte a mano dal maestro Masao Seki nell’isola di Shikoku, e le opere su carta e un grande olio su tela di Pierluigi Isola, dialoganti con alcuni disegni antichi selezionati dalle collezioni storiche dell’Istituto. Più di quaranta le opere esposte nelle sale al piano terra di Palazzo Poli, da martedì 14 marzo fino al 17 aprile.
Si tratta in realtà di una celebrazione che vuole essere innanzitutto un incontro tra chi ama il paesaggio e le molteplici interpretazioni che nel tempo ci hanno donato artisti di tutte le nazionalità e culture.

Per maggiori informazioni e per conoscere tutti gli appuntamenti:
www.beniculturali.it



“L’art dans toutes ses formes”, al via la Settimana francese a Roma

Giunta alla sua VIII edizione, la “Settimana francese a Roma” rinnova anno dopo anno il legame non solo simbolico tra le due città, proponendo un ricco programma di eventi culturali ed artistici aperti ai cittadini e tutti rigorosamente ad ingresso gratuito.
Dall’8 al 20 marzo, cinema, teatro, musica, letteratura, mostre di arte e fotografia, visite guidate e degustazioni, un cartellone di eventi di qualità, occasioni di incontro con i protagonisti della cultura contemporanea tra Roma e Parigi, l’Italia e la Francia.

casa_architetturaL’ottava edizione intitolata «L’art dans toutes ses formes» coinvolge splendide location della Città eterna, dall’Acquario Romano al Conservatorio di Musica Santa Cecilia, dallo Stadio di Domiziano in piazza Navona alla meravigliosa Chiesa di San Silvestro al Quirinale, tutte messe gratuitamente a disposizione grazie alla sensibilità di chi le dirige, in una virtuosa sinergia pubblico-privato.

Scarica il programma completo (pdf)

Maggiori informazioni
romaparigi.info



Hanami: ammira la fioritura dei Sakura (Ciliegi giapponesi) all’Eur

hanami_eurRoma, 8 marzo 2017
Nel mese di marzo (intorno alla metà), al Parco Lago dell’EUR di Roma inizia la fioritura dei Sakura (Ciliegi giapponesi), che furono donati dalla città di Tokyo.

Anche a Roma, come si usa fare in Giappone,  si festeggia la loro meravigliosa e breve fioritura (dura infatti per poco tempo, verso i primi di aprile sfioriscono).
Quest’evento prende il nome di Hanami (osservazione dei fiori) e consiste nell’ammirare questi meravigliosi alberi, principalmente consumando in compagnia un sostanzioso pic-nic sotto i Sakura in fiore.



Avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse per la partecipazione degli operatori alle iniziative di promozione turistica

Campidoglio_13 ACRoma, 27 febbraio 2017
Con Deliberazione di Giunta Capitolina n. 15 del 3 febbraio 2017, Roma Capitale ha approvato il calendario delle iniziative e delle manifestazioni di particolare rilevanza per la promozione di Roma Capitale che si svolgeranno in Italia e all’estero nel 2017, individuate secondo il calendario predisposto dall’Enit e condiviso con la Regione Lazio.

L’Avviso Pubblico è finalizzato all’acquisizione di manifestazioni di interesse, da parte degli operatori turistici operanti nel territorio di Roma Capitale, per partecipare alle iniziative del 2017 inserite nel calendario.

In  allegato il testo integrale dell’Avviso Pubblico contenente il calendario delle manifestazioni, i termini e le modalità di partecipazione.



B&B Day

bbdayRoma, 27 febbraio 2017
11° Giornata Nazionale del B&B italiano: Sabato 4 Marzo 2017
Arriva puntuale anche quest’anno con la primavera alle porte il B&B Day, l’evento annuale organizzato da www.bed-and-breakfast.it.
La notte di sabato 4 marzo si potrà infatti soggiornare completamente gratis nella struttura scelta che aderisce all’iniziativa, a patto di acquistare almeno un’altra notte di soggiorno, concedendosi un weekend o una fuga last minute!

Scopri le strutture a Roma che aderiscono all’iniziativa: www.bbday.it



Campidoglio: inaugurata la Sala degli Orazi e Curiazi. Completato il restauro della sala dei Musei Capitolini

Roma, 21 febbraio 2017
Con l’inaugurazione di ieri, la Sala degli Orazi e Curiazi, all’interno dei Musei Capitolini, è tornata al suo massimo splendore per essere nuovamente ammirata nella sua bellezza e apprezzata con l’eleganza di una sua rinnovata veste.

Un intervento di restauro, reso possibile grazie all’atto di mecenatismo di Mr. Alisher Usmanov che ha contribuito destinando a questo progetto la somma di 300.000 euro, ha consentito di ripristinare la bellezza del ciclo pittorico che era stato pesantemente interessato dagli effetti di infiltrazioni d’acqua dovute alla pioggia.
Sono quindi terminati i lavori di restauro che hanno riguardato, in particolare, la fascia superiore delle pareti interne dove si trovano gli affreschi di Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d’Arpino e il soffitto ligneo cassettonato, realizzato nel 1884 in sostituzione di quello cinquecentesco. Il soffitto presentava un generale sbiadimento e diverse disconnessioni: mancavano molti motivi ornamentali ed era presente un diffuso deterioramento per l’attacco di insetti xilofagi.
I lavori, avviati il 9 maggio scorso con la consegna della Sala alla ditta aggiudicataria della gara di appalto, si sono svolti in modalità “open”: anche per questo cantiere, infatti, la Sovrintendenza Capitolina ha previsto un passaggio all’interno della sala per dare ai visitatori l’opportunità di vedere i lavori in corso d’opera.
Inoltre, per fare avvicinare il pubblico alla tecnica di esecuzione dell’affresco, sono state organizzate speciali visite didattiche che, grazie ad una passerella all’uopo predisposta, hanno “elevato” i visitatori all’altezza degli affreschi, regalando loro una esperienza memorabile e unica nel suo genere.

sala_curiazi_restaurata_capitoliniLa Sala degli Orazi e Curiazi
La Sala degli Orazi e Curiazi è collocata nel piano nobile del Palazzo dei Conservatori dove “l’Appartamento” costituisce il complesso delle sale di rappresentanza dell’antica magistratura civica. Destinata in origine alle udienze del Consiglio Pubblico, la Sala è decorata da un ciclo di affreschi affidato nel 1595 a Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d’Arpino (1568-1640), esponente di spicco del manierismo romano. La conclusione dei lavori era prevista per il Giubileo del 1600, ma nel 1613 erano compiute solo le prime tre scene. Dopo una interruzione di oltre vent’anni i lavori terminarono nel 1640.
Il ciclo degli affreschi illustra alcuni noti episodi della storia delle origini di narrati da Tito Livio e resi come una serie di arazzi divisi da festoni di frutta e fiori, trofei d’armi e vasi. L’affresco che dà il nome alla Sala raffigura il combattimento tra gli Orazi e i Curiazi, episodio della guerra di Roma contro la vicina città di Albalonga, che si concluse con un duello tra i tre fratelli Orazi, vittoriosi, che rappresentavano Roma e i tre Curiazi per Albalonga.
Nei lati corti della Sala vi sono due magnifiche statue onorarie di Papi: l’una, in marmo, scolpita da Gian Lorenzo Bernini tra il 1635 e il 1640, raffigura Urbano VIII Barberini (1623-1644); l’altra, realizzata in bronzo tra il 1645 e il 1650 in onore di Innocenzo X Pamphilj (1644-1655), è opera dello scultore bolognese Alessandro Algardi.