Siccità a Roma, pronto il razionamento dell’acqua

(A.S.)

Trastevere senza acqua per un guasto Acea

Per fronteggiare la pesante partire dal prossimo venerdì 28 luglio Acea non preleverà più acqua dal lago di Bracciano, come chiesto e ingiunto dalla Regione Lazio guidata da Luca Zingaretti: secondo quanto riporta Repubblica Roma infatti dal prossimo venerdì il nuovo piano idrico di Acea prevede turni di stop di otto ore consecutive e la divisione della città in due quadranti da almeno 1,5 milioni di residenti: l’acqua sarà erogata a turno a ciascun quadrante e quindi ogni 24 ore un romano su due rimarrà senza acqua, in totale, per sedici ore.

Case, negozi, nasoni, ospedali, nessuno sarà esente dal razionamento: il piano riguarda circa 3 milioni di utenze all’interno del Raccordo Anulare, all’interno del quale Acea posizionerà diverse autobotti nelle aree ritenute strategiche e saranno chiusi tutti i “nasoni”, le fontanelle simbolo della capitale: solo 85 rimarranno aperti per effettuare il campionamento. Per il Comune Acea ha solo cinque giorni, entro giovedì, per decidere come risolvere il problema: solo nel mese di giugno Acea ha prelevato dal lago di Bracciano 1400 litri al secondo e a luglio 1.100, mentre la siccità ha fatto il resto e ora il lago è oltre 35 cm sotto il livello minimo consentito dalle norme.

prosegui la lettura

Siccità a Roma, pronto il razionamento dell’acqua pubblicato su 06blog.it 24 luglio 2017 10:20.

Be Sociable, Share!
The following two tabs change content below.