Tag Archives: aperitivo



L’ordinanza anti-alcool di Virginia Raggi: stop alla movida dalle 2 di notte

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha emanato un’ordinanza, valida da venerdì 7 luglio al 31 ottobre 2017, stabilendo il divieto di vendita, somministrazione e consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in specifiche aree del territorio di Roma oltre determinati orari: il provvedimento riguarda le zone tipiche della ‘movida’, dove si registrano i maggiori problemi: centro storico, Monti, Celio, Esquilino, Trastevere, Testaccio, Prati, San Lorenzo, Ponte Milvio, Eur, Ostia.

Non è certo un’idea nuova: in passato sono stati diversi i sindaci che hanno optato per l’opzione proibizionista: famose sono sopratutto quelle dell’ex-sindaco Gianni Alemanno, che più volte ha cercato di porre un freno al degrado notturno vietando la vendita di alcolici addirittura a partire dalle 23. In tal senso le misure adottate dalla giunta capitolina sono più lievi, così come le sanzioni. In tutti i giorni della settimana è vietato agli avventori:

- Dalle ore 24.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche su strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa: 150 euro.

- Dalle ore 22.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro su strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa: 150 euro.

prosegui la lettura

L’ordinanza anti-alcool di Virginia Raggi: stop alla movida dalle 2 di notte pubblicato su 06blog.it 07 luglio 2017 14:32.



L’ordinanza anti-alcool di Virginia Raggi: stop alla movida dalle 2 di notte

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha emanato un’ordinanza, valida da venerdì 7 luglio al 31 ottobre 2017, stabilendo il divieto di vendita, somministrazione e consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in specifiche aree del territorio di Roma oltre determinati orari: il provvedimento riguarda le zone tipiche della ‘movida’, dove si registrano i maggiori problemi: centro storico, Monti, Celio, Esquilino, Trastevere, Testaccio, Prati, San Lorenzo, Ponte Milvio, Eur, Ostia.

Non è certo un’idea nuova: in passato sono stati diversi i sindaci che hanno optato per l’opzione proibizionista: famose sono sopratutto quelle dell’ex-sindaco Gianni Alemanno, che più volte ha cercato di porre un freno al degrado notturno vietando la vendita di alcolici addirittura a partire dalle 23. In tal senso le misure adottate dalla giunta capitolina sono più lievi, così come le sanzioni. In tutti i giorni della settimana è vietato agli avventori:

- Dalle ore 24.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche su strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa: 150 euro.

- Dalle ore 22.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro su strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa: 150 euro.

prosegui la lettura

L’ordinanza anti-alcool di Virginia Raggi: stop alla movida dalle 2 di notte pubblicato su 06blog.it 07 luglio 2017 14:32.



Roma festeggia il St.Patrick’s Day 2015 con Colosseo verde e birra scura

Il St.Patrick’s Day tinge Roma e il Colosseo di verde, brindando al patrono d’Irlanda, dal pub al cinema

A Roma siamo abituati a vedere cambiare colore e bandiera a parecchie cose, ma ieri sera dalle ore 19.30 del 16 marzo 2015, le arcate del nostro Anfiteatro Flavio si sono colorato di verde insieme alla torre di Pisa, alla ruota panoramica di Londra, le Cascate del Niagara, il Burj Al Arab hotel di Dubai, la fontana Cibeles di Madrid e il Cristo Redentore che abbraccia Rio de Janeiro.

Un verde omaggio che i monumenti delle più importanti capitali del mondo hanno fatto all’Irlanda per il Global Green day, dedicato alla festa nazionale irlandese per il loro santo patrono e quel St.Patrick’s Day che festeggiamo ogni anno a Roma issando i boccali del nettare preferito dal folletto irlandese.

L’annuncio dell’adesione del Colosseo, è stato dato a Dublino alla presenza dei ministri irlandesi Paschal Donohoe e Charlie Flanagan e del Ceo del Turismo irlandese, Niall Gibbons, mentre i sotenitori dell’evento contano anche l’assessore alla Cultura, Creatività, Promozione artistica e Turismo di Roma Capitale, Giovanna Marinelli, comparsa tra i twitter del #goGreen4Patricksday, insieme alle parole di ringraziamento dell’Ambasciata irlandese a Roma.

Dopo il celebre torneo di Palla celtica tenuto lo scorso sabato al Grand Hotel Parco dei Principi nei pressi di Villa Borghese e il Colosseo in verde, i festeggiamenti del St.Patrick’s Day 2015 a Roma iniziano ufficialmente a partire da oggi, martedì 17 marzo 2015, con la Messa annuale per Lá Fhéile Pádraig, celebrata dal cardinale Prosper Grech OSA nella chiesa di San Patrizio in via Boncompagni 31.

Il programma per l’ottava edizione del IrishFilmFesta si sposterà all’ambasciata irlandese in Italia alla Casa del Cinema di Villa Borghese, dal 26 al 29 marzo, con un omaggio al regista irlandese Lenny Abrahamson, 15 cortometraggi in concorso e una sezione speciale dedicata alla lingua gaelica irlandese, mentre la vecchia scuola di ballo Clan Ri Liamo di Dublino ha in programma 8 performace, da oggi alle 04.00 di domani mattina.

Se i boccali di calda birra scura e frizzante e atmosfera very Irish, sono di casa nei pub irlandesi della città, dal Fiddler’s Elbow (via dell’Olmata, 43) al Druid’s Den ( via San martino ai monti, 28), dallo storico storico Abbey Theatre (via del Governo Vecchio, 51) allo Scholars Lounge Rome (via del Plebiscito, 101), la lista di iniziative frizzanti per brindare a San Patrizio ha in serbo molto altro.

Dalla maglietta in omaggio ogni brindisi con la birra artigianale del Tree Folk’s (Via Capo d’Africa 29) ai festeggiamenti a base di ostriche e birra stout ( Oyster Fine de claire & Oyster Special Reserve; crostino di pane al carbone vegetale con burro di Normandia e aringa dell’Atlantico affumicata al fumo naturale a 15 euro) da prenotare a Inofficina (via Mesula 12, Tel. 06.83707012), passando per il menù speciale d’alta gastronomia a base di carne made in Irlanda dello Chef Andrea Fusco, al Ristorante Giuda Ballerino dell’Hotel Bernini Bristol, nato dalla collaborazione tra Bord Bia, ente governativo per la promozione del food e beverage irlandese, e loChefs’ Irish Beef Club.

Roma festeggia il St.Patrick's Day 2015 con Colosseo verde e birra scura é stato pubblicato su 06blog.it alle 13:31 di martedì 17 marzo 2015.










Birre Dal Basso 2015 – Festival Della Birra Indipendente a Roma

2 Giorni di Festa BrassiCulturale a Roma con Birre dal Basso 2015 – festival autorganizzato dei birrifici indipendenti

Marzo è quasi finito ma aprile è già pieno di appuntamenti frizzanti, come Birre dal Basso 2015 – festival autorganizzato dei birrifici indipendenti, in programma venerdì 10 e sabato 11 aprile 2015 alla Lunfarda (LOA ACROBAX – exCinodromo della capitale).

Il nome è tutto un programma, e pure quello non scherza tra 50 Birre Artigianali NO STOP e 15 Birrifici Indipendenti Coinvolti, LiveConcertS & DjSet, BUSKERS e “Fire Show”, Tour Guidati alla Degustazione e momenti di libero assaggio, Workshops BEER SHARING, Sflilata di “Birre Homebrewed” e molto altro per 2 Giorni di Festa BrassiCulturale.

Programma che allego di seguito per i più pigri, ricordando che le modalità di partecipazione prevedono ingresso degustazioni a 5€ e bicchiere degustazione con 2€ di deposito cauzionale, mentre il Festival si occuperà di sfamare tutti, con stand di Ristorazione e StreetFOOD vegan e nonvegan.

Birre Dal Basso 2015 - Festival Della Birra Indipendente a Roma

Birre dal Basso 2015: programma

Giovedì 9 aprile 2015

- ore 18:00: alla Lunfarda (LOA ACROBAX – exCinodromo della capitale) conferenza stampa di lancio del festival con presentazione del programma della due giorni

Venerdì 10 aprile

- Dalle ore 17:00 alle ore 22:00: degustazioni gratuite ( a seguire vendita diretta)

- Ore 22:30: Le Lapille in “L’ora del The” – retrò FIRESHOW&CLOWN

- Ore 23:00: concerto degli “OU” – Ensemble Sardo/Romano SwingAvantBrassFolk

durante la giornata:

- alla LUNFARDA, ogni ora dalle 18:00 alle 20:00:

Tour (in gruppo) di degustazione guidato. Attraverso un percorso ragionato, un esperto condurrà i partecipanti all’assaggio di differenti tipologie di birra (no brand), accennando alle basi delle tecniche di degustazione.

Sabato 11 aprile

- Dalle ore 11:00 alle ore 13:00:

workshop (gratuito su prenotazione per email a birredalbasso@gmail.com) “introduzione alla birrificazione” (categoria principanti)

workshop (gratuito su prenotazione per email a birredalbasso@gmail.com) approfondimento/forum sulla fase di mashing (categoria homebrewer)

- Dalle ore 12:00 alle ore 20:00: degustazioni gratuite ( a seguire vendita diretta)

- Ore 22:00: Concerto + Premiazioni Concorsi*

- A seguire: DJSET

*concorso per HOMEBREWERS: Durante la giornata i birrai assaggeranno le produzioni casalinghe degli iscritti al fine di decretare “la birra più emozionante”

*concorso per BIRRIFICI: Durante la giornata il popolo birraio decreterà quale delle birre assaggiate ha preferito assegnandole il simpatico titolo di “birra più piaciuta”

BIRREdalBASSO 2015 - FESTIVAL DI BIRRA INDIPENDENTE

Birre dal Basso 2015
festival autorganizzato dei birrifici indipendenti

10-11 aprile 2015
Lunfarda (LOA ACROBAX) exCinodromo di Roma
via della vasca navale 6

Birre Dal Basso 2015 – Festival Della Birra Indipendente a Roma é stato pubblicato su 06blog.it alle 20:06 di lunedì 16 marzo 2015.










Cosa fare a Roma in 36 ore secondo il New York Times

Alla scoperta della Roma meno turistica in 36 ore con il New York Times, da Caracalla al MACRO, passando per Centocelle e il Pigneto

I visitatari della città eterna sono tanti da secoli, quante sono oramai le guide per esplorarla da punti di vista diversi. L’ultima in ordine di tempo arriva dai viaggi in 36 Hours del New York Times e sebbene la sua autrice Ingrid K. Williams ammetta di non essere insensibile al fascino della Capitale da Oscar da Grande Bellezza di Sorrentino, restando lontana dalla città da cartolina, ci regala un bel tour della Roma meno turistica.

Tre giorni in 13 tappe che si avventurano in musei, ristoranti e vinerie della città, ideali per il weekend romano di chiunque, dagli afflati di eternità delle Terme di Caracalla a quelli dell’arte contemporanea che offrono anche le gallerie di periferia, dalla cena da Mazzo a Centocelle al dopocena al Pigneto, passando per Laboratorio di Cucina, vinerie, gelaterie e perché non anche una chiesa come San Paolo fuori le mura.

Roma in 36 ore - mappa New York Times

Primo giorno

Venerdì ore 15:00

Sulle orme del Jep Gambardella di Paolo Sorrentino la nostra giornalista si avventura tra le rovine ben conservate del complesso delle Terme di Caracalla, nei pressi del Circo Massimo sin dall’epoca pre imperiale (costruite tra il 212 e il 217 d.C), riportando informazioni utili sui tesori archeologici che custodisce insieme al prezzo dell’ingresso che ammonta a 6 euro (ridotto 3 euro per – cittadini di età compresa tra i 18 e i 25 anni compiuti della dell’Unione Europea e docenti dell’Unione Europea), Ingresso libero ogni prima domenica del mese.

ore 17:30

Dall’archeologia all’arte contemporanea, il primo giorni di tour si concede l’esplorazione di tre gallerie:

Dalla strada alla giovane Galleria Varsi (Via di San Salvatore in Campo, 51 – http://www.galleriavarsi.it) dedicata all’arte urbana, da contemplare e acquistare, insieme a libri a tema e t-shirt.

Nel paese delle meraviglie pop surrealiste della Dorothy Circus Gallery (Via dei Pettinari, 76 – http://www.dorothycircusgallery.com) da martedì a sabato, ore 11 – 20.

Con gli artisti contemporanei ospitati nella Galleria Lorcan O’Neill (via dei Catinari, 3 – http://www.lorcanoneill.com/site/index.php), mai di domenica.

ore 20:00

Per la cena la nostra buongustaia sceglie le rivisitazioni romanesche creative di Mazzo (Via delle Rose 54) scovando, in una delle viuzze fuorimano di Centocelle, il piccolo ma sorprendente laboratorio di cucina di Marco e Francesca (anche take-away gourmet), dove è rimasta certamente sedotta dal «rösti di patate con broccolo romanesco, pecorino e polpette ricoperte di cipolla caramellata» e la cena per due a soli 60 euro (circa), ma solo se riuscite a stare lontani dalla loro carta di vini, birre artigianali, champagne, distillati. Io come lei consiglio di prenotare per i 12 ambitissimi posti a sedere del locale

ore 23:00

Dopo cena, facendo una bella passeggiata nel vicino Pigneto, la giornalista suggerisce una tappa obbligatoria a Birra Più (Via del Pigneto 105 – http://www.birrapiu.it), da Co. So. Cocktails & Social (Via Braccio da Montone, 80 – 06 4543 5428) per chi cerca qualcosa di più ‘forte’, e da Yeah! Pigneto (via giovanni de agostini 41/45 – http://www.yeahpigneto.com) per chi vuole bere al ritmo live delle band che ci suonano nel fine settimana.

Secondo giorno

Sabato ore 10:30

Il secondo giorno della guida del NewYorkTimes va a caccia del tipico mercatino della capitale e dopo aver ricordato il deludente trasloco del mercato di Testaccio, consiglia una visita al MercatoMonti (Via Leonina, 46 – http://www.mercatomonti.com), tra banchetti di designer e artigiani locali, vicino alla fermata della Metro B Cavour.

ore 12:30

Dopo aver messo in guardia sui ristoranti trappola per turisti di Trastevere, la Williams si concede un Pane Alici da Pianostrada Laboratorio di Cucina (Vicolo del cedro, 26), «costa 9 euro e viene preparato con crema di stracciatella, acciughe tartufate e rucola su un panino nero seppia fatto in casa».

ore 15:00

La tappa inevitabile per musei la porta al Macro il Museo d’arte contemporanea di Roma, (situato in una ex fabbrica della birra Peroni) da preferire al MAXXI, dalla sede principale di via Nizza (vicino alla fermata della Metro B Policlinico) a quella di Testaccio, precisando che l’ingresso per i non residenti costa 13,50 euro.

ore 17:00

A poca distanza dal MACRO, la Williams consiglia di fare tappa nella gelateria Come il latte (Via Silvio Spaventa, 24/26 – http://www.comeillatte.it/home.html) di Nicoletta Chiacchiari, dove trovare ingredienti naturali come il caramello conservato con sale dell’Himalaya e il pistacchio che arriva dalla Sicilia

ore 20:30

Per gustare la vera cucina romana, la giornalista del New York Times ha preso il tram 8 sino all’Osteria di Monteverde (Via Pietro Cartoni 163 – http://www.losteriadimonteverde.it), dai piatti decisamente più invitanti della facciata del palazzo che la ospita (ma dentro vi rifate con il menù e la lista dei vini), tra i quali consiglia il polpo alla griglia e gli spaghetti con pecorino e baccalà, per una cena in due a circa 60 euro.

ore 23:00

Restando in zona Monteverde, per il dopocena si punta sulla Vineria Litro (Via Fratelli Bonnet, 5 – http://vinerialitro.it), che serve anche dei cocktail originali. Riprendendo il tram 8 per tornare verso il centro punta a nord di Campo de’ Fiori sceglie il vino sfuso e la birra artigianale di “No.au” (Piazza di Montevecchio, 16a – https://noauroma.wordpress.com), che serve sia un rosso dell’azienda siciliana Occhipinti sia una birra India Pale Ale del celebre birrificio artigianale Birra del Borgo.

Terzo giorno

Domenica ore 10:00

Per la domenica mattina la visita in chiesa, glissa un assaggio del celebre Papa Francesco nella Basilica di San Pietro, per la basilica di San Paolo Fuori le Mura, contemplando senza fretta i soffitti della navata, gli imoressionanti affreschi dorati, i mosaici del cortile, il chiostro (ingresso, 4 euro), insieme ai zampilli della fontana gocciola e le rose in fiore nella maggiorn parte dell’anno.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ore 12:00

La nuova tappa per musei sceglie l’originale Centrale Montemartini e le sue circa quattrocento sculture di età antica ospitate nell’ex centrale termoelettrica inaugurata nel 1912 e inattiva dal 1963, che tra enormi macchinari scuri e luci basse dal 1997 ospita parte dell’enorme collezione dei Musei Capitolini (si può fare una carta per visitarne più sedi, fra cui la Centrale Montemartini). Ingresso a € 7,50.

ore 14:00

Per un pranzo veloce l’inviata del New York Times sceglie la pizza con crosta sottilissima nella «pizzeria chic» da Emma (Via Monte della Farina, 28/29 – http://www.emmapizzeria.com) vicino Campo dei Fiori, fatta con impasto e salumi che arrivano della vicina azienda della famiglia Roscioli.

Per la pizza al taglio consiglia di andare da Pizzarium di Gabriele Bonci, che dall’8 marzo riapre con scelte non convenzionali come zucchine arrostite con ricotta… tanto per finire come si deve-dovrebbe ogni vacanza romana: con la pancia piena. Brava ragazza!

Cosa fare a Roma in 36 ore secondo il New York Times é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:40 di venerdì 06 marzo 2015.










FrankenBierFest: Limonaia di Villa Torlonia, 20-22 marzo 2015

FrankenBierFest 2015, Limonaia di Villa Torlonia

Il FrankenBierFest disseta il weekend di primavera con la migliore birra di Franconia, a Roma il 20, 21 e 22 marzo 2015

Dalla Franconia a Roma, la tradizione brassicola teutonica più pura e incontaminata, fredda e rigorosa, è pronta a dissetare l’arrivo della primavera con il FrankenBierFest.

Una tre giorni di pura immersione nella tradizione brassicola di un angolo della magnifica regione della Germania a nord della Baviera, con la più alta concentrazione di birrifici al Mondo (circa 300 in un raggio di pochi chilometri), ricostruita nella location più ideale ed esclusiva di Roma, come la Limonaia di Villa Torlonia.

L’allestimento ideato e curato da 3b!Studio, promette un’avvolgente struttura ellittica studiata per ospitare tutte le botti e i birrai arrivati nella Capitaleper presentare al pubblico le loro creazioni. Il montaggio degli impianti sarà a cura di Tecnofrigo Service e come di consueto particolare attenzione sarà dedicata al settore Food in puro stile tradizionale francone.

GERMANY-BAVARIA-FRANCONIA-BEER-TRADITION

Un viaggetto per il palato e le suggestioni regalate allo sguardo dalla mostra fotografica, curata da Michael James, beer traveller di fama mondiale del sito Beertravl, accompagnato da una guida con la mappa della Limonaia e di tutte le birre de i birrifici presente, pronto a rendere la degustazione consapevole, direttamente nel bicchiere celebrativo fornito ad ogni visitatore.

A garanzia della selezione dei birrifici e delle birre, c’è la mente e il palato esperto di Manuele Colonna, proprietario del celebre pub romano Ma Che Siete Venuti a Fa, e direttore tecnico di eventi birrari come ‘Un Mare di Birra–La Prima Crociera della Birra Artigianale’ nel 2011 e 2012 e ‘EurHop Beer Festival–Il Salone Internazionale della Birra Artigianale’ nel 2013 e 2014.

Tutti eventi organizzati con la società Publigiovane Eventi, nota nel panorama italiano della birra artigianale anche grazie alla pubblicazione della rivista bimestrale Fermento Birra Magazine.

FrankenBierFest


Venerdì 20 marzo: 18.30 – 2.00

Sabato 21 marzo: 12.00 – 2.00

Domenica 22 marzo: 12.00 – 1.00


Limonaia di Villa Torlonia


Via Nomentana 70 (ingresso principale)

Via L. Spallanzani, 1A (ingresso secondario)
Roma

FrankenBierFest 2015 - poster

FrankenBierFest: Limonaia di Villa Torlonia, 20-22 marzo 2015 é stato pubblicato su 06blog.it alle 20:06 di martedì 03 marzo 2015.










ENOTICA 2015: Festival del Vino e della Sensualità a Roma

Enotica 2015 porta a Roma il Festival del Vino e della Sensualità con assaggi virtuosi, dolci effusioni, tentazioni e biodiversità

“Posso resistere a tutto tranne che alle tentazioni.”

Anche senza coltivare la logica impenitente di Oscar Wilde, i weekend di marzo continuano ad offrire occasioni di incontro irresistibile con i sensi e i piaceri che si lasciano degustare.

Da venerdì 13 a domenica 15 marzo 2015, anche con la V Edizione di Enotica, il Festival del Vino e della Sensualità pronto a tentare con ogni sorso e boccone di vino, “Dolci Effusioni” e biodiversità, lungo i sentieri sensoriali che attraversano le 100 celle sotterranee del noto CSOA Forte Prenestino, insieme alla voglia di spingersi oltre la crisi e le convenzioni.

Tre giorni di degustazioni e spettacolo dal vivo, mostre e concerti, tra mercato contadino e vignaiolo, degustazioni anarchiche e menù afrodisiaci, pasticceri dell’Amore e “Dolci Effusioni”, lezioni di cucina Enoerotica, In Vino Veritas anche musicale, a partire dal Vino Critico, di provenienza certificata, 
senza speculazioni sul prezzo, sofisticazioni nella lavorazione e alterazioni dell’ecosistema, da assaggiare tra acrobazie e giocolerie, danza, cabaret circense e fuochi d’artificio.

Enotica 2015 - spettacoli

Enotica e’ creazione e’ ri-creazione. Stupisce e tenta ad ogni sorso, ad ogni boccone. E’ il sorriso di due amanti che si baciano in un angolo, che danzano in un vortice di emozioni, e’ la vista annebbiata, il cuore accelerato, il fragore di migliaia di bottiglie stappate, risate, emozioni di un attimo, che si rinnovano ogni anno. Enotica e’ gioia di vivere oltre la crisi, oltre le convezioni di una società disciplinata dalla logica dello sfruttamento e dell’appiattimento individuale e sensoriale.

Un evento nato dall’esperienza dell’Enoteca Forte Prenestino e immolato al sangue di Bacco e alla convivialità che può sgorgare da un bicchiere, ma parte dal cervello come il più potente degli afrodisiaci.

V Edizione Enotica
Festival del Vino e della Sensualità
13, 14, 15 marzo 2015
c.s.o.a Forte Prenestino
via F. Delpino s.n.c. Roma
www.enotica.net
Ingresso: 5 euro 

domenica sottoscrizione libera fino alle ore 14:00, poi sottoscrizione 3 euro

Enotica 2015 - poster

ENOTICA 2015: Programma

SABATO 14 MARZO

Nei sotterranei – Degustazione vini dalle 15:00 alle 21:00

Cerca nelle celle il pasticcere dell’Amore e le sue “Dolci Effusioni”. Scopri la sua crema Enorotica

Djset dalle 16:00 alle 20:00

Enoteca Forte

ore 17_Pastiche. Cultura materiale alla Veronelli
l’incontro vedrà la presenza di:
Andrea Bonini, direttore Seminario Veronelli
Marco Noferi, azienda agricola Paterna, autore di un articolo dedicato all’olio
Ilaria Bussoni, autrice di un articolo dedicato alla figura di Veronelli, fondatore di una singolare “critica” gastronomica
(in forse: Simonetta Lorigliola, curatrice di Pastiche e Paolo Bellati, di La Terra Trema, autore collettivo di un articolo contenuto in Pastiche)
Palco Grande _ Piazza D’armi

ore 22:00_Spettacolo di Love Sharing Show (teatro interattivo)

dalle ore 23:00_CONCERTI

In Vino Veritas (Massa Carrara) _ Musica medievale dalla Lunigiana, trobadorica e goliardica
Questi menestrelli presenteranno lo spettacolo BESTIARIUM direttamente dal carnevale di Praga 2015, con costumi e maschere animalesche che richiamano entità zoomorfe, animali simbolici, leggendari e mitologici si esibiranno in canti e danze popolari del medioevo riproposti con spirito bacchico e con invito allo scatenamento dionisiaco.

Orchestra Operaia (Roma)_ Musica orchestrale, jazz/swing/vocal
Un’orchestra coraggiosa che nasce e cresce in tempi di crisi; un laboratorio sperimentale che vuole creare nuove sonorità proponendo al pubblico musica libera da logiche commerciali e fuori dei circuiti tradizionali e istituzionali. L’ensemble ospita ogni volta artisti diversi, provenienti da generi musicali ed esperienze eterogenee, dando vita alla produzione di arrangiamenti del tutto originali.

DOMENICA 15 MARZO

Nei sotterranei – Degustazione dei vini dalle ore 14:00 alle ore 20:00

Cerca nelle celle il pasticcere dell’Amore e le sue “Dolci Effusioni”. Scopri la sua crema Enorotica

Palco Grande _ Piazza D’armi

Ore 13:00_Lezioni di cucina ENOROTICA
Uno spettacolo unico che nasce direttamente dal percorso di enotica e da due dei suoi protagonisti. IL PICCOLO FORNAIO ANARCHICO è lieto di presentarvi “la percezione simultanea attraverso più sensi di un medesimo stimolo”. Preparatevi ad essere cosparsi di crema enorotica!
Palco Grande _ Piazza D’armi

ore 14:00_ Radio Cicciuz-Selezioni e Parole (tanto trash e non solo…)

ore 18.00_ CONCERTO

Banda BON.NOT (Roma)_Indie music

ore 19:00_ Spettacolo di cabaret circense
Tra un bicchiere di vino e l’altro verrano servite acrobazie, giocolerie, danza, musica…

ore 20:00_fuochi d’artificio e brindisi finale

Enotica 2015 - degustazioni vino

ENOTICA 2015: Festival del Vino e della Sensualità a Roma é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:37 di sabato 28 febbraio 2015.










Spirit of Scotland – Rome Whisky Festival: 7 – 8 – 9 marzo 2015

Aspettando la tre giorni ad alto tasso di single malt di Spirit of Scotland – Rome Whisky Festival, al Salone delle Fontane dell’EUR, il 7, 8 e 9 marzo 2015

Con o senza cornamuse e visioni in kilt, il mondo del malto scozzese sa bene come dispensare Spirit of Scotland anche nella Capitale, dove il Rome Whisky Festival giunto alla quarta edizione, si prepara a riunire le migliori aziende nazionali e internazionali del settore, dopo aver registrato un record di pubblico in quella precedente, con quasi 3000 presenze di addetti al settore, appassionati e neofiti, in soli due giorni.

Spirit of Scotland - Rome Whisky Festival

Spirit of Scotland – Rome Whisky Festival 2015 si estende quindi a tre giorni, spostandosi nei 2000mq del Salone delle Fontane dell’EUR, con una ricca programmazione di eventi ad alto contenuto di “single malt”, tra degustazioni libere, masterclasses, seminari sulla mixology ed incontri affidati ad esperti del settore.

Distillati ad arte di sapienza millenaria, per una tre giorni ricca di novità che promette di offrire un bel viaggio nel mondo del whisky, in buona compagnia di birre scozzesi, cioccolato e sigari, protagonisti di degustazioni e laboratori al ritmo Jazz, dispensato da esibizioni live di gruppi appositamente selezionati.

Spirit of Scotland – Rome Whisky Festival 2015

Dal sabato 7 a lunedì 9 marzo 2015, il Festival ideato e realizzato da Spirit of Scotland S.r.l., per promuove la diffusione della cultura del whisky di malto scozzese e della sua produzione millenaria, parte dall’ABC con una breve introduzione, il bicchiere in mano e l’occhio alla mappa delle regioni di provenienza, ai sapori caratteristici e alla tecnica di degustazione per apprezzare al meglio tutto quello che offre.

Un mini corso tenuto da esperti ogni 30 minuti in un’area riservata, al quale si accede prenotando e pagando un piccolo supplemento sull’acquisto del biglietto.

La degustazione di una serie limitata di prodotti rari e di eccellenza, curato per l’occasione dal Brand Ambassador della Maison du Whisky di Parigi, Salvatore Mannino, nell’area COLLECTOR.

Uno spazio RISTORAZIONE, gestito dal catering Palombini, con ampio menù per garantire ai presenti di assaporare al meglio certi accostamenti, (e di reggere bene le degustazioni).

Uno SHOP gestito dall’organizzazione per acquistare quello che dopo l’assaggio ha lasciato di desiderio di ripetere l’esperienza molte altre volte ancora.

Ma soprattutto, l’introduzione di un terzo giorno interamente dedicato al TRADE, con open tasting e incontri pronti a condividere culture, storie e tradizioni del nobile distillato, guidati dai massimi esperti del settore e noti bartenders a livello internazionale, da Marian Beke e Luca Cinalli del Nightjar di Londra, a Dario Comini del Nottingham Forest di Milano, passando per i ragazzi del Jerry Thomas di Roma.

Questo anche grazie alla partnership con il Bartender.it, il primo Web Magazine italiano dedicato al mondo della mixology, del bartending internazionale e leader nell’organizzazione di eventi traMalt & Grain Experience by Bartender.it

Malt & Grain Experience by Bartender.it

Il COCKTAIL BAR curato dal Jerry Thomas Project Rome, proporrà invece una drink list pronta ad evocare i grandi classici, offrendo ad ogni singolo ospite la possibilità di provarli con il proprio malto preferito.

Per tutto il resto vi rimando al sito dell’evento e la sua fanpage di facebook.

Spirit of Scotland – Rome Whisky Festival: 7 – 8 – 9 marzo 2015 é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:05 di sabato 21 febbraio 2015.










Settimana della birra artigianale 2015 a Roma: 2 – 8 marzo

Roma aspetta la Settimana della birra artigianale, per degustare e fraternizzare con il meglio della realtà brassicola italiana

Febbraio è ancora freddino ma marzo ha già in serbo appuntamenti frizzantini per propiziare l’arrivo della primavera. Si parte subito con La Settimana della birra artigianale e la sua consueta offerta di degustazioni ed assaggi dei nostri migliori prodotti locali.

Ideale per farsi un sorso con il padre, il fratello, gli amici … ma vanno been anche gli sconosciuti perché la birra è ‘conviviale’

Sette giorni a tutta birra rigorosamente artigianale, come i suoi ingredienti e protagonisti, per ‘fraternizzare’ con sapori, ingredienti, nuove birre ed evergreen, concorsi di homebrewing, visite agli impianti di produzione, menu speciali, incontri e tutto quello che promette di organizzare Cronache di Birra, da lunedì 2 a domenica 8 marzo 2015.

Ma che dico! da domenica 1 marzo con il Pre-opening party al Barley Wine di Roma, per aspettare una settimana di appuntamenti che tocca tutta l’Italia brassicola.

In ogni caso, la capitale vanta già una lista bella lunga di pub, birrerie, beershop, birrifici, ristoranti e associazioni che aderiscono all’iniziativa, dal Kombeer (via Alessandria, 39) in zona Trieste, al Bisboccia beer shop (Via Capitan Ottobono, 24/26) e il Birstrò (Via L. F. De Magistris, 66) del Pigneto, passando per il ben noto Ma che siete venuti a fa (Via Benedetta, 25) di Trastevere.

Stessa cosa ‘for de porta’, dai Castelli Romani al mare, dal Beerbaccione (Via Aurelio Saffi, 37) di Albano Laziale, al birrificio di Birradamare (Via Falzarego,8) a Fiumicino, dall’immancabile birrificio Birra del Borgo di Borgorose (Località Piana di Spedino, Rieti) all’Associazione de Mastri Birrai Adrianensi (via tiburtina 179) di Tivoli in località Villa Adriana (Roma).

Una lista che continua a crescere e consiglio di consultare sul sito dell’evento e la pagina social di Facebook, per non rischiare di perdere l’appuntamento più congeniale al vostro palato, insieme ad eventi, sconti e promozioni per l’acquisto e la degustazione della birra.

Settimana della Birra Artigianale 2015

Via | Facebook

Settimana della birra artigianale 2015 a Roma: 2 – 8 marzo é stato pubblicato su 06blog.it alle 19:51 di giovedì 12 febbraio 2015.










Street food & fashon su Ape Piaggio: Be(e)HappyFest, 7 e 8 febbraio 2015

Be(e) Happy Fest, Officine Farneto Roma, 7 e 8 febbraio 2015

Il Festival di street food (& fashion) su Ape Piaggio, alle Officine Farneto di Roma con Be(e) Happy Fest, il 7 e 8 febbraio 2015

Sfiziose, itineranti e capaci di nutrire al volo bisogni impellenti, palati esigenti e appetiti esuberanti, le piccole Api Piaggio che continuano a nutrirci on the road si preparano alla nuova adunata del Be(e) Happy Fest.

Se il ricordo del primo festival al Colour Park resta indelebile, preparatevi ad una nuova due giorni che profuma di pizza e arrosticini, tigelle e gnocco fritto, cuoppo e hamburger di chianina, mortazza e Suppli(zi), patatine fritte a spirale e tanti dolci, accompagnati da creazioni artigianali e gioielli originali, arte, musica, laboratori per bambini e workshop per chi sta pensando di adottare una delle mitiche Ape Piaggio per far ripartire la sua impresa in crisi o solo pronta a decollare.

Il Festival urbano che celebra la “rinascita” dell’Ape Piaggio e l’arte di scorrazzare cibo e design ovunque, smarcando crisi e mancanza di risorse ma mai di creatività, aspetta tutti sabato 7 e domenica 8 febbraio alle Officine Farneto con apette provenienti da tuta Italia e altrettante specialità.

Un viaggio del gusto, dall’aperitivo della nostra piccola Ape Magna che scorrazza per Roma, ai dolci di quella Straw&Berry, in buon compagnia dell’Ape Pizza attrezzata con un forno, quella rosa di Pizza & Mortazza e quella di design di Ape Mozao con le sue tigelle emiliane farcite di lardo, salumi e formaggi.

Ai panini gourmet provvedono Romeo e Diogene, agli hamburger di chianina l’Ape steakhouse Caminetto, come gli chef del ristorante Supplizio a bordo dell’Ape Mezzi. Per chi ama i fritti, spazio al “cuoppo” napoletano di Frie’n’Fuie o alla frittura all’italiana di Ape Fritto, mentre per una pausa dolce la sosta giusta è Straw&Berry, con torte di mele e cheesecake ai frutti di bosco, oltre alle specialità alle fragole.

Tanto street food accompagnato alle specialità fashion della boutique su tre ruote dell’Ape Everywhere della signora Cristina, in compagnia degli abiti per mamme e figlie dell’Ape Le mie ragazze, il design rigorosamente fatto a mano da Fabio di Ape Bee…Joux e i gioielli di Ape Jole Creo.

Il festival organizzato da LeCool magazine, promette un paradiso di grandi classici e gustose rivisitazioni su tre ruote, affiancato dallo stand della fondazione Campagna Amica, laboratori didattici degli apicoltori professionisti dell’azienda agricola Mamma Lù per bambini dai 3 ai 7 anni (sabato alle ore 17 e domenica alle 12), workshop di BIC Lazio (l’8 a partire dalle 16) con esperienze imprenditoriali utili a chi pensa di adottare un Ape Piaggio, performance di street art, mudica live e dj set fino a notte.

Be(e) Happy Fest
sabato 7 e domenica 8 febbraio,
dalle ore 12 fino a tarda notte,
ingresso gratuito
Officine Farneto,
via dei Monti della Farnesina, 77

Street food & fashon su Ape Piaggio: Be(e)HappyFest, 7 e 8 febbraio 2015 é stato pubblicato su 06blog.it alle 13:27 di venerdì 30 gennaio 2015.