Tag Archives: ecologia-sostenibile



Auto Euro 2 (benzina): a Roma scatta lo stop da oggi fino a marzo 2017 nell’Anello Ferroviario

data-width="100%"
data-ratio="655/437"
data-allowfullscreen="true"
data-nav="thumbs"
data-thumbmargin="10"
data-thumbborderwidth="3"
data-glimpse="0"
data-keyboard="false"
data-fit="scaledown"
data-click="false"
data-hash="false"
data-loop="true"
> data-img="http://th.06blog.it/T0Gt-A8cprZQGjY1EnPIhnpGTjY=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/8/8ab/foto0648.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/LWe6ZnF_dCQtzW9wgjKRrEW9H5w=/64x64/http://media.06blog.it/8/8ab/foto0648.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/hoquxV2cmzF8NTQLqwRCH9KaR7U=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/8/8ab/foto0648.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/8/8ab/foto0648.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/XMP0ySO-NlYeJV_AtSd6CMboEYI=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/6/6d4/foto0649.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/W2xEpvTRHxVK8-YcbDRyNXlSBlQ=/64x64/http://media.06blog.it/6/6d4/foto0649.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/FGvmUyZfvdgvqvIE_K9Vk_fc9dU=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/6/6d4/foto0649.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/6/6d4/foto0649.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/cme9-ycUvNYyhnCqZoAGVC-_N9Q=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/e/e03/foto0650.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/6v2LQaiYIrk-ylwqeam5Wr0Vy38=/64x64/http://media.06blog.it/e/e03/foto0650.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/KBEMoaLxdmoimdZj1grtnWoJo4Q=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/e/e03/foto0650.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/e/e03/foto0650.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/sQFDe_RSYmwqnl6upSlO6jiOpRI=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/c/cce/foto0651.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/o19hn2YAO2nIigDKfOykfGiPho8=/64x64/http://media.06blog.it/c/cce/foto0651.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/SzUUMeCncvVGKiStL1NP6LAelA4=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/c/cce/foto0651.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/c/cce/foto0651.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/2fTCQQ-avicGaPLM1R1jurAKvy4=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/a/a67/foto0652.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/P0WMFZ1ErhQYhTw9-7-HHmj5XoI=/64x64/http://media.06blog.it/a/a67/foto0652.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/Hb0XRIHZkaVJpzIuPc2YnS2dapc=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/a/a67/foto0652.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/a/a67/foto0652.jpg"
data-desc="">

A Roma scatta oggi, lunedì 21 novembre 2016, lo stop alle auto Euro 2 benzina: dalla data odierna fino al 31 marzo 2017 il Comune prescrive il divieto di accesso e circolazione entro il perimetro del’Anello Ferroviario – per i non residenti nell’Anello stesso – 24 ore su 24 da lunedì a venerdì.

La disposizione non si applica dunque per chi risiede all’interno dell’Anello Ferroviario. Inoltre lo stop non è in vigore nei giorni festivi (anche infrasettimanali).

prosegui la lettura

Auto Euro 2 (benzina): a Roma scatta lo stop da oggi fino a marzo 2017 nell’Anello Ferroviario pubblicato su 06blog.it 21 novembre 2016 00:01.

Leggi...


July 11, 2016   Cose da fare a Roma   No comments

Legambiente, litorale romano da bollino nero

ostia-780x304-620x241.jpg

Sono stati presentati i monitoraggi effettuati da Legambiente lungo le coste della provincia di Roma e le notizie sono, anche quest’anno, per nulla buone: tutti e 10 i punti monitorati dall’associazione ambientalista sono risultati fortemente inquinati e con cariche batteriche elevate.

L’indagine di Goletta Verde, storica campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio ed all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane, è stata a Ostia diversi giorni fa da Serena Carpentieri, responsabile di Goletta Verde e Roberto Scacchi, presidente Legambiente Lazio,con il capitano di Fregata Fabio Rivolta, Capitaneria Roma Fiumicino; di Cristiana Avenali, consigliere regionale Lazio, Maurizio Gubbiotti, commissario straordinario di RomaNatura, Elisabetta Studer, presidente del circolo Legambiente Litorale Romano.

prosegui la lettura

Legambiente, litorale romano da bollino nero pubblicato su 06blog.it 11 luglio 2016 16:23.

Leggi...


April 6, 2016   Cose da fare a Roma   No comments

Blocco auto e Maratona a Roma, domenica 10 aprile 2016

prosegui la lettura

Blocco auto e Maratona a Roma, domenica 10 aprile 2016 pubblicato su 06blog.it 06 aprile 2016 14:25.

Leggi...


September 9, 2015   Cose da fare a Roma   No comments

Rifiuti, Roma: Marino apre ai privati in due municipi

ignazio-marino.jpg

Il Giubileo straordinario è alle porte e il sindaco di Roma, Ignazio Marino, sa che è necessario intervenire in tempi brevi sulla questione della spazzatura e della pulizia cittadina. Per questo motivo, ha ribadito ieri in commissione Ecomafie che è necessario aprire ai privati. Non su tutto il territorio della Capitale, ma almeno su due Municipi.

Ho insistito molto che, in qualunque caso, ci siano almeno due municipi in cui ci sia un affidamento per lo spazzamento ai privati attraverso una gara“, ha detto il primo cittadino, che in questo modo vuole ridurre le palesi debolezze dell’Ama. Per Marino, la scelta deve essere interpretata come innovativa, ispirata da un principio di “sana concorrenza“. E proprio in vista dell’incipiente scadenza del contratto dell’Azienda Municipale Ambiente, ha aggiunto: “Sono giunto a questa conclusione perché ho visto che la competizione ha aiutato molte città europee, ad esempio Parigi e Londra“.

prosegui la lettura

Rifiuti, Roma: Marino apre ai privati in due municipi pubblicato su 06blog.it 09 settembre 2015 18:33.

Leggi...


May 19, 2015   Cose da fare a Roma   No comments

Metro C: una petizione per salvare gli alberi di Via Ipponio

Via Ipponio

Mentre a Piazzale Metronio sono in corso i lavori di riqualificazione con rimozione delle transenne jersey e costruzione di una rotatoria, la vicina Via Ipponio rischia di veder deturpati giardini e alberature per il procedere del cantiere per la Metro C: qui infatti è in costruzione la fermata Amba Aradam-Ipponio, importante punto di collegamento tra San Giovanni e Fori Imperiali nel tracciato della linea gialla della metropolitana di Roma.

I residenti della zona, e in particolar modo il comitato Ipponio Verde hanno lanciato una petizione al sindaco Ignazio Marino per salvare quel che resta del verde della via, già pesantemente deturpato dai lavori per il tracciato della nuova metropolitana. La petizione nasce dalla scoperta che l’area verde data in adozione nel 2010 dallo stesso Comune all’Associazione verrà distrutta.

prosegui la lettura

Metro C: una petizione per salvare gli alberi di Via Ipponio pubblicato su 06blog.it 19 maggio 2015 11:03.

Leggi...


May 14, 2015   Cose da fare a Roma   No comments

Elettrosmog, approvato il nuovo piano regolatore

Questa mattina, giovedì 12 maggio, l’Assemblea Capitolina ha approvato, con 29 voti favorevoli, tre contrari e nessun astenuto, il nuovo piano regolatore delle antenne nel territorio della città di Roma, contro l’elettrosmog: il punto saliente, attorno al quale ruota il provvedimento, ruota attorno dl divieto di installazione di impianti di telefonia mobile su siti sensibili come scuole, asili nido, parchi gioco, ospedali, case di cura e di riposo, oratori e orfanotrofi.

Il regolamento per la localizzazione, l’installazione e la modifica degli impianti di telefonia mobile approvato questa mattina è stato presentato da Gemma Azuni (Sel), come prima firmataria, e Athos De Luca (Pd), presidente della commissione Ambiente di Roma Capitale. Da oggi anche la città di Roma avrà un registro delle antenne e un osservatorio sull’inquinamento elettromagnetico: il primo obiettivo della delibera è infatti rendere un servizio di trasparenza sia sul percorso delle autorizzazioni agli impianti sia sull’esposizione dei cittadini ai campi elettromagnetici, sulla cui dannosità si dibatte molto.

prosegui la lettura

Elettrosmog, approvato il nuovo piano regolatore pubblicato su 06blog.it 14 maggio 2015 18:36.

Leggi...


March 31, 2015   Cose da fare a Roma   No comments

Giardino di Ninfa: aperture dal 4 aprile al 1 novembre 2015

Il Giardino di Ninfa per una gita fuori porta dal 4 aprile al 1 novembre 2015

I risvegli della natura in primavera sono sempre sorprendenti ma se ambite ad incontri divini degni di paradisi in terra, con una passeggiata fuori porta, alle pendici dei monti Lepini, in provincia di Latina, potete approfittare di tutto quello che custodisce il monumentale Giardino di Ninfa.

Con un nome che si ispira alle divinità della mitologia greca e una flora che abbraccia le rovine della scomparsa cittadina medioevale di Ninfa, dai primi anni venti gli otto ettari di giardino all’inglese ospitano oltre un migliaio di piante e arbusti lungo sentieri, argini del fiume e corsi d’acqua.

Giardino di Ninfa

Una sinfonia di colori e profumi che arrivano da magnolie, iris palustri, camelie, agrifogli e clematidi, cornioli e viburni, ma anche noce americano e aceri giapponesi, faggi rossi e pini a foglie argento, ciliegi e meli ornamentali in fiore.

Solo le varietà di rose contano la Rosa banksiae banksiae, RosaTausendshön, Rosa ‘Mme. Alfred Carriere’, Rosa filipes ‘Kiftsgate’, Rosa ‘Gloire de Dijon’, Rosa ‘Climbing Cramoisi Supérieur’, la Rosa roxburghii, Rosa ‘Général Shablikine’, Rosa ‘Mutabilis’, Rosa hugoni, Rosa ‘Ballerina’, Rosa ‘Iceberg’, Rosa ‘Max Graf’, Rosa ‘Complicata’, Rosa ‘Penelope, Rosa ‘Buff Beauty’.

Giardino di Ninfa

Grazie al clima particolarmente mite di Ninfa anche diverse piante tropicali come l’avocado, la gunnera manicata del Sud America e i banani, insieme a bellissimi arbusti, habitat ideale per moltissime specie di animali e 152 specie ornitologiche, tra cui rapaci come il Falco Pellegrino e il Barbagianni e di trampolieri come l’Airone cenerino.

Giardino di Ninfa

Il giardino di Ninfa è stato dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2000 per tutelare il giardino storico di fama internazionale, l’habitat de fiume Ninfa, il suo specchio lacustre e le aree circostanti che comprendono anche il Parco Naturale Pantanello, inaugurato il 15 dicembre 2009.

Al fine di preservare il suo delicato equilibrio ambientale, il Giardino gestito dalla Fondazione Roffredo Caetani, fa parte del sistema delle Oasi Affiliate del WWF e si può visitare solo dal 4 Aprile al 1 Novembre, tutte le domeniche di aprile e maggio, anche per carrozzine e sedia a rotelle, prestando ovviamente attenzione a radici sporgenti, sassi, rami bassi o altro intralcio.

L’accesso con visita guidata (garantite anche in caso di pioggia) dura un’ora circa e al suo termine non è possibile trattenersi nel Giardino, ma è possibile visitare l’hortus conclusus, un giardinetto all’italiana risalente al XVII secolo, dall’impianto regolare, caratterizzato da un agrumeto e vasche con cigni.

La visita è consentita anche ai cani ma qualche limitazione, quindi consiglio di consultare il regolamento che trovate online qui.

Giardino di NinfaGiardino di NinfaGiardino di NinfaGiardino di NinfaGiardino di NinfaGiardino di Ninfa

Giardino di ninfa: calendario aperture 2015

4, 5, 12, 19, 26 Aprile 2015
ore 9:00-12:00 e 14:30-18:00

2, 3, 10, 17, 24, 31 maggio 2015
ore 9:00-12:00 e 14:30-18:00

6, 7, 21 Giugno 2015
ore 9:00-12:00 e 14:30-18:00

4, 5 Luglio 2015
ore 9:00-12:00 e 15:30-18:30

1, 2 Agosto 2015
ore 9:00-12:00 e 15:30-18:30

5, 6 Settembre 2015
ore 9:00-12:00 e 14:30-18:00

3, 4 ottobre 2015
ore 9:00-12:00 e 14:30-16:00

1 novembre 2015
ore 9:00-12:00 e 14:30-16:00

L’ingresso richiede un contributo, si acquista solo sul posto e comprende anche la visita guidata della durata di un’ora che parte ogni dieci minuti, ma è garantito anche oltre l’orario della biglietteria.

Ingresso:
12 euro intero
gratuito minori di 11 anni accompagnati da un genitore, diversamente abile con accompagnatore a 5 euro
5 euro invalido civile (con certificato e documento d’identità)
2 euro (facoltativo) Hortus Conclusus

Giardino di Ninfa
Doganella di Ninfa
Via Provinciale Ninfina 68
04012 Cisterna di Latina (LT)

Foto | Wikimedia

Giardino di Ninfa: aperture dal 4 aprile al 1 novembre 2015 é stato pubblicato su 06blog.it alle 19:59 di martedì 31 marzo 2015.








Leggi...


March 22, 2015   Cose da fare a Roma   No comments

I Delfini Capitolini che abitano il litorale

Ad aprile 2015 parte il progetto Delfini Capitolini, per studiare, monitorare e tutelare quelli che vivono liberi lungo il nostro litorale

Da anni chi prende il largo lungo il litorale romano può imbattersi in intere famigliole di delfini che vivono libere in mare aperto, arrivando a nuotare vicinissimi alla riva degli stabilimenti di Ostia.

Frequentatori abituali del mare di Roma come Tito, Priscilla, Augusto e Cicerone, fotografati e ribattezzati con i nomi dei nostri imperatori, da pescatori, diportisti e biologi, dai primi avvistamenti che risalgono a circa un anno fa tra Ostia e Fiumicino.

Gli stessi che dal prossimo aprile saranno protagonisti del progetto “Delfini Capitolini”, finanziato in parte da Unicredit Carta Etica e promosso da Oceanomare Delphis onlus, associazione partner dell’Università La Sapienza di Roma che si occupa dello studio dei cetacei e della salvaguardia dell’ambiente marino da oltre vent’anni.

FRANCE-ANIMAL-DOLPHIN

Un progetto che mira ad accrescere conoscenza e tutela della magnifica specie che popola il tratto di costa che si estende da Fiumicino a Torvajanica, in particola modo all’interno dei 1.387 ettari di area marina protetta delle Secche di Tor Paterno, istituita con decreto del 29 novembre del 2000.

L’unica superficie protetta italiana esclusivamente marina a largo di Castel Fusano e circa 4,5 miglia dalla scuola nautica Marine Village Accademy, dove Oceanomare Delphis onlus ha ormeggiato la sua sede operativa e da dove partiranno le spedizioni di natanti-laboratorio, equipaggiate com sofisticati strumenti di rilevamento, come spiegato da Daniela Silvia Pace, presidente di Oceanomare Delphis e responsabile del progetto “Delfini Capitolini”.

800px-Internal_Pantheon_Light

“Le nostre imbarcazioni sono dotate di idrofoni, microfoni subacquei che permettono di ascoltare i suoni emessi dagli animali, così come di Rov, speciali videocamere in grado di immergersi in profondità e filmare i delfini a distanze ravvicinate. Un’importante novità riguarda l’utilizzo di particolari droni, progettati per lavorare in mare, che seguiranno dall’alto gli spostamenti dei cetacei. Insomma, si tratterà di un progetto di monitoraggio a 360 gradi”

Spedizioni finalizzate a studiare e favorire la convivenza ed interazione con i delfini della specie del tursiope che popolano i nostri mari, condividendone i risultati attraverso eventi e iniziative mirate, come mostre e percorsi didattici per grandi e bambini.

Il Canale dei Pescatori di Ostia, affiancherà infatti la sede ufficiale dell’area marina protetta con la “La Casa del Mare”, con il padiglione-laboratorio della “Casa dei Delfini”, aperto al pubblico con le informazioni raccolte dai ricercatori durante il lavoro di studio e monitoraggio in acqua di questi sorprendenti mammiferi.

Aspettando aprile e Pasqua si possono sostenere i progetti di Oceanomare Delphis onlus anche acquistando dei simpatici monili a tema da aggiungere alla sorpresa dell’uovo di cioccolato.

I Delfini Capitolini che abitano il litorale é stato pubblicato su 06blog.it alle 17:16 di domenica 22 marzo 2015.








Leggi...


March 8, 2015   Cose da fare a Roma   No comments

Earth Day e Earth Hour 2015 a Roma: sfida, educazione e itinerari ambientali

Earth Day e Earth Hour 2015 a Roma si mobilita per il Pianeta, lasciando il Colosseo al buio per un’ora e promuovendo 365 giorni di iniziative ambientali

Il nostro pianeta respira insieme a noi e tutti quelli che continuano a percepirlo in ogni alito di vento e di vita, anche senza il suggetivo video realizzato da John Nelson, utilizzando le immagini NASA che registrano le informazioni sulla variazione delle nostre stagioni e i cambiamenti climatici, non aspettano certo la Giornata della Terra e l’Earth Hour per ricordare quanto è importante non soffocare questo respiro.

Anche in loro, resta comunque la speranza che le iniziative che prendono vita ogni anno, contribuiscano ad accendere consapevolezza e coscienza ecologica in chi è ancora sordo a questo respiro vitale.

A questo scopo la prossima sfida internazionale al cambiamento climatico si sta già preparando a sabato 28 marzo 2015, quando dalle 20.30 alle 21.30 ora locale, l’ora di buio dell’Earth Hour 2015 partendo dal Pacifico farà il giro del mondo in 24 ore, spegnendo anche le luci del Colosseo e quelle dell’Oasi faunistica di Macchiagrande sul litorale.

Da un’ora a 365 giorni, l’Earth Day (Giornata della Terra) continua a lavorare quotidianamente anche a Roma, per promuovere la formazione di una nuova coscienza ambientale, e se oggi la XXV edizione di “Corri per il parco” approfitta del verde di Tor Tre Teste, molti si preparano a correre anche i 5 km della stracittadina della Maratona di Roma del 22 marzo, acquistano i biglietti tramite Earth Day Italia e sostenendo il progetto “Maratona per la solidarietà”, pronta a donare un anno di sport ai ragazzi in difficoltà.

Iniziative che pensano al futuro del pianeta partendo dai giovani, come gli aspiranti calciatori che potranno approfittare di educazione ambientale e inglese con il neonato “Arsenal Earth Day Camp” che si terrà nella Capitale dal 3 al 6 Aprile 2015.

Mentre il weekend rombante del Motodays 2015 porta alla Fiera Di Roma le moto elettriche di grandi marchi, la Onlus sta organizzando un recruiting di volontari per l’Earth Day Village di Roma, ma sono tanti i concorsi fotografici, letterali, i premi rivolti agli studenti delle scuole e le iniziative che trovate con dovizia di particolari sul sito e i social metwork dell’Earth Day Italia.

Ricordo inoltre che gli ecoitinerari naturalistici tra il Tevere e il mare organizzati dalla Società Geografica Italiana, da fare a piedi, in bici o a cavallo, immersi nella natura tra Roma e Ostia, restano una buona occasione per ascoltare quel respiro esplorando il nostro territorio e come al solito solo elencati anche di seguito, per i nostri lettori più pigri.

Daily Life In Rome

Itinerari eco turistici tra il Tevere Ostia e il Mare

1) Percorso da Ostia Antica al mare
L’itinerario parte da Ostia Antica e si spinge nella sua variante allungata fino alla Pineta di Castelfusano ricollegandosi al mare. Il percorso permette di approfondire contenuti naturalistici ammirando l’area della Riserva Naturale del Litorale Romano e della Pineta di Castelfusano, rilevanze archeologiche a partire dal sito di Ostia Antica fino ai resti minori presenti nella Pineta di Procoio, aspetti culturali relativi alla Storia della Bonifica. Le varianti esperenziali previste permettono di approfondire diversi aspetti, dalla cultura del territorio attraverso la visita all’Ecomuseo del Litorale Romano e/o al Borghetto dei Pescatori, allo sport con le attività ed i servizi offerti dai maneggi e centri ippici dell’area, fino alle diversificate esperienze gastronomiche e culinarie. L’itinerario si connette con la formula FREE Lungomare.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

2) Percorso Argine
Il percorso attraversa la Riserva Naturale del Litorale Romano che dagli scavi di Ostia Antica si estende su un territorio ricco di cultura e di tipicità. La storia della bonifica e delle saline vi accompagnerà in un percorso tra le fattorie all’interno della riserva, in cui gli operatori locali offriranno un connubio di tradizione, tipicità ed innovazione. Il percorso include varianti esperenziali legate allo sport, alla natura, alla cultura e alla gastronomia, nonché servizi aggiuntivi per famiglie, giovani e adulti (baby parking, percorsi didattici, dog parking, punti ristoro).

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

3) Percorso verso il mare
L’itinerario, partendo da uno dei siti archeologici più importanti del territorio nazionale, Ostia Antica, ripercorre il corso del Fiume Tevere fino al Porto di Ostia. Passeggiando lungo l’argine si incontrano testimonianze relative alla storia del Fiume, al sistema delle torri costiere, alla biodiversità dell’area, agli interventi antropici come l’idroscalo ed il Porto di Ostia. E’ possibile entrare in contatto con l’ecosistema naturale praticando il birdwatching, immergersi nella fruizione delle forme di benessere moderno mentre si apprende il ruolo delle terme ai tempi dei romani, oppure godere delle esperienze culinarie offerte sul litorale ascoltando cenni di storia della gastronomia romana.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

4) Percorso Pineta Borghetto
Arrivati alla Stazione di Castel Fusano ci si immerge nell’omonima Pineta assaporando l’atmosfera di una commistione di natura, archeologia e cultura. Nella fase conclusiva l’itinerario offre l’opportunità di vivere un’esperienza suggestiva nel Borghetto dei Pescatori, lasciandosi incantare da uno dei tanti racconti popolari sulla vita quotidiana nell’antico nucleo insediativo. All’itinerario è possibile associare esperienze gastronomiche e relative al benessere, combinare l’itinerario FREE che costeggia il litorale fino al Porto di Ostia, oppure connettere attività più specialistiche come l’immersione nell’Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

5) Percorso free Lungomare
Costeggiando il lungomare di Ostia è possibile ammirare da un lato il mare di Roma e le testimonianze riconducibili alla storia della balneazione, dall’altro lato il tessuto urbanistico che con gli edifici liberty offre uno degli aspetti più interessanti della visita. Il percorso può essere intervallato dalle esperienze connesse alla gastronomia e al benessere per concludersi nell’area del porto di Ostia con attività di tipo naturalistico e di birdwatching.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

6) Percorso Fattoria
Il percorso si snoda lungo l’argine del Fiume Tevere che dagli scavi di Ostia Antica risale il fiume e costeggia il paesaggio della Riserva del Litorale Romano da un lato e il paesaggio fluviale dall’altro lato. L’itinerario si spinge fino al punto suggestivo e panoramico in cui il fiume si divide per abbracciare l’Isola Sacra. La storia della bonifica e gli elementi della cultura del territorio accompagneranno la visita. Alla passeggiata è possibile combinare esperienze sportive offerte dai centri ippici e maneggi, esperienze gastronomiche e percorsi culturali, tra cui la visita agli scavi di Ostia Antica e al Borgo con il Castello di Giulio II.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

Earth Day e Earth Hour 2015 a Roma: sfida, educazione e itinerari ambientali é stato pubblicato su 06blog.it alle 12:07 di domenica 08 marzo 2015.








Leggi...


February 26, 2015   Cose da fare a Roma   No comments

Lago Ex Snia: visite guidate gratuite domenica 1 marzo 2015

Una giornata con volpi, beccacce, fringuelli, poiane e tutto quello che si può incontrare durante le visite guidate gratuite al Lago Ex Snia

Domenica 1° marzo 2015, non sarà solo la consueta domenica al museo a spalancare i portoni di musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali di Roma, con visite ad ingresso gratuito.

Ad offrire esplorazioni totalmente gratuite ai tesori preziosi di questa città che non bisogna mai smettere di recuperare e sostenere, c’è anche il Comitato Pigneto, Prenestino, pronto ad accompagnare gruppi di 50 partecipanti in visita nell’area verde del Parco delle Energie che ospita il Lago, dove un tempo sorgeva l’ex fabbrica CISA-SNIA Viscosa, insieme al racconto del percorso che lo ha reso tale.

“Il racconto di una lotta che ha strappato gran parte dell’area dell’ex Snia al cemento di Mafia Capitale e che ora continua per rendere le acque sorgive demanio pubblico e tutelare come Monumento Naturale il lago e l’intera fabbrica”

Quel laghetto del parco del quartiere Prenestino Labicano, che potete sbirciare in volo con il drone (nel video) dove ammirare volpi, come quella avvistata tempo fa dagli attivisti del gruppo WWF Pigneto Prenestino, che convive con beccacce, fringuelli, poiane e tantissime altre specie, al riparo del fitto della vegetazione lacustre e tra i ruderi della fabbrica.

Visite guidate gratuite al Lago Ex Snia, della durata di 30 minuti, che partono dall’entrata di via di Portonaccio, alle ore 10:30 e alle 12:30, aperte a tutti, anche ai cani, purchè tenuti al guinzaglio

“I cani sono ben accetti, ma essendo un parco vanno tenuti al guinzaglio, per non affollare via di Portonaccio venite 10 minuti prima dell’inizio della visita”.

Ovviamente per apprezzare al meglio lo spirito della visita e di quella che ci auguriamo essere una giornata di buon auspicio per l’arrivo della primavera, il comitato ricorda che:

- il lago è ben collegato con il bus 409 dalla Stazione Tiburtina e con il tram 5-14 dalla Stazione Termini.
– chi arriva in bicicletta può parcheggiarlalasciarla dentro l’area del lago
– chi arriva in auto puù approfittare del parcheggio davanti la Stazione Prenestina, evitando di parcheggiare sul marciapiede di via di Portonaccio (ma questo dovrebbe essere anche inutile dirlo, spero).

Le prenotazioni si possono fare online tramite doodle: http://doodle.com/nmqxfz5febyuk49t
basta scrivere nome e email, spuntando la fascia oraria preferita per la visita. Visita che va prenotata per ciascuna persona (bambini esclusi) e fornita con il proprio nome al banchetto allestito all’entrata.

Lago Ex Snia: visite guidate gratuite domenica 1 marzo 2015 é stato pubblicato su 06blog.it alle 13:40 di giovedì 26 febbraio 2015.








Leggi...