Tag Archives: fotografia



Roseto di Roma Capitale: giorni di apertura e orari 2017


data-width="100%"
data-ratio="655/437"
data-allowfullscreen="true"
data-nav="thumbs"
data-thumbmargin="10"
data-thumbborderwidth="3"
data-glimpse="0"
data-keyboard="false"
data-fit="scaledown"
data-click="false"
data-hash="false"
data-loop="true"
> data-img="http://th.06blog.it/gzhVfhtKaErpT2elR_qfbn3ESfw=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/0/061/foto442.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/XmUqMroVuwhrXLtO1wcFX3bBrQw=/64x64/http://media.06blog.it/0/061/foto442.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/9fBUJC0rYs0yv2b3m8ILAwOQH1o=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/0/061/foto442.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/0/061/foto442.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/n-bt9IVa0IokRAsL2eHtkD6Akm8=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/d/d43/foto447.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/3OUE1JLJWMhGtG2aCihAGeQegyU=/64x64/http://media.06blog.it/d/d43/foto447.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/8nu8u9wrZd6NE6KqAtvsC5m5EDM=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/d/d43/foto447.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/d/d43/foto447.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/QcbOBGy3-YaJ_q2qD7ms_ZJJHAI=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/9/98e/foto446.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/mdwBl2IF2ECVsPANABtRnWNANiU=/64x64/http://media.06blog.it/9/98e/foto446.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/K-TizKmA1L42sINEgWNoTCaIrTM=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/9/98e/foto446.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/9/98e/foto446.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/Rxci7Nq1bf4RfWdOf6Up6K_CA1Q=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/6/699/foto445.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/7YAmtxntVAvLiJRnAscp3OIh_wU=/64x64/http://media.06blog.it/6/699/foto445.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/P74papZGGuYzDarF8wnPkSQiPS8=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/6/699/foto445.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/6/699/foto445.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/sKtrdU6ysVgzjvPqRse230mIrNY=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/f/f92/foto444.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/PNcmz5xWOmwPXZZp4nWCPLkczMA=/64x64/http://media.06blog.it/f/f92/foto444.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/9SzjPxa_oJwDWBpHtuhcvxekCEc=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/f/f92/foto444.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/f/f92/foto444.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/mTTiIN8paobo9m6XCx2Fmux1MLE=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/9/944/foto443.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/aF-Q0OvgCKevqOJrvMKbanFh6A4=/64x64/http://media.06blog.it/9/944/foto443.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/LMGP3FFc0H6WG_AAxTbmZpiD53I=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/9/944/foto443.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/9/944/foto443.jpg"
data-desc="">

Si avvicina l’apertura 2017 del Roseto di Roma Capitale, il bel giardino situato alle spalle del Circo Massimo, in Via di Valle Murcia, 6.

Quest’anno l’area collezione del Roseto riaprirà al pubblico venerdì 21 aprile, giorno del Natale di Roma.

Il Roseto sarà protagonista delle passeggiate di romani e turisti per tutta la primavera, rimanendo aperto fino al 18 giugno.

prosegui la lettura

Roseto di Roma Capitale: giorni di apertura e orari 2017 pubblicato su 06blog.it 04 aprile 2017 14:30.

Leggi...


January 9, 2017   Cose da fare a Roma   No comments

Roma: fontane ghiacciate – foto


data-width="100%"
data-ratio="655/437"
data-allowfullscreen="true"
data-nav="thumbs"
data-thumbmargin="10"
data-thumbborderwidth="3"
data-glimpse="0"
data-keyboard="false"
data-fit="scaledown"
data-click="false"
data-hash="false"
data-loop="true"
> data-img="http://th.06blog.it/9gv7FP87d7b0JrMhMbRjC71d4NM=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/a/ae9/foto261.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/bpaBkw7bF5dgXVtee6lqitZMsUg=/64x64/http://media.06blog.it/a/ae9/foto261.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/Wk_qNhm1kq6KMikvpJEI1tAcrKA=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/a/ae9/foto261.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/a/ae9/foto261.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/U9mI1b1xioGhmepfuFsCBKHEpN8=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/8/812/foto260.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/JUBVVgnJiKMc_-a5IBeA_Pauxwc=/64x64/http://media.06blog.it/8/812/foto260.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/LwV9XDZabLRxiXN-fNXV6-gndKM=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/8/812/foto260.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/8/812/foto260.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/uWNCP2oYkmlNoDi3sR5pGI3p0NY=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/4/4f7/foto259.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/XtWn520iEaM38wPH-lVrOhStHXE=/64x64/http://media.06blog.it/4/4f7/foto259.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/sky3tEJ7Wq7sUXivPjqhPjQLVTY=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/4/4f7/foto259.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/4/4f7/foto259.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/W8sVMXnKa6OOlwv_XDbMqHU7EPQ=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/3/3f6/foto258.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/5j00456g4-GExmoE7vFCMSYPZeM=/64x64/http://media.06blog.it/3/3f6/foto258.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/ML7F7WjXnPHQ-sGbdRwoXs23Xm8=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/3/3f6/foto258.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/3/3f6/foto258.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/Tzs22H4YJMt0gX_aL428vLVdcvI=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/8/891/foto257.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/UFAhT6T2fFHfQWC3w6H6WdFpXQY=/64x64/http://media.06blog.it/8/891/foto257.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/mV594LHebfBq4PasSwR8HOs770g=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/8/891/foto257.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/8/891/foto257.jpg"
data-desc="">

Il gelo a Roma ha regalato alcune immagini affascinanti: le fontane di Roma ghiacciate. La gallery in alto mostra gli scatti diffusi dall’Ufficio Fotografico di Roma Capitale. Si tratta di foto realizzate ieri in alcuni dei luoghi simboli della città.

Le suggestive immagini però non mettono in secondo piano i disagi per il freddo. Molte scuole hanno dovuto rimandare oggi gli studenti a casa: non è bastata infatti l’iniziativa del Comune di accendere con anticipo i riscaldamenti. In molti casi – complici anche problemi cronici ai termosifoni – le aule erano stamattina troppo fredde, così sono saltate le lezioni in più istituti.

prosegui la lettura

Roma: fontane ghiacciate – foto pubblicato su 06blog.it 09 gennaio 2017 15:49.

Leggi...


Roma, le foto di Domon Ken in mostra all’Ara Pacis dal 27 maggio

data-width="100%"
data-ratio="655/437"
data-allowfullscreen="true"
data-nav="thumbs"
data-thumbmargin="10"
data-thumbborderwidth="3"
data-glimpse="0"
data-keyboard="false"
data-fit="scaledown"
data-click="false"
data-hash="false"
data-loop="true"
> data-img="http://th.06blog.it/CFA5-19gWBw29Y8Qkiyqpu9B8rA=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/9/976/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-6.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/Oc0Yd5aa7BSR2w9KkjiAcpRk2ow=/64x64/http://media.06blog.it/9/976/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-6.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/npIcWppv7sbykJCx_drTnw29oTE=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/9/976/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-6.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/9/976/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-6.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/BKCY2ztAorD1EInp_kM82L9eplI=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/1/115/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/Vfqg4kH5uH6JbC3mVMnqu4hTCK0=/64x64/http://media.06blog.it/1/115/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/B9CRPAsUpoFWjIeQRShHozW5YdM=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/1/115/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/1/115/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/uZ3NjoIvCv7KXRoX1sLHBt3KfQY=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/b/bf7/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-2.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/LocRJ4WbwSBggU8x5ST9mqemoZk=/64x64/http://media.06blog.it/b/bf7/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-2.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/Dnn2ieF5uMAqFmDdrClPlOARY6w=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/b/bf7/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-2.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/b/bf7/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-2.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/l3GGjLgkvidhfgXWCKRjAjXVPNk=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/1/1d4/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-3.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/dvj2CbTBBiXUrm-LWvlju65hsX8=/64x64/http://media.06blog.it/1/1d4/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-3.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/6-R24HdEZS5x4w4Cq90MDpqqpIU=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/1/1d4/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-3.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/1/1d4/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-3.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/eSjIBaxn4TOrPQhv4Y1ZR4cT8xE=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/0/0f7/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-5.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/HBKQZFCr5mEBCUQwEjvXYLk36XA=/64x64/http://media.06blog.it/0/0f7/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-5.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/1KCwXHktqK525lIbxgcmKhxo_hA=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/0/0f7/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-5.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/0/0f7/mostra-domo-ken-a-roma-ara-pacis-5.jpg"
data-desc="">

Dal 27 maggio al 17 settembre 2016 l’Ara Pacis di Roma ospita una mostra monografica dedicato al celebre fotogiornalista giapponese Domon Ken. I visitatori potranno ammirare circa 150 fotografie scattate tra gli anni ’20 e gli anni ’70 del ‘900, alcune in bianco e nero altre a colori.

Tra le foto esposte troveremo sia quelle di tipo fotogiornalistico, sia quelle di propaganda, m anche immagini che rientrano nell’ambito sociale. Domino Ken, infatti, erano not per il suo “realismo sociale”, che trovò la massima espressione nei reportage Hiroshima del 1958 e Bambini di Chikuho dell’anno successivo, attraverso il quale raccontò come vivevano i bambini dei villaggi di minatori nel sud del Giappone. Della mostra fanno parte anche ritratti di personaggi del mondo della cultura e della scienza giapponesi e una sezione è interamente dedicata al Pellegrinaggio ai Templi Antichi.

prosegui la lettura

Roma, le foto di Domon Ken in mostra all’Ara Pacis dal 27 maggio pubblicato su 06blog.it 23 maggio 2016 10:55.



RomArt 2015: chiama a raccolta artisti e creativi!

RomArt 2015

La prima edizione della Biennale Internazionale di Arte e Cultura RomArt chiama a raccolta artisti vecchi e nuovi per aspirare a premi, riconoscimenti e visibilità.

Da baluardo di arte e cultura millenaria, la capitale si prepara ad ospitare centinaia di espressioni creative internazionali, con la prima edizione di RomArt, la Biennale Internazionale di Arte e Cultura pronta ad occupare circa 17.000 mq del polo espositivo della nuova Fiera di Roma, dal 15 al 18 maggio 2015.

Un evento di risonanza internazionale pronto a raccogliere nella capitale italiana e nel polo fieristico tra i più grandi ed accreditati d’Europa, le migliori espressioni artistiche del momento, tra vecchi e nuovi talenti, spaziando dalla fotografia alla grafica, dalla pittura a scultura e installazione, dal Video e Digital Art a Performance.

1000 artisti provenienti da ogni parte del mondo che avranno modo di partecipare sottoponendo il proprio contributo alla selezione del comitato scientifico, dopo aver compilato l’apposito form per la candidatura che trovate on line, entro e non oltre il 31 dicembre 2014.

Chi supera la selezione, dovrà poi versare un contributo di partecipazione, proporzionato alla quantità e le dimensioni delle opere scelte.
Gli artisti selezionati, facendosi carico dei costi relativi alla spedizione ed assicurazione di andata e ritorno delle opere da esporre, sino alla sede concordata con la segreteria che ne curerà l’allestimento, senza richiedere l’intervento dell’artista (che dovrebbe comunque farsi carico dei costi di viaggio e soggiorno)

La copertura assicurativa RC, durante tutta la permanenza in mostra sarà invece a carico dell’organizzatore, in ogni caso agli eventuali interessati consiglio di leggere bene tutti i termini del Regolamento che trovate online.

La votazione delle opere esposte sarà effettuata da tre distinte Giurie (tecnica, virtuale ed emozionale) per l’assegnazione dei vari premi per ogni categoria, che ammontano a € 2.000,00 per ogni primo classificato offerti dall’Organizzatore e/o dagli sponsor, resi noti entro il 31 gennaio 2015.

RomArt 2015: chiama a raccolta artisti e creativi! é stato pubblicato su 06blog.it alle 17:55 di lunedì 24 novembre 2014.






Sguardi sulla Roma di ieri: fotografata dal 1986 al 2006

Gabriele Basilico, Via Sacra – Foro romano, 1990, Gelatina ai sali d’argento

Due mostre per un viaggio nel tempo con la Roma di ieri, immortalata da grandi fotografi e scatti vintage dal 1986 al 2006.

Mentre la città eterna continua a cambiare sotto gli occhi assuefatti di indigeni locali e folle di passaggio, le immagini che immortalano la Roma di ieri continuano a fornire preziosi sguardi e punti di vista a quella di oggi.

Sguardi su Roma come quelli inquadrati da grandi fotografi dal 1986 al 2006, in mostra al piano terra del Museo di Roma Palazzo Braschi sino all’8 marzo 2015, mentre il secondo piano del Museo, spinge il viaggio a ritroso nel tempo sino a “Roma e la Grande Guerra. 1915 – 1918”, sino al 30 Aprile 2015.

Un viaggio dall’analogico al digitale, con circa ottanta immagini provenienti dalla sezione contemporanea dell’Archivio Fotografico di Palazzo Braschi, puntati sulla città in un periodo di grande trasformazione da grandi fotografi attenti al paesaggio urbano e umano, dal centro alle periferie.

Gianni Berengo Gardin, Piazza Navona con la pioggia, 1986, Gelatina ai sali d’argento

Fotografi come Gabriele Basilico, Roberto Bossaglia, Giovanni Chiaramonte, Mario Cresci, Luigi Ghirri, Guido Guidi e Roberto Koch, assoldati nel 1989 per le celebrazioni dei centocinquanta anni dell’invenzione della fotografia, e la campagna fotografica sui quattordici rioni storici di Roma, in mostra nel 1990 con “Roma. I rioni storici nelle immagini di sette fotografi”.

Una mostra curata da Anita Margiotta che si arricchisce di altre stampe di Gianni Berengo Gardin, a partire da quella che apre questa gallery, nel Foro romano all’ombra di un Colosseo ben lontano dalla pedonalizzazione, sino delle architetture romane più moderne (aliene se preferite) come quelle della Chiesa di Dio Padre Misericordioso di Tor Tre Teste fotografate da Andrea Jemolo.

Mario Cresci, Fontana di Trevi in restauro, 1990, Gelatina ai sali d’argento

Foto di grandi opere pubbliche in cantiere, eterni come la città, mentre quello della Fontana di Trevi offre l’occasione di fare paragoni con quello ‘a vita’ di oggi, quanto quelle delle foto dell’Ara Pacis che la ritraggono prima dell’intervento di Richard Meier e durante gli interventi successivi al suo progetto.

Punti di vista e stili diversi per guardare Piazza Navona con la pioggia e il vecchio mattatoio prima del cambio di destinazione d’uso, da Piazza San Pietro al Vicolo degli Acetari, dalle transenne su Rione Ponte ai set di Cinecittà, dagli sposi nel cortile di palazzo dei Conservatori, a Trastevere che aspetta alla fermata del bus con gli studenti usciti di scuola che tornano a casa.

Roberto Koch, Viale Trastevere, 1990, Gelatina ai sali d’argento

Andrea Jemolo, Chiesa di Dio Padre Misericordioso a Tor Tre Teste, 2006Andrea Jemolo, Nuovo Ingresso dei Musei Vaticani, 2006Gabriele Basilico, Palatino, 1990, Gelatina ai sali d’argentoGabriele Basilico, Palazzo Montecitorio, 1990, Gelatina ai sali d’argentoGianni Berengo Gardin, Cinecittà, 1986, Gelatina ai sali d’argentoGianni Berengo Gardin, Piazza Navona con la pioggia, 1986, Gelatina ai sali d’argentoGianni Berengo Gardin, Sposi nel cortile di palazzo dei Conservatori, 1986, Gelatina ai sali d’argentoGiovanni Chiaramonte, Interno della chiesa del Gesù, 199, Stampa cromogenicaGiovanni Chiaramonte, Rione Parione – la Cancelleria, 1990, Stampa cromogenica,Giovanni Chiaramonte, Vicolo degli Acetari, 1990, Stampa cromogenica, AFM 67Guido Guidi, Rione Ponte – portone, 1990, Stampa cromogenicaGuido Guidi, Rione Ponte – transenne, 1990, Stampa cromogenicaGuido Guidi, Via Giovanni Giolitti, 1990, Stampa cromogenica,Luigi Ghirri, Ara Pacis, 1990, Stampa cromogenicaLuigi Ghirri, Campo dei Fiori, 1990, Stampa cromogenicaLuigi Ghirri, Via Bocca di Leone, 1990, Stampa cromogenicaMario Cresci, Bastione del Quirinale, 1990, Gelatina ai sali d’argentoMario Cresci, Fontana di Trevi in restauro, 1990, Gelatina ai sali d’argentoMario Cresci, Piazza San Pietro, 1990, Gelatina ai sali d’argentoRoberto Bossaglia, Piramide di Caio Cestio, 1990Roberto Bossaglia, Rione Ripa - il vecchio mattatoio, 1990Roberto Bossaglia, Terrazza dell’Aventino, 1990Roberto Koch, Rione Sant’Angelo – vicolo, 1990, Gelatina ai sali d’argentoRoberto Koch, Trastevere – studenti all’uscita di scuola, 1990, Gelatina ai sali d’argentoRoberto Koch, Viale Trastevere, 1990, Gelatina ai sali d’argentoGabriele Basilico, Via Sacra – Foro romano, 1990, Gelatina ai sali d’argento

Salendo al secondo piano del museo, nel centenario dell’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, si torna ancora più indietro nel tempo con “Roma e la Grande Guerra. 1915 – 1918” a cura di Anita Margiotta e Maria Elisa Tittoni, e un tour nella capitale del regno d’Italia sin dal 1870 che accogli i protagonisti di quegli anni restando lontana dagli scontri, da papa Benedetto XV, fermo oppositore del conflitto, al presidente del Consiglio Antonio Salandra e al ministro degli esteri Sidney Sonnino, favorevoli all’entrata in guerra a fianco della Francia e dell’Inghilterra, che avvenne ufficialmente il 24 maggio 1915.

 Fotografo non identificato, Cerimonia per la tumulazione del milite ignoto al Vittoriano, sono presenti il re Vittorio Emanuele III, il presidente del Consiglio Ivanoe Bonomi, e il Duca D’Aosta, 4 novembre 1921Carlo De Marchi, Fulcieri Paulucci De Calboli, medaglia d’oro al valor militare, 18 gennaio 1918Carlo Tenerani, Passaggio del corteo di Edoardo VII in via Nazionale in occasione della sua visita a Roma, 27 aprile 1903Ernesto Richter, Palazzo Venezia allora sede dell’Ambasciata dell’Impero austro ungarico a Roma, 1900 circaFotografo non identificato, Il “Duca invitto” Emanuele Filiberto di Savoia Aosta (Genova 1869 – Torino 1931)Giovan Battista Sciutto, Gabriele D’Annunzio, 1910 circaGiulio Bargellini, San Martino e cortei di militari, bozzetto per i mosaici della Cripta del Milite Ignoto al Vittoriano 1934-35, carboncino su telaHenri Le Lieure, Ritratto congiunto di Vittorio Emanuele e della regina Elena, 1900 post

35 fotografie vintage che ritraggono l’incontro fra Guglielmo II e Leone XIII in Vaticano (attribuite a Giuseppe Primoli), il passaggio del corteo in via Nazionale in occasione della visita a Roma di Edoardo VII d’Inghilterra (attribuite aCarlo Tenerani), la visita dell’Imperatore Guglielmo II al Quirinale (foto di Henri Le Lieure De L’Aubepin), o l’arrivo di Gabriele D’Annunzio a Roma e l’attesa per il suo discorso in Campidoglio, nel maggio 1915, in favore dell’entrata in guerra (Fotografia Molinari).

Un piccolo viaggio sino al termine della guerra, con l’omaggio ai tanti soldati caduti e non identificati sui campi di battaglia testimoniato dalle immagini dell’inaugurazione del monumento a Vittorio Emanuele II in piazza Venezia, dove il 4 novembre del 1921, viene tumulato il feretro del Milite ignoto, proveniente da Aquileia dopo un lungo viaggio in treno. Una foto ritrae, fra gli intervenuti alla cerimonia, il re Vittorio Emanuele III, il presidente del Consiglio dei Ministri Ivanoe Bonomi e il duca D’Aosta, eroe della prima guerra mondiale.

 Fotografo non identificato, Cerimonia per la tumulazione del milite ignoto al Vittoriano, sono presenti il re Vittorio Emanuele III, il presidente del Consiglio Ivanoe Bonomi, e il Duca D’Aosta, 4 novembre 1921

Due mostre per un viaggio nel Roma di ieri al Museo di Roma di Palazzo Braschi, sino alla privamerea del 2015, promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura,

Basilico, Berengo Gardin, Bossaglia Chiaramonte, Cresci, Ghirri, Guidi, Jemolo, Koch.
Sale espositive piano terra, sino a 8 Marzo 2015.

Roma e la Grande Guerra. 1915 – 1918
La Capitale d’Italia nella Grande Guerra, in 35 immagini
Sala della Fotografia al secondo piano, sino a 30 Aprile 2015

Museo di Roma – Palazzo Braschi
Ingresso da Piazza Navona, 2 e da Piazza San Pantaleo, 10
Da martedì a domenica, dalle ore 10.00 alle 20.00;
(la biglietteria chiude alle 19.00).
Giorni di chiusura Lunedì, 25 dicembre e 1 gennaio

Biglietteria Biglietto unico integrato Museo e Mostra
€ 11,00 intero, € 9,00 ridotto
Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente e ogni prima domenica del mese.

Foto | Sguardi su Roma, Courtesy

Sguardi sulla Roma di ieri: fotografata dal 1986 al 2006 é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:00 di domenica 16 novembre 2014.






Bizzarro Festival 2014: Privato non convenzionale a San Lorenzo

Bizzarro Festival 2014 Roma

Il Bizzarro Festival apre le porte di negozi, gallerie e case private di San Lorenzo al «Privato non convenzionale», sabato 27 settembre 2014, dalle 16.00 alle 21.00.

Singolari o eccentrici, originali o piuttosto strambi …se la curiosità vi spinge oltre il bosco e il consueto sin dalla tenera età, adorate sbirciare l’ombra quanto voi stessi, nutrire le passioni e godervi le ossessioni, oggi consiglio di accettare l’invito del Bizzarro Festival 2014.

Il festival diffuso di arti ipercontemporanee, organizzato dall’associazione culturale Mondo Bizzarro e dall’omonima galleria, sta infatti per aprire i portoni di negozi, gallerie e case private dello storico quartiere romano di San Lorenzo, pronti ad offrir incontri inaspettati ed esperienze decisamente non convenzionali con con performance audaci e magazine hot, fotografia erotica e street art, poster art e pop surrealismo, dall’arte del tattoo al ritmo degli aperitivi.

Si parte alle 16.00 (sino alle 20.00) con l’apertura dei diversi negozi di via dei Volsci e dintorni, con un artista per negozio, ovvero: Stefano Bolcato, Antonella Caraceni, Giuseppe Fontana, Hogre, Francesco D’Alonzo, Alessio Paiano, Mr. Klevra, Gianluca Cambriani, omino71, Yoko d’Holbachie, Obey, Yuka Yamaguchi, Andrea Simoncini, Mark Ryden, Takato Yamamoto ospiti di:

— Elvis Lives, via dei Volsci, 48
— Il Gelataccio, via dei Volsci, 50
— Erboristeria “Semi di luna”, via dei Volsci, 52
— L’orbita, via dei Volsci, 81
— Pifebo, via dei Volsci, 101/B
— Bar dei Brutti, via dei Volsci, 71
— Laboratorio Pellerossa, via dei Volsci, 37A
— Erre Roma, via dei Volsci, 61
— Super pizza, via dei Volsci, 67
— Macelleria, via dei Volsci, 47
— Bar Marani, via dei Volsci, 57
— da Zio cornetto, via dei Volsci, 58-60
— Rockcycle store, via dei Latini, 39
— Ekuò, via degli Etruschi, 9
— Trasmission, via dei Salentini, 27

Dalle ore 16.00-21.00 la Mondo Bizzarro Gallery (Via degli Equi 18/A) ospita la mostra-installazione site specific di Francesco Amorosino Google Error – San Lorenzo: segnala un problema, che arriva dalle strade e torna al quartiere con il progetto realizzato con Google Street View, pronto a mostrare una San Lorenzo inedita e colma di bug e imperfezioni, in questa foto da via dei Ramni.

GOOGLE ERROR - Via dei Ramni © Francesco Amorosino

Open House
Via dei Campani, 83 (sc. B – int. 17)
16.00-20.00
— Mostra fotografica e presentazione del libro Life of a Singularity di Yashima Mishto.
— Ore 18.00 Performance L’invenzione della S-Cultura di Cristiano Quagliozzi e della performer Damiana Ardito.
Via dei Salentini, 18 (int. 4) | 17.30-21.00
— Fluffer Magazine e Anita Calà presentano il progetto Red Head, con Jane Alexander. Mostra fotografica, catalogo e aperitivo.

10710644_718953954808580_376900844575590691_n

Snubaddicted studio
Via dei Marsi 19 (cortile interno)
16.00—21.00
Story Painting, opere di Alessandro Calizza con contributi di Elita Montini, Sergio Conti, Valerio Di Benedetto, Dario Morgante, Rendez-vous (Luca Romano e Francesco Ferrarelli). Performance alle ore 17, 18.30, 19.40.
Esposizione collezione privata di A. Calizza. Opere di: Salvador Dalì, Gary Baseman, Glenn Barr, Mijn Schatje, El Gato Chimney, Ania Tomicka, Cristiano Carotti, Marco Rea e altri.

Factory 2.0
Via dei Latini, 40
16.00—21.00
Open studio e Live shooting “Liberàti e liberati” di Danilo Cannone.

Santa Sangre tattoo
Via dei Latini, 34
16.00—20.00
Esposizione di tavole degli artisti-tatuatori: Deborah Necci, Cristiano Nepi (Rife), Sergio Bertini, Andrea Conte (Cuns), Alessandro Maida (Scarful), Alessandro Turcio

Bar H
Parco Caduti 19 luglio 1943
dalle 19.30 in poi
Aperitivo e live music con artisti e staff del festival!

Bizzarro Festival 2014: Privato non convenzionale a San Lorenzo é stato pubblicato su 06blog.it alle 14:12 di sabato 27 settembre 2014.






Henri Cartier-Bresson a Roma: alla scoperta del suo sguardo completo

Siamo andati a spiare in anteprima la grande retrospettiva di Henri Cartier-Bresson che il Museo dell’Ara Pacis di Roma, ospita dal 25 settembre 2014 al 6 gennaio 2015.

Henri Cartier-Bresson (1908-2004) non ha bisogno di presentazioni. Uno dei più grandi fotografi del XX secolo, amatissimo ancora dai giovani. Per i suoi celebri scatti prevertiani. Dal “bacio” ai salti sulle pozzanghere parigine.

La mostra romana, che lo saluta a 10 anni dalla scomparsa, vi stupirà però. Perché finalmente conoscerete l’aspetto più globale di questo grande artista, troppo spesso manipolato dalla pubblicità. La potente retrospettiva a cura di Clément Chéroux assomiglia ad un’antologia cronologica e geografica.

DSC_0093

 

500 opere minuziosamente raccolte, dopo un lungo lavoro di ricerca e di studio nell’archivio del fotografo custodito da Magnum, che dal Centre Pompidou Musée national d’art moderne di Parigi, arriva ora in Italia. Il Paese in cui era stato “concepito”.

DSC_0243

 

Il Museo dell’Ara Pacis di Roma offre come un lungo affresco 350 stampe vintage d’epoca, un centinaio di articoli di quotidiani, ritagli di giornali, riviste, libri manoscritti, film, dipinti e disegni.

Sarete quasi traditi se cercate sampietrini e riflessi. Baci rubati e scorci romantici. Vi troverete catapultati invece nelle immagini di guerra, di resistenza e battaglia politica. Reportage da cronista. Scatti polemici. Rivoluzionari e controrivoluzionari.

DSC_0111

 

Ma poi lo riconoscerete nei magrittiani ritratti baffi e bombetta di Bruxelles, o nelle biciclette di Paris, la pioggia e i salti su Gare St. Lazare, o i picnic sulle rive della Marna.

DSC_0294

 

Otto percorsi intrecciati, che riprendiamo dai nostri colleghi di clickblog: le prime fotografie (l’apprendistato, i rapporti con gli americani a Parigi, le influenze dei maestri e quelle hopperiane o surrealiste dei pittori, l’Africa), i viaggi fotografici (le erranti fughe in Spagna, Italia, Germania, Polonia e Messico), l’impegno politico (New York con Paul Strand e il Nykino group, Parigi con Jean Renoir e l’Associazione degli artisti e scrittori rivoluzionari come Sartre (AEAR).

DSC_0291

 

Poi la stampa comunista con Robert Capa e Louis Aragon, le guerre (il film sulla Guerra civile spagnola, l’attività durante la Seconda guerra mondiale del fotografo dell’esercito, prigioniero, fuggiasco, combattente della Resistenza, per documentare il ritorno dei prigionieri), la fondazione dell’Agenzia Magnum Photos, i reportage in Cina e in India, i funerali di Gandhi e la professione del reporter (il primo fotogiornalista a entrare in URSS dopo la morte di Stalin, poi Cuba), ed infine la fotografia dopo la fotografia (dalla fine dei reportage ad una fotografia più contemplativa ed il disegno).

DSC_0303

 

Vi perderete. Inutile provare a resistere. Ma sarà un vortice che passa dalla Storia al sogno. E se riconoscerete più la Grecia di una Roma pasoliniana non vi turbate. Fa parte della mostra, che se lascia l’amaro in bocca, forse non dipende da Bresson.

Henri Cartier-Bresson a Roma

Henri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a RomaHenri Cartier-Bresson a Roma

Henri Cartier-Bresson a Roma: alla scoperta del suo sguardo completo é stato pubblicato su 06blog.it alle 17:00 di venerdì 26 settembre 2014.






Roma in miniatura: le foto stile modellino di Andrea Dorliguzzo

TheMusicBridge_06

 

Un effetto fotografico particolare, conosciuto da molti fotografi. Come dal nostro amico Dorli.

Roma nelle mani. Come se fosse un piccolo prezioso modellino. E’ questo il primo pensiero che viene guardando questa serie di scatti lavorati da Andrea Dorliguzzo, Dorli nel mondo delle foto, che tutti abbiamo imparato ad amare grazie al suo progetto RomaIeriOggi.

IPlayWithTheRed_06
 

Andrea si è piazzato con cavalletto dallo Zodiaco, a Montemario, poi le ha editate al computer. Un effetto che è diventato molto famoso, utilizzato da grandi fotografi come Olivo Barbieri.

Terraces_06
 

La suggestione è affascinante. Il caos del traffico si congela in una “tenera” idea di vulnerabilità della metropoli. La bellezza di Roma emerge con nei suoi colori e nei suoi profili. Meglio di un drone che vola fra le cupole.

TevereRiver_06

 

Il Tevere diventa un timido ruscello che corre sul presepe verde della minicapitale. Noi ci sentiamo piccoli, ed insieme così grandi da vivere in questo plastico perfetto.

Roma in miniatura by Dorli

Roma in miniatura by Dorli

Roma in miniatura by DorliRoma in miniatura by DorliRoma in miniatura by DorliRoma in miniatura by DorliRoma in miniatura by DorliRoma in miniatura by DorliRoma in miniatura by DorliRoma in miniatura by Dorli

Roma in miniatura: le foto stile modellino di Andrea Dorliguzzo é stato pubblicato su 06blog.it alle 09:37 di mercoledì 24 settembre 2014.






Notte di Fine Estate: 20 settembre 2014 a Fiumicino, dalla spiaggia alle stelle

Notte di Fine Estate Fiumicino 2014

Aspettando la Notte di Fine Estate nel comune di Fiumicino, tra calici di vino e maxischermi innamorati di Fellini, danze e visite guidate, aperitivi vegan con gli amici a quattro zampe e panini con la porchetta.

A poche ore dal nostro bramato sabato da villaggio globale, parecchi si preparano a festeggiare la Notte di Fine Estate nel comune di Fiumicino, scegliendo tra vino e cultura, biodiversità e cinema, stelle e musica, con i bambini e gli amati cani.

Un fitto calendario di appuntamenti distribuiti su tutto il territorio pronto a trasformare Fiumicino in Città dei suoni e dei colori; Fregene in Città del Cinema; Maccarese in Città della Cultura e della Biodiversità; Aranova in Città della Scienza e delle Stelle; Torrimpietra in Città dei Vini; Focene in Città dei Bambini.

La notte che saluta l’estate con il cinema all’aperto che ricorda nache Fellini e il tetto si stelle da contemplare, al ritmo di wing e calici di vino da degustare, tra mercatini e live music, mostre e corse per la biodiversità, passeggiate a cavallo e fuochi d’artificio, uscite in battello e visite guidate, in ville e castelli, Oasi e Necropoli dai Porti di Claudio e Traiano all’oasi di Macchiagrande.

Notte di Fine Estate Fiumicino 2014 - poster

Tutti gli appuntamenti organizzati in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici, le Pro Loco, i commercianti e i cittadini, affiancati da iniziative parallele come La notte bianca della Taranta da ballare in riva al mare del Vittoria on the beach, o la “Notte bianca della Baubeach” che assicura aperitivo SUSHI VEGAN, fotografia, musica e pittura dedicate agli amici a quattro zampe e i loro accompagnatori, e tutte quelle che sembrano essere una valida alternativa alle notti in bianco ;)

Notte bianca della Baubeach 2014

Notte di Fine Estate: 20 settembre 2014 a Fiumicino, dalla spiaggia alle stelle é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:39 di venerdì 19 settembre 2014.






Roma grandi mostre: da Henri Cartier Bresson a Escher, Numeri e Mummie, aspettando Matisse

Roma si prepara alla nuova stagione di grandi mostre, con Henri Cartier Bresson, Escher, Dennis Hopper, Tiepolo e Sironi, Hans Memling e Norman Rockwell, L’Italia dell’Alta Moda e la Roma di Augusto, Numeri e Mummie egizie, aspettando Matisse

L’estate sta finendo e tra ritorni di caldo e previsioni di pioggia si prepara anche una nuova stagione di grandi mostre romane che aspetta la primavera con la vibrante «Matisse. Arabesque», curata da Ester Coen alle Scuderie del Quirinale, dal 1° marzo 2015 al 30 giugno 2015.

Escher a Roma

Una fine d’estate pronta ad annusare l’autunno con «Wrap it up» di Tobias Rehberger al Macro (19 settembre 2014 – 11 gennaio 2015); l’universo tratteggiato da MC Escher al Chiostro del Bramante (20 settembre 2014 – 2 febbraio 2015); la controcultura USA fotografata da «Scratching the Surface: Photographs by Dennis Hopper» alla Gagosian Gallery (23 settembre – 8 novembre 2014); «Le Chiavi di Roma. La città di Augusto» ai Mercati di Traiano (24 settembre 2014 – 12 aprile 2015.

#BressonRoma

L’attesa retrospettiva di Henri Cartier Bresson a cura di Clément Chéroux, dopo il Centre Pompidou di Parigi arriva al Museo dell’Ara Pacis (26 settembre 2014 – 6 gennaio 2015); tutti i ritratti della XIII edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma che partono dal MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma per toccare diversi sedi (27 settembre 2014 – 11 gennaio 2015), mentre il Palazzo delle Esposizioni ospita «Meteoriti. Quando lo spazio comunica» e «Il mio Pianeta dallo Spazio: Fragilità e Bellezza» (30 settembre – 2 novembre 2014), costretto ad annullare (almeno per il momento) l’attesa mostra di Gerhard Richter.

Ad inaugurare il mese di ottobre è la geniale visionarietà di «Tiepolo: i colori del disegno» ai Musei Capitolini (2 ottobre 2014 – 18 gennaio 2015); la pittura di Mario Sironi al Complesso del Vittoriano (4 ottobre 2014 – 8 febbraio 2015); «I Bassifondi del barocco. La Roma del vizio e della miseria» all’Accademia di Francia-Villa Medici (7 ottobre 2014 -18 gennaio 2015).

Numeri. Tutto quel che conta, da zero a infinito

Il pittore fiammingo «Hans Memling» a cura di Till-Holger alle Scuderie del Quirinale (10 ottobre 2014 – 18 gennaio 2015); «Una capitale allo specchio, il rione Trevi tra età moderna e contemporanea» al Museo di Roma in Trastevere (10 ottobre 2014 – 11 gennaio 2015); tutto il fascino dei «Numeri. Tutto quel che conta, da zero a infinito» al Palazzo delle Esposizioni (16 ottobre 2014 – 15 febbraio 2015); quello delle «Mummie. I segreti delle tombe» con reperti prestati dal British Museum a Palazzo Cipolla (23 ottobre 2014 -2 febbraio 2015); mentre con «Open Museum Open City» il Maxxi si svuota di opere per riempirsi di sculture sonore tra performance di musica, danza, teatro, cinema, narrazione e poesia ( 30 ottobre – 30 novembre 2014).

American Chronicles- The Art of Norman Rockwell

A novembre «American Chronicles: The Art of Norman Rockwell» porta per la prima volta in Italia una retrospettiva completa del pittore e illustratore statunitense a Palazzo Sciarra (11 novembre 2014 – 8 febbraio 2015), il Bimillenario Augusteo porta «I fasti e i calendari nell’antichità» al Museo nazionale romano di Palazzo Massimo (14 novembre 2014 – 02 giugno 2015), mentre dicembre inizia dal 2 al MAXXI con «Bellissima. L’Italia dell’Alta Moda 1945–1968».

Roma grandi mostre: da Henri Cartier Bresson a Escher, Numeri e Mummie, aspettando Matisse é stato pubblicato su 06blog.it alle 19:28 di martedì 09 settembre 2014.