Tag Archives: fiumicino



Emendamento della Lega al patto di stabilità – Pedaggio su Gra e autostrada per Fiumicino

L’emendamento della Lerga Nord per il pagamento del pedaggio sul Gra di Roma e l’autostrada per Fiumicino, e la pronta risposta social di Marino e Zingaretti, ma anche di Alemanno.

Con l’approvazione della legge di Stabilità fioccano gli emendamenti e quello della Lega Nord ci riguarda da vicino e ci riprovano, (di nuovo) visto che il Gra di Roma e l’autostrada per Fiumicino, compaiono tra le 20 tratte a rischio pedaggio, che vanno dalla Salerno-Reggio Calabriae e la maggior parte di quelle del centro su, alle nordiche Ferrara-Porto Garibadi, la Torino-Caselle e il raccordo A4-Trieste.

Con il suo primo emendamento, il Carroccio infatti autorizza l’Anas ad “applicare il pedaggio sulle autostrade e sui raccordi autostradali a gestione diretta”.

Sul social di Matteo Salvini, vicesegretario federale del partito si legge

Via social arriva eloquente la replica del sindaco Marino

Dello stesso tenore quella del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che arriva dalla sua pagina social di Facebook
 

Ma anche quella dell’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno non si discosta molto dal tono

«Bisogna smetterla con queste provocazioni leghiste contro Roma. Sono stato il primo da sindaco ad oppormi fermamente alla possibilità di introdurre un pedaggio sul Grande Raccordo anulare e oggi torno a ribadire il mio no categorico a questa assurda proposta che periodicamente gli esponenti della Lega ripropongono, dimostrando di ignorare la realtà di Roma. A Salvini e a tutti i suoi amici leghisti voglio spiegare che il Gra è una strada interna a Roma, dunque qualsiasi tipo di pedaggio non sarebbe altro che un inutile e odioso balzello. Faccio appello a tutti i parlamentari romani e a quelli che, dotati di buon senso, capiscono quanto sia fondamentale il Gra per la mobilità dell’intera Capitale, perché questo emendamento venga respinto». 

Emendamento della Lega al patto di stabilità – Pedaggio su Gra e autostrada per Fiumicino é stato pubblicato su 06blog.it alle 18:15 di giovedì 14 novembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










Aeroporto di Fiumicino: aperti 8 nuovi negozi

È solo il primo passo di una serie di aperture programmate fino a luglio 2014

Okay, certe scelte si fanno pensando più ai turisti che agli autoctoni, ma dico io, noi romani non siamo forse utenti dell’aeroporto Leonardo da Vinci? E quindi non dovremmo avere la possibilità di esprimere le nostre preferenze? Bene, allora alzi la mano chi di voi sentiva la necessità di altri duty free con in vendita cioccolate e profumi vari! Non sarebbe stato meglio, forse, (per turisti compresi) un bel bar-tavola calda con tavolini accoglienti aperto 24 ore in modo da soddisfare i bisogni primari anche di chi decolla o atterra a orari impossibili?

Invece il gruppo francese Lagardèere Service, al quale Aeroporti di Roma da circa un anno ha affidato la gestione degli esercizi commerciali negli scali, ha pensato fosse meglio aprire ben 8 nuovi negozi (ed è solo l’inizio!!!!) duty free Aelia e Casa del Gusto, oltre a un’area shopping Acqua di Parma, in cui non troveremo altro che essenze, prodotti enologici, cioccolata e una selezione raffinatissima di varie specialità italiane. Ovviamente, anche in assenza di tasse, immaginiamo i prezzi, e poi, quando hai voglia di un panino col salame, un vasetto di mostarda di Cremona non è esattamente la stessa cosa!

Il bello è che le nuove aperture (che rientrano in un piano dall’esborso totale di 13 milioni di euro) sono state salutate in pompa magna da molti, come Confcommercio che rivela pure di aver partecipato alla fase di programmazione del nuovo assetto operativo che alla fine porterà a circa cinquemila metri quadri di superficie commerciale (speriamo si ricordino del nostro bar-tavola calda).

Comunque non è un segreto che Fiumicino (ancora?!) sia ben lontano dagli standard non dico dei più efficienti aeroporti del mondo (Hong Kong, un sogno!), ma anche dei piccoli europei (tipo Helsinki), ecco, diciamo che se non siamo proprio come Luxor poco ci manca. E non parlo solo di ristorazione (e voi portatevi il panino da casa), ma anche di servizi ben più essenziali, come i bagagli (se non avete mai vissuto l’esperienza di cercare la vostra valigia dispersa in uno dei loro depositi non sapete cosa sia l’inferno), le code infinite, non si sa mai perché, nei periodi di vacanze al controllo passaporti senza file preferenziali per donne incinta, bambini e carrozzine, oltre alla solita, cara, vecchia scortesia del personale.

E quando finalmente una buona volta siete riusciti a uscire all’aria aperta, se nessuno è venuto a prendervi e di smazzarvi sul costosissimo Leonardo Express proprio non vi va, vi sfido a trovare un taxi, che poi rispetti le tariffe fissate per il centro della città. Occhio, poi a prenderne uno del Comune di Roma, altrimenti so’ dolori de portafoglio. Se, al contrario, siete voi che andate a prendere qualcuno (a me capita spessissimo con un marito che lavora buona parte del tempo dall’altra parte del mondo), il gioco che vi troverete ogni volta a dover giocare è la caccia al parcheggio; le opzioni sono: pagare uno sproposito; prendere una multa (e pagare uno sproposito); aspettare il vostro caro in auto, alla faccia della bella accoglienza.

Foto | Nicola since 1972

Aeroporto di Fiumicino: aperti 8 nuovi negozi é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:00 di domenica 15 settembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










Esalazioni sospette e monitorate a Fiumicino con vulcanetto di fango

Le esalazioni che emergono da giorni dal sottosuolo Fiumicino, in soffioni di gas e fango, sembrerebbero attribuibili ad un piccolo vulcano.

aggiornamento 27 agosto 2013

Dopo il sopralluogo di rappresentanti dell’Università di Roma Tre e dell’Italgas, con il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, il responsabile scientifico dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) sezione Roma 1, Maria Luisa Carapezza, ha definito il ‘geyser’ di gas che fuoriesce da sabato scorso nella rotatoria di Coccia di Morto a Fiumicino

“un vulcanetto di fango, dal quale fuoriesce gas di origine profonda, composto fino al 90% da anidride carbonica, una piccola percentuale di metano e di idrogeno solforato”

Un fenomeno singolare, con un precedente nel 2010, ma del tutto naturale per il nostro territorio di origine vulcanica, causato a quanto pare da una perforazione d una profondità abbastanza significativa, effettuata da Italgas per la semplice messa a norma degli impianti vicini, dalla quale è partito il soffione.

“Ciò che sta accadendo è un fenomeno del tutto naturale, ovunque si perfori c’è un’alta probabilità che possa accadere; in tutto il Lazio ci sono vulcani e possono verificarsi delle emissioni di gas endogeni profondi, a volte con una componente di anidride carbonica, a volte di metano. Da sabato comunque il fenomeno non è cambiato e non si è allargato: quella che si vede è solo la parte superficiale con il potere erosivo del gas che produce la fuoriuscita del fango. Non possiamo dire quanto questo possa durare, è possibile anche per molto tempo. Il rischio non è elevato, c’è una sorveglianza attenta e costante, è comunque meglio, in queste situazioni, non avvicinarsi e respirare l’anidride carbonica da vicino che sottrae l’ossigeno nella zona a ridosso. Stiamo studiando e vogliamo capire bene il fenomeno – ha concluso l’esperta dell’Ingv – che è comunque assolutamente naturale”.

In attesa, l’area transennata e messa in sicurezza, resta in ogni caso monitorata 24 ore su 24, come l’aria.

24 agosto 2013

Quando le esalazioni di anidride carbonica e altri gas sono emerse dal sottosuolo di viale Coccia di Morto a Fiumicino, con soffioni alti dai tre ai cinque metri, neanche gli ironici devono essere restati tanti tranquilli, per la presenza nell’aria di sostanze che potrebbero rivelarsi dannose se respirate a distanza ravvicinata per molto tempo.

La conduttura rotta, alla quale sia era pensato da principio, e la natura delle sostanze che ne stanno emergendo, in ogni caso non sono state ancora individuate dalle squadre di pompieri e dell’Arpa Lazio al lavoro nell’area, insieme alla piccola folla di soliti curiosi e preoccupati.

Esalazioni sospette e monitorate a Fiumicino con vulcanetto di fango é stato pubblicato su 06blog.it alle 20:28 di martedì 27 agosto 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










Roma Fiumicino e la scorciatoia ormai troppo battuta

Ormai la conoscono tutti, è la scorciatoia che permette di evitare l’imbuto dell’imbocco sul viadotto della Magliana sulla Roma Fiumicino. Ecco come si prende via Google Maps.

Una volta la conoscevano in pochi. Era sempre una scoperta. Di norma grazie ad un tassista scaltro che ti accompagna a Fiumicino nell’ora di punta. Se vieni da viale Marconi per “saltare” l’ingorgo che si forma sempre sulla rampa davanti allo Sheraton (uno dei peggiori di Roma), ecco la soluzione.


Prima di arrivare alla Colombo si svolta sull’Ostiense (via del Mare) per poi infilarsi in una piccola stradina sulla destra che serpeggia tra rottami e discariche proprio sotto la “veloce” sopraelevata della Magliana.


Google Maps, che ora è stato aggiornato con la funzione traffico, la chiama sempre via della Magliana, perché in effetti era la vecchia strada, ma certo non la segnala come percorso possibile o alternativo.


Ascoltando i racconti dei tassisti è divertente scoprire come molti passeggeri (non romani) siano quasi “spaventati” quando si sceglie tale scappatoia. Molti di loro temono di essere portati chissà dove, soprattutto se di sera, considerando anche ciò che si vede dai finestrini.


In ogni caso ormai il “trucchetto” è lo conoscono in troppi e si rischia di ritrovarsi in coda anche sulla rampa che rimette sulla Roma Fiumicino, oltre ad essere così un po’ troppo pericoloso. Come potete vedere voi stessi dalle immagini raccolte su Google Street.

Roma Fiumicino e la scorciatoia ormai troppo battuta é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:06 di martedì 20 agosto 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










La Spaghettongola di Fiumicino – 4 giorni di festa del pesce e vongole lupino

Pronti 6 quintali di volngole «lupine», 4 di cozze, 300 chili di pasta, 4 di frittura, per la Spaghettongola di Fiumicino e 4 giorni di musica, pesce e solidarietà tra terra e mare.

La città brucia, il fine settimana si avvicina, ma il mare lambisce già l’immaginario con il profumo di pesce che arriva da Fiumicino, per festeggiare la regina della costa romana con una nuova edizione di Spaghettongola.

I cuochi dell’associazione Il Faro all’Orizzonte sono pronti ad accendere i fornelli delle 4 giornate di festa, che dalle 19.30 di oggi alle 00.00 di domenica 11 agosto, profumeranno l’aria del parco Tommaso Forti (ex Parco Bezzi in via Lorenzo Bezzi) di Fiumicino di pasta alle vongole, soutè di cozze, odorose fritture, e verdure grigliate.

Una festa dell’abbuffata di gusto, pronta a replicare il record delle oltre 7mila presenze della scorsa edizione, al ritmo delle sante forchettate e dei balli liberatori, che arrivano dalla tradizione del liscio con Roberto Nana, da Cuba con David Hernandez, insieme alla Disco music di Sabrina Caruana.

Un evento generoso e solidale, che dopo aver donato due defibrillatori alla sezione locale della Croce Rossa Italiana, in questa edizione devolverà l’incasso alla realizzazione di un ambulatorio veterinario Asl per prendersi cura degli amici animali e le innumerevoli colonie feline del territorio.

Insomma soldi ben spesi per una mangiata gustosa, senza contare che anche le stelle cadenti sono più belle, mentre mangi gli spaghetti con le vongole e l’aria profuma di frittura di pesce.

Foto | Facebook

La Spaghettongola di Fiumicino – 4 giorni di festa del pesce e vongole lupino é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:19 di giovedì 08 agosto 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






A Fiumicino è in arrivo la Spaghettongola

Dall ’8 all ’11 Agosto 2013

spaghettivongole

Un evento che lo scorso anno ospitò ben  7mila persone in quattro giorni. Furono consumati 6 quintali di vongole, 300 chili di spaghetti, 4 quintali di cozze e altrettanti di frittura Uno splendido inno al buon gusto e ai buoni e sani sapori del mare. Torna la Spaghettongola, la grande ed unica festa della vongola lupino. Vi aspettano quattro giorni di cibo, musica, ballo e divertimento. L’obiettivo è : valorizzare i prodotti locali di Fiumicino e il suo pescato, la vongola lupino in primis.

Parco Tommaso Forti(ex Parco Bezzi, via Lorenzo Bezzi).

Termini di Ricerca:



Ferragosto al Rossomare

Viale Di Focene 470, Fiumicino (RM)

Con la calura estiva la parola d’ordine è “Ferragosto rigorosamente al mare”, in spiaggia ad aspettare i fuochi della mezzanotte e a festeggiare con gli amici la notte più calda dell’estate.

Ma non solo, Ferragosto è anche  buona musica e buona cucina,un’insieme di elementi che fanno di questa Festa un giorno perfetto!

Ed è questo che propone il Rosso Mare con un 15 agosto di musica, pizza e tanta cucina di mare…il tutto servito sulla spiaggia di Focene. La serata inizia a cena con piatti di pesce e pizza. Dalle 21.30, musica dal vivo con gli Scalo Project Band.

Tel. 0665083193.

Termini di Ricerca: