Tag Archives: cinema



Roma: il festival del nuovo cinema francese “Rendez-vous”


data-width="100%"
data-ratio="655/437"
data-allowfullscreen="true"
data-nav="thumbs"
data-thumbmargin="10"
data-thumbborderwidth="3"
data-glimpse="0"
data-keyboard="false"
data-fit="scaledown"
data-click="false"
data-hash="false"
data-loop="true"
> data-img="http://th.06blog.it/BDqwlhdHRzo11yOpfaQpbFX1oqc=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/7/76c/foto436.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/qsWR2j3-2XzEsmRowDDHo1OTl-8=/64x64/http://media.06blog.it/7/76c/foto436.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/6lZPYNF1ibDHf_Nqot_Je-dtwKI=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/7/76c/foto436.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/7/76c/foto436.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/roaptLt120mskSOF6eyzVrdW6sA=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/0/067/foto435.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/Y1xXrHcPyjmj9FYF5K9jFSfbDJc=/64x64/http://media.06blog.it/0/067/foto435.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/l0RdUcrYrjgj1EqGfUwJ9IcnuZA=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/0/067/foto435.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/0/067/foto435.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/wxGRIBwiEjWmZtNJsx5wppr_Dqk=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/6/654/foto434.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/sZHyWb2h4Ba3C4i_dhar8DRGdLM=/64x64/http://media.06blog.it/6/654/foto434.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/_DEI19HwzdTWIH4HA49WmHEE7AI=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/6/654/foto434.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/6/654/foto434.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/-JxGqKi0CH0c6o0U19DGHmKfcIw=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/0/066/foto433.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/mjUiju-7QNr2N6yZce3kOn1rWOY=/64x64/http://media.06blog.it/0/066/foto433.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/IPLaapX-zAWyTZDadMIRm9C1sds=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/0/066/foto433.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/0/066/foto433.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/jZAy1q--5joQkhYdlHe_W_YDEtQ=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/f/f6e/foto432.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/Vmb3YOti1NuPYcDGNUbZZUracYA=/64x64/http://media.06blog.it/f/f6e/foto432.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/Kn0G2n0K9q0p1JVJy1begnNQmMQ=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/f/f6e/foto432.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/f/f6e/foto432.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/aEpQ9jdywyb3SOXvTqP4czBNUjA=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/3/3a0/foto431.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/2UgsBYYyk8lZj3vkB2IdXuul92M=/64x64/http://media.06blog.it/3/3a0/foto431.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/qnoPnnwMHgl2UEk5i4V164Ypu8g=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/3/3a0/foto431.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/3/3a0/foto431.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/fJp9Da3Lc4FCBtCrtE4LJkakVcQ=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/3/34a/foto430.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/7fegYpvz-C0U5L0zoVYuA23C1oc=/64x64/http://media.06blog.it/3/34a/foto430.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/qeFy6ajKFQ1LSI88r1_fvGZpA0I=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/3/34a/foto430.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/3/34a/foto430.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/H4EfL1wQto9hm2mKHOoJfKEg2Z8=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/1/19f/foto429.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/v8a3JE48uT1bz1GnLE4uZH-f-gc=/64x64/http://media.06blog.it/1/19f/foto429.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/yfseliurPnVAjcl5UZgwoww0v0c=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/1/19f/foto429.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/1/19f/foto429.jpg"
data-desc="">

Prende il via questo mercoledì “Rendez-vous”, il festival cinematografico tutto dedicato alle pellicole francesi.

Il festival del nuovo cinema francese “Rendez-vous” vedrà la sua settima edizione in programma dal 5 al 9 aprile 2017. È un’iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con la realizzazione a cura dell’Institut français Italia.

Gli organizzatori raccontano che questa nuova edizione proporrà “una trentina di titoli che attraversano tutti i generi, dalla produzione popolare a quella più sofisticata, dai campioni di incasso alle pellicole indipendenti”.

prosegui la lettura

Roma: il festival del nuovo cinema francese “Rendez-vous” pubblicato su 06blog.it 02 aprile 2017 15:09.

Leggi...


Sala Troisi a Roma Trastevere, bando vinto dal Piccolo America Occupato

piccolo-america.jpg

Sarà il Piccolo America a gestire la Sala Troisi di Roma: esultano i ragazzi dell’Associazione Piccolo Cinema America che hanno vinto il bando del Campidoglio per l’assegnazione del cinema a Trastevere.

La storia del cinema Induno, di proprietà della famiglia Ferrero, aveva avuto come suoi ultimi passaggi la riappropriazione da parte del Comune di Roma e poi il successivo bando pubblico per la riassegnazione.

prosegui la lettura

Sala Troisi a Roma Trastevere, bando vinto dal Piccolo America Occupato pubblicato su 06blog.it 14 aprile 2016 15:49.



Ave Cesare! e altri 10 film ambientati nell’antica Roma

Oggi, 10 marzo, i fratelli Coen tornano sugli schermi italiani con Ave Cesare!, la coppia di cineasti dietro a classici come “Fargo” e “Non è un paese per vecchi”, a 25 anni da “Barton Fink – E’ successo a Hollywood”, tornano a raccontare i fasti della leggendaria Hollywood degli anni d’oro, quella dei kolossal, degli scandali, dei peplum e dei divi tanto carismatici quanto capricciosi.

prosegui la lettura

Ave Cesare! e altri 10 film ambientati nell’antica Roma pubblicato su 06blog.it 10 marzo 2016 09:21.



Zoolander a Roma: Stiller e Wilson manichini in vetrina da Valentino | Foto e Video

Ieri Ben Stiller e Owen Wilson, protagonisti del film Zoolander 2 (girato in parte anche a Roma), hanno sorpreso le persone che ieri camminavano al centro di Roma ieri sera, comparendo in veste di modelli/manichini dietro ai vetri del negozio Valentino di Piazza Mignanelli.

Hansel e Zoolander tornano a fare i modelli e questa volta nella città della bellezza, Roma: la scena ha scatenato la curiosità dei romani e le risate dei turisti, che hanno accalcato il marciapiede di fronte alla vetrina per immortalare, o immortalarsi con, i propri beniamini del cinema.

prosegui la lettura

Zoolander a Roma: Stiller e Wilson manichini in vetrina da Valentino | Foto e Video pubblicato su 06blog.it 01 febbraio 2016 17:25.



Tutti i cinema all’aperto dell’estate romana

arenagarbatella2009jpg

È cominciata la stagione delle Arene cinematografiche a Roma, aperte fino al termine dell’estate. Un’occasione per vedere o rivedere i film di successo della stagione appena conclusa, ma anche perle dal passato, nelle cornici affascinanti (e, soprattutto, fresche) di scorci della Capitale.

Si conclude stasera il festival Trastevere Rione del Cinema, l’arena estiva attrezzata a piazza San Cosimato dai ragazzi del Cinema America che già nelle scorse settimane avevano proiettato film sui muri del centro. Questa Arena è gratuita e si chiude oggi con la proiezione de L’Armata Brancaleone presentata da Matteo Garrone.

prosegui la lettura

Tutti i cinema all’aperto dell’estate romana pubblicato su 06blog.it 30 luglio 2015 11:44.



Estate Romana 2015: gli appuntamenti con le arene e il cinema all’aperto

arenagarbatella2009jpg

Lentamente, ancora senza grandi eventi, ancora una volta gravata dall’austerity delle casse comunali, riparte comunque l’estate Romana 2015, e lo fa con un appuntamento ormai tradizionale, quello delle arene all’aperto, per vedere i migliori film della stagione cinematografica appena conclusa all’ombra dei luoghi caratteristici della Capitale.

La prima arena a ripartire è quella del Chiostro di San Pietro in Vincoli, che riaprirà i battenti domani, 25 giugno, e andrà avanti fino al 6 settembre. L’arena, posizionata nel chiostro della basilica che ospita il complesso del Mosè di Michelangelo, partirà con i film “Le badanti”, giovedì, e “Fin qui tutto bene”, venerdì. Il resto della programmazione verrà annunciato domani nel corso dell’inaugurazione, e sarà presto disponibile sul sito ufficiale. Si accede dalla facoltà di Ingegneria, in via Eudossiana 18, a pochi passi dalle metro Colosseo e Cavour.

prosegui la lettura

Estate Romana 2015: gli appuntamenti con le arene e il cinema all’aperto pubblicato su 06blog.it 24 giugno 2015 10:51.



Roma ricorda l’eccidio delle Fosse Ardeatine

Ricordando l’eccidio delle Fosse Ardeatine tra percorsi della memoria, incontri, film ritrovati, cena partigiane, Radio Clandestina, reading con 335 sedie vuote

A 71 anni dal 24 marzo 1944, Roma torna a spolverare tombe e memorie di quei 335 italiani, in gran parte civili ed ebrei, trucidati nell’eccidio delle Fosse Ardeatine, come rappresaglia tedesca ai 33 soldati nazisti del battaglione Bozen uccisi il giorno prima, durante l’attentato partigiano dei Gap in via Rasella.

Dopo aver tollerato 71 anni di chiacchiere e i domiciliari privilegiati del centenario Erich Priebke, l’ultimo degli aguzzini delle SS naziste condannati all’ergastolo dalla giustizia italiana per l’eccidio, insieme a Herbert Kappler, Walter Reder, Karl Hass e Michael ‘Mishà Seifert, si torna alle commemorazioni, più o meno sentite.

Sentite sicuramente dalle circa 600 persone che stanno per intraprendere il “Percorso della Memoria“, da piazza Eugenio Biffi al Mausoleo delle Fosse Ardeatine, ma forse non da tutti quelli che, dalle ore 9:30 alle 12:30, si troveranno a fare i conti con i temporanei stop alla circolazione pubblica e privata, nelle zone di via Ardeatina, Tor Marancia e Garbatella.

640px-Roma-fosseardeatine4

Un percorso che continua alle ore 18:00 con la presentazione del libro “Storie di Gap” al CSOA La Strada (via passino, 24), insieme al suo autore Santo Peli, professore della Cattedra di storia contemporanea alla facoltà di scienze politiche dell’Università di Padova, il Giornalista e Storico Gianni Rivolta, Giovanni Pietrangeli di Zapruder e Adriano Manna, Vicepresidente ANPI Roma.

Alle ore 21:00 ci sarà anche una cena partigiana a cura dell’ARdente Osteria Popolare, seguita dalla proiezione di “Quel 24 marzo” dedicato alla vita mai raccontata di alcuni antifascisti di Garbatella trucidati alle Fosse Ardeatine.

A dar voce ai parenti delle vittime, alla rabbia popolare e al processo dei burocrati dell’eccidio, provvede anche l’esordio di Luchino Visconti alla regia, con il film documentario, parte del lungometraggio “Giorni di Gloria“, commissionato dall’esercito anglo-americano, recentemente ritrovato negli Stati Uniti.

Un resoconto dei fatti fatti dopo l’eccidio che torna nella Roma già liberata dagli Alleati, con il processo e la fucilazione del questore della città Pietro Caruso, tra i compilatori degli elenchi di ostaggi da trucidare alle Fosse Ardeatine.

Torna nella Capitale del processo a Palazzo Corsini (attuale sede dell’Accademia dei Lincei) accompagnato dall’esasperazione popolare spinta fino al linciaggio (documentato nel film) del direttore del carcere di Regina Coeli, i processi al delegato Scarpato e al Pietro Koc, responsabile della Pensione Jaccarino, tristemente nota come “Villa Tristezza”, per i suoi trascorsi di prigione fascista, teatro di sevizie e maltrattamenti, che ospitò la reclusione dello stesso Visconti.

Un ottimo mezzo per ricordare a chi non c’era, messo a disposizione dall’Accademia dei Lincei e proiettato oggi (ore 9.30, Aula Magna dell’Istituto Superiore Antincendi in via del Commercio 13) agli studenti delle superiori che hanno partecipato ai percorsi della memoria organizzati dal Campidoglio, insieme ad autorità, esponenti della Comunità Ebraica romana e delle associazioni partigiane, storici.

Un film che documenta la meccanica evidenza dell’eccidio con il ritrovamento e la ricomposizione dei corpi dei 335 fucilati tra le voci straziate delle donne, mogli e figlie delle vittime.

Voci delle centinaia di madri, figlie, partigiane, amiche, sorelle, colpite dall’eccidio, protagoniste anche della spettacolo Tante facce nella memoria che debutta oggi al Teatro India e domani alle ore 20:30, in replica straordinaria ad Ingresso libero fino ad esaurimento posti (Info 060608), anche alla Casa della Memoria e della Storia (Via San Francesco di Sales, 5).

La drammaturgia, curata da Mia Benedetta e Francesca Comencini, è liberamente tratta dalle registrazioni delle testimonianze raccolte dal professor Alessandro Portelli nel corso della sua pluriennale ricerca, per la regia di Francesca Comencini e con Mia Benedetta, Bianca Nappi, Carlotta Natoli, Lunetta Savino, Simonetta Solder e Chiara Tomarelli. L’iniziativa a cura del Circolo Gianni Bosio è promossa nell’ambito del Progetto ABC Arte Bellezza Cultura e prodotta dall’Associazione In Arte della Regione Lazio. 

Il 24 marzo 2015 alle ore 18.30, ad ingresso gratuito presso l’Aula Magna della Facoltà di Lettere e Filosofia Roma Tre (Via Ostiense, 234), il reading musicale “335″ con le voci degli attori Emanuela Fanelli, Stefano Malatesta, Giuseppe Ragone e Tiziano Scrocca di “Pedigrì”, animerà i brani di prosa e poesie scritte da loro e da autori come Trilussa, Ascanio Celestini e Guido Catalano, con accompagnamento musicale di Stefano Malatesta, di fronte a una platea di 200 posti occupati dal pubblico e 335 sedie vuote.

Alle ore 21:30 si anima di ricordi anche l’Aperitivo con proiezione della “Radio Clandestina” senza peli sulla lingua di Ascanio Celestini a cura dell’Enoteca Popolare la Strada, ideale per dissetare chi ha sete di memorie liberate da mistificazioni e strumentalizzazioni.

A ricordare la strage nazi-fascista delle Fosse Ardeatine sarà anche l’incontro Fosse Ardeatine: storia infinita a cura dell’ANPPIA Roma, ad ingresso libero dalle ore 17:30 del 25 marzo 2015 a la Casa della Memoria e della Storia, con gli interventi dell’Assessore alla Scuole e alle Politiche della Memoria di Roma Capitale Paolo Masini, la scrittrice Stefania Limiti che ricostruisce la “Fuga di Kappler” dall’Italia, il Direttore del Liceo Ginnasio Pilo Albertelli Antonietta Corea che illustrerà il suo impegno con gli allievi alla trasmissione della memoria e i racconti di alcuni figli dei caduti.

Foto | Wikipedia – Getty (link sulle foto)

Roma ricorda l’eccidio delle Fosse Ardeatine é stato pubblicato su 06blog.it alle 09:19 di lunedì 23 marzo 2015.










Da Pasqua Roma ricorda la canonizzazione dei Papi al cinema

“La canonizzazione dei Papi – Racconto di un evento” porta al cinema gli imponenti preparativi e approfondimenti sulla giornata storica vissuta da Roma il 27 Aprile 2014

Per tanti romani è difficile dimenticare il 27 Aprile 2014, perché della doppia Cerimonia di Canonizzazione dei Beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro, non hanno vissuto solo la valorizzandone dell’eredità lasciata dal pontificato “carismatico” di Wojtyla e quello “pastorale” di Roncalli, ad una Chiesa prossima alla radicale riforma di strutture, organizzazione, linguaggio e pratiche di evangelizzazione.

I romani, dell’evento di ‘proporzioni bibliche, trasmesso anche in diretta 3D su Sky, in differita su Rai1 e nelle sale cinematografiche, hanno vissuto anche gli ‘effetti collaterali’, insieme a piani di accoglienza, mobilità, servizi e sicurezza per l’arrivo di 5 milioni di pellegrini

Rabbrividendo al solo pensiero di quello che significherà per la città il Giubileo straordinario annunciato da Papa Francesco, sono sicuramente molti di più a ricordare i suoi imponenti preparativi rispetto alla giornata “radiosa” e mistica, entrambi protagonisti del docufilm “La canonizzazione dei Papi – Racconto di un evento” diretto da Luca Viotto, frutto della collaborazione produttiva tra il Centro Televisivo Vaticano e Sky 3D.

Il racconto della ’storica’ giornata, arricchito da approfondimenti sulle vite dei due Papi, immagini esclusive di Papa Francesco e dei luoghi inediti del Vaticano, svelati dal 3D, insieme a contributi e approfondimenti guidati da Monsignor Dario Edoardo Viganò, Direttore del Centro Televisivo Vaticano, e la voce di un narratore come Giancarlo Giannini.

L’approfondimento sullo stile comunicativo dei Papi di Aldo Grasso, è affiancato dalla voce di Dario Fo e Paolo Rossi, il critico cinematografico Gianni Canova e il musicista Stelvio Cipriani, compositore del tema di Karol eseguito nel docufilm, calciatori come Javier Zanetti e Damiano Tommasi e il un ricordo personale di Pupi Avati.

«E’ stata veramente una giornata irripetibile, ho visto quello che vedeva il Papa sulla papa Mobile io guardavo con gli occhi del Papa, ero col Papa, ero con Ratzinger nella sua commovente discrezione ed ero con i due Papi beatificati nell’alto dei cieli che probabilmente approvavano e apprezzavano tutto quello che è stato fatto in loro onore. Avere quattro star della sacralità mondiale, terrena e ultraterrena in campo, a dare il meglio di loro stessi, in quella giornata radiosa credo che per molti decenni se non secoli non si ripeterà».

La canonizzazione dei Papi – Racconto di un evento”, presentato in prima visione mondiale in 3D nella nella sezione Eventi Speciali dirante la giornata di apertura del Festival Internazionale del Film di Roma, a partire dal prossimo aprile arriverà nelle sale italiane, in 2D e in 3D, distribuito da Nexo Digital. (nei cinema che trovate elencati online sul sito www.nexodigital.it).

La canonizzazione dei Papi – Racconto di un evento

Da Pasqua Roma ricorda la canonizzazione dei Papi al cinema é stato pubblicato su 06blog.it alle 16:51 di lunedì 16 marzo 2015.










Circo Massimo per show e concerti, forse Coldplay nel 2016

Il Campidoglio al lavoro sui prossimi grandi eventi nell’arena del Circo Massimo, uno show nell’estate romana 2015, forse in Coldplay nell’estate 2016

L’arena millenaria del Circo Massimo all’ombra del Colosseo e dei Fori resta molto ambita per grandi show e concerti, ma se il concertone dei Rolling Stones ha finito per infiammare ben più degli animi di vecchi fan nostalgici, gli ambitissimi Coldplay rischiano di fare il tutto esaurito prima ancora di conoscere la data del loro concerto.

Per ora solo un desiderio del nostro sindaco Marino, manifestata all’indomani del concertone degli Stones che potrebbe concretizzarsi nell’estate del 2016, visto che al momento non trova spazio nella tournée del gruppo inglese entrato nel cuore e le hit parade di molti con Viva la Vida, Yellow, Lovers in Japan, The Scientist e Fix You, ma il Campidoglio, a quanto pare è già al lavoro per renderlo più di un progetto.

RESTRICTED TO EDITORIAL USE - MANDATORY
Ben prima, tra giugno e luglio del 2015, le rovine romane del Circo Massimo potrebbero invece essere la cornice di una serata all’insegna del cinema e della musica più ‘pop’, con la proiezione su un maxi schermo di un film per il grande pubblico, l’esibizione di un’orchestra di circa 300 elementi e un biglietto di accesso contenuto alla portata di romani e turisti, anche se ‘la portata del biglietto contenuto’ resta tra i dettagli ancora da precisare.

“Stiamo lavorando per dare alle romane e ai romani e a tutti i cittadini del nostro continente o anche di altri continenti spettacoli all’altezza di Mick Jagger”

Ipotesi sulle quali al momento lo stesso Ignazio Marino resta vago, anche in virtù delle polemiche seguite al concerto dei Rolling Stones per l’affitto della location costato poco più di 8mila euro, certi che in futuro le tariffe per l’occupazione del suolo pubblico non saranno più così a buon mercato per un’arena tanto prestigiosa.

Circo Massimo per show e concerti, forse Coldplay nel 2016 é stato pubblicato su 06blog.it alle 09:00 di mercoledì 11 marzo 2015.










Roma festeggia le donne con Anna Magnani

Anna Magnani festeggiata con tutte le donne di Roma, dal Campidoglio alla Casa del Cinema

“Ce metti una vita intera per piacerti, e poi, arrivi alla fine e te rendi conto che te piaci. Che te piaci perché sei tu, e perché per piacerti c’hai messo na vita intera: la tua. Ce metti una vita intera per accorgerti che a chi dovevi piacè, sei piaciuta… e a chi no, mejo così. Anche se lo ammetto, è più raro trovà un uomo a cui piaci, che te piace, che beccà uno ricco sfondato a Porta Portese!
Ce metti na vita per contà i difetti e ridece sopra, perché so belli, perché so i tuoi. Perché senza tutti quei difetti, e chi saresti? Nessuno.
Quante volte me sò guardata allo specchio e me so vista brutta, terrificante.
Co sto nasone, co sti zigomi e tutto il resto. E quando la gente me diceva pe strada “bella Annì! Anvedi quanto sei bona!” io nun capivo e tra me e me pensavo “bella de che?”. 
Eppure, dopo tanti anni li ho capiti. 
C’ho messo na vita intera per piacermi.
E adesso, quando me sento dì “bella Annì, quanto sei bona!”, ce rido sopra come na matta e lo dico forte, senza vergognarmi, ad alta voce “Anvedi a sto cecato!”
Anna Magnani

Anna_Magnani-signed

È con la donna e l’attrice Anna Magnani, ma soprattutto con la nostra Nannarella immortale, pronta a spegnere 107 candeline con la sua risata fragorosa e l’incontenibile verve prestata a tante sfumature della femminilità romana, che tutta la città eterna ha deciso di festeggiare le donne.

Dalla sera di sabato 7 marzo con l’immagine di Anna proiettata sulla piazza del Campidoglio, al pomeriggio di domenica 8 marzo, sul grande schermo della Casa del Cinema con “L’onorevole Angelina” e la fruttivendola di “Abbasso la ricchezza”, in viaggio con le foto d’epoca di tute le donne interpretate dall’attrice, pronte ad attraverseranno ‘di nuovo’ Roma sul tram storico, dalle ore 10 di domenica, da Porta Maggiore e arrivando a piazza Thorvaldsen, ai piedi di Villa Borghese.

Foto | Wikipedia

Roma festeggia le donne con Anna Magnani é stato pubblicato su 06blog.it alle 20:12 di giovedì 05 marzo 2015.