Tonnarelli Cacio e Pepe di Via Avezzana… una delle migliori osterie di Roma.

I tonnarelli cacio e pepe li trovate in moltissimi ristoranti di Roma. E’ un piatto semplice, ma molto molto semplice (tonnarelli, che per chi non li conosce è un tipo di pasta More »

Piccoli hotel e bed and breakfast di lusso, a Roma scalano le classifiche di Tripadvisor e Booking.com

Poche camere ma preziose, curate in ogni piccolo particolare, uno staff cortese ed attento, un’atmosfera rilassata, familiare ma al tempo stesso esclusiva. Questa è la nuova tendenza che conquista sempre di più More »

 


L’ordinanza anti-alcool di Virginia Raggi: stop alla movida dalle 2 di notte

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha emanato un’ordinanza, valida da venerdì 7 luglio al 31 ottobre 2017, stabilendo il divieto di vendita, somministrazione e consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in specifiche aree del territorio di Roma oltre determinati orari: il provvedimento riguarda le zone tipiche della ‘movida’, dove si registrano i maggiori problemi: centro storico, Monti, Celio, Esquilino, Trastevere, Testaccio, Prati, San Lorenzo, Ponte Milvio, Eur, Ostia.

Non è certo un’idea nuova: in passato sono stati diversi i sindaci che hanno optato per l’opzione proibizionista: famose sono sopratutto quelle dell’ex-sindaco Gianni Alemanno, che più volte ha cercato di porre un freno al degrado notturno vietando la vendita di alcolici addirittura a partire dalle 23. In tal senso le misure adottate dalla giunta capitolina sono più lievi, così come le sanzioni. In tutti i giorni della settimana è vietato agli avventori:

- Dalle ore 24.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche su strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa: 150 euro.

- Dalle ore 22.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro su strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa: 150 euro.

prosegui la lettura

L’ordinanza anti-alcool di Virginia Raggi: stop alla movida dalle 2 di notte pubblicato su 06blog.it 07 luglio 2017 14:32.



L’ordinanza anti-alcool di Virginia Raggi: stop alla movida dalle 2 di notte

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha emanato un’ordinanza, valida da venerdì 7 luglio al 31 ottobre 2017, stabilendo il divieto di vendita, somministrazione e consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in specifiche aree del territorio di Roma oltre determinati orari: il provvedimento riguarda le zone tipiche della ‘movida’, dove si registrano i maggiori problemi: centro storico, Monti, Celio, Esquilino, Trastevere, Testaccio, Prati, San Lorenzo, Ponte Milvio, Eur, Ostia.

Non è certo un’idea nuova: in passato sono stati diversi i sindaci che hanno optato per l’opzione proibizionista: famose sono sopratutto quelle dell’ex-sindaco Gianni Alemanno, che più volte ha cercato di porre un freno al degrado notturno vietando la vendita di alcolici addirittura a partire dalle 23. In tal senso le misure adottate dalla giunta capitolina sono più lievi, così come le sanzioni. In tutti i giorni della settimana è vietato agli avventori:

- Dalle ore 24.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche su strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa: 150 euro.

- Dalle ore 22.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro su strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa: 150 euro.

prosegui la lettura

L’ordinanza anti-alcool di Virginia Raggi: stop alla movida dalle 2 di notte pubblicato su 06blog.it 07 luglio 2017 14:32.



Convention Bureau

convention_bureauridRoma, 27 giugno 2017
È nato il nuovo Convention Bureau di Roma e Lazio! Una struttura operativa che mette insieme le forze di pubblico e privati con l’obiettivo di portare i migliori congressi scientifici in città e raggiungere i 150mila congressisti l’anno. Clima invidiabile, hotel per tutte le esigenze, offerte culturali di livello e il più grande patrimonio artistico a cielo aperto d’Europa rendono Roma la meta ideale per ogni congresso.



Roma come Pompei, gli scavi della Metro C rivelano nuove meraviglie


Roma come Pompei: nei cantieri di scavo per la Metro C, all’altezza della futura stazione di Amba Aradam, sono venuti alla luce due ambienti della media età imperiale che, a causa di un incendio, contengono ancora ampie e ben conservate parti del solaio ligneo e del mobilio.Il ritrovamento è avvenuto grazie alla realizzazione del Pozzo Q15, 8 metri di diametro e 14 metri di profondità, di cui 10 già scavati.

Simona Morretta, responsabile scientifico dello scavo, spiega l’unicità del ritrovamento per Roma:

prosegui la lettura

Roma come Pompei, gli scavi della Metro C rivelano nuove meraviglie pubblicato su 06blog.it 27 giugno 2017 10:38.



Campidoglio, cresce il turismo nella Capitale, aperto un nuovo Punto Ristoro nel P.I.T. di via dei Fori Imperiali

Roma, 23 giugno 2017
Nei primi cinque mesi del 2017 Roma ha contato 5,4 milioni di arrivi e 13,5 milioni di presenze facendo registrare, rispetto allo stesso periodo del 2016, una crescita di circa il 2,8% negli arrivi e del 2,5% nelle presenze, con una accentuazione maggiore della domanda di turisti stranieri (+3,24% arrivi; +3,11% presenze). Sono i dati del turismo nella Capitale, frutto delle prime elaborazioni dell’anno realizzate dall’Ente Bilaterale del Turismo del Lazio, illustrati oggi nel corso della conferenza stampa di inaugurazione del nuovo Punto Ristoro presso il P.I.T. di via dei Fori Imperiali a cui hanno preso parte la Sindaca di Roma Virginia Raggi, l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni, l’Ad di Zètema Albino Ruberti e la presidente della Commissione capitolina Turismo Carola Penna.

Sonnino-1_webI Punti informativi turistici
La rete dei P.I.T. si conferma come principale punto di informazione e accoglienza per i turisti italiani e stranieri che visitano Roma: il numero dei contatti registrati è infatti in crescita costante.
Dopo i 3.594.345 contatti stimanti nel 2016, nei primi tre mesi del 2017 (ultimo dato disponibile) sono stati registrati 805.354 contatti, con un incremento dell’1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.  Attualmente sono operativi 9 P.I.T. presso gli Aeroporti, la Stazione Termini e i principali luoghi del centro storico ed è in fase di realizzazione un progetto evolutivo che prevede l’incremento dei servizi offerti al turista, come la vendita di biglietti per bus turistici e spettacoli in programma in città. Inoltre, entro il mese di luglio 2017 sarà completato il nuovo P.I.T. dell’Aeroporto di Fiumicino che si troverà in una posizione ottimale, ovvero di fronte all’uscita passeggeri del Terminal 3.

Roma Pass
Si conferma anche nel 2017 il successo delle card turistico-culturale della Capitale (Roma Pass 72 hrs e Roma Pass 48 hrs) che offrono agevolazioni economiche e servizi che facilitano la visita della città. Le due versioni di Roma Pass 72 hrs e Roma Pass 48 hrs si completano oggi con la RomaMap.
charta_romaDopo aver scaricato la App gratuita Charta Roma, i possessori della Roma Pass potranno inquadrare con il loro tablet o smartphone la mappa inserita nel kit e, anche in assenza di connessione internet, visualizzare le riproduzioni in 3D, video, audio e immagini di approfondimento di: Colosseo; Piazza del Campidoglio e Musei Capitolini; Mercati di Traiano; Museo Ara Pacis; Castel Sant’Angelo; Piazza San Pietro e Basilica; Pantheon; Piazza Navona e Fontana di Trevi. L’audio guida è attualmente disponibile in italiano, inglese e spagnolo.

Il ruolo centrale del web: verso un nuovo grande portale turistico  
Roma si doterà di un grande e moderno portale del turismo che nascerà dall’evoluzione e dalla trasformazione di www.turismoroma.it, valorizzando in nuove forme l’enorme patrimonio di informazioni in possesso dell’Amministrazione Capitolina.
L’idea progettuale è quella integrare il patrimonio di informazioni presente sulla banca dati 060608.it (il cui sito resterà attivo come strumento di lavoro per gli operatori Call Center e P.I.T.) con il sito web dedicato alla Roma Pass. Inoltre il portale subirà un’attenta revisione di interfaccia grafica per rendere più piacevole ed efficiente la navigazione e sarà responsive, ossia navigabile da tutti i dispositivi mobili. Nei primi cinque mesi del 2017 i due siti hanno registrato complessivamente 1.829.529 visite, con una media di 12.116 visite al giorno e un totale di 4.488.028 pagine visualizzate complessivamente. L’incremento delle visite rispetto allo stesso periodo del 2016 è dell’1,8%
Si è infine rafforzata la presenza dei servizi sui principali canali social: la pagina Facebook “Turismo Roma official page”, l’account Twitter “Turismo Roma”, l’account Instagram “Turismo Roma”.

Il Call Center 060608: un successo consolidato
Prosegue la crescita in termini di contatti per il Call Center Turismo–Cultura–Spettacolo della città di Roma 060608 (operativo tutti i giorni dalle 9 alle 19): nei primi cinque mesi del 2017 sono state ricevute 126.076 chiamate, con una media di 835 chiamate giornaliere e registrando un incremento del +7,4% rispetto allo stesso periodo all’anno precedente.
Anche il servizio di prenotazione e vendita di biglietti per spettacoli ed eventi culturali ha registrato una grande crescita nei primi cinque mesi del 2017: sono stati venduti infatti 6.850 biglietti, con un incremento del 31,7% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Punto Ristoro PIT630Nuovo Punto Ristoro nel P.I.T. di via dei Fori Imperiali
Il Punto Informativo Turistico di Via dei Fori Imperiali inaugura oggi un nuovo servizio di ristorazione affidato, in seguito ad una gara di appalto, al Consorzio Orgoglio Aquilano, un gruppo di imprenditori formatosi dopo il terremoto de L’Aquila. Ad inaugurarlo la Sindaca di Roma Virginia Raggi, l’Assessore allo Sviluppo economico e Turismo di Roma Capitale Adriano Meloni, l’Ad di Zètema Albino Ruberti e la presidente della Commissione capitolina Turismo Carola Penna.

Il chiosco bar, situato nel cortile del P.I.T., offre un’oasi di riposo nel cuore dell’area archeologica della città con prodotti semplici e di qualità a prezzi calmierati, un importante servizio che mira a combattere l’abusivismo nella ristorazione di una zona strategica per l’accoglienza turistica.

Con oltre 556.000 contatti stimati nel 2016 (tendenza in crescita del +3,3% nel primo trimestre del 2017 con oltre 119.000 contatti) il P.I.T. di Via dei Fori Imperiali è il principale punto di riferimento per i turisti nel centro della Capitale, ponendosi subito dopo il P.I.T. dell’Aeroporto di Fiumicino e della Stazione Termini per numero di contatti (rispettivamente con 758.743 e 639.605 contatti nel 2016).

La necessità di offrire migliori servizi di informazione, declinati in un’ottica di sostenibilità, ha guidato il processo avviato dall’Assessorato allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, che ha portato alla riorganizzazione dei nuovi punti informativi, di cui il P.I.T. dei Fori Imperiali rappresenta un modello. L’efficientamento della rete dei P.I.T. realizza nell’offerta di servizi complementari la sua vocazione a innalzare la qualità dell’accoglienza turistica, contenendo i costi di gestione.

Il Punto Ristoro di Via dei Fori Imperiali è, infatti, completato dalla presenza di servizi igienici, la cui cura, pulizia e manutenzione è affidata al consorzio vincitore della gara di appalto. Per un migliore e costante presidio dei servizi e per garantirne la massima efficienza e pulizia, il loro utilizzo sarà a pagamento. La tariffa di accesso sarà uniformata a quella prevista dalla Deliberazione dell’Assemblea Capitolina n. 4 del 25 gennaio 2017 per l’utilizzo dei bagni pubblici, pari a 1 euro a persona, e sarà, invece, sempre gratuita per i visitatori in possesso della Roma Pass per l’intera durata di validità dell’abbonamento.

A breve nuove postazioni di servizi igienici arriveranno nel Centro: da Piazza Navona a San Pietro, da Piazza di Spagna a Porta Maggiore. I turisti potranno accedervi con la stessa formula, a pagamento oppure gratis se possessori della Roma Pass.



A Cinecittà World arriva la realtà virtuale


Grazie alla tecnologia e alla Realtà Virtuale al Cinecittà World si entra fisicamente nei film: al grande parco di divertimenti romano ispirato alla magia del cinema e alla Tv, sono state inaugurate nuove attrazioni, basate su visori 3D e Sistemi di Tracking di ultima generazione.

Così Stefano Cigarini, AD di Cinecittà world:

prosegui la lettura

A Cinecittà World arriva la realtà virtuale pubblicato su 06blog.it 21 giugno 2017 15:59.



Nuovi percorsi museali a Castel Sant’Angelo

ponte s angeloRoma, 16 giugno 2017
Martedì 13 giugno alle ore 11.00, nella Cappella dei Condannati di Castel Sant’Angelo, è stato presentato in anteprima alla stampa il nuovo percorso di visita e altri significativi progressi nella fruizione di Castello.

Si tratta di un itinerario che conduce il visitatore nella cella sepolcrale di Adriano, sulle orme del corteo che portava le ceneri dell’imperatore; lo fa salire sulle mura, entrare nelle sale degli appartamenti papali, nella prigione di Cagliostro fino alla spettacolare Terrazza dell’Angelo, da cui Tosca decise di gettarsi nel Tevere; e uscire, per la prima volta, attraverso il monumentale portale edificato dall’architetto senese Giovanni Sallustio Peruzzi, figlio del più celebre Baldassarre.

Il percorso, oltre ad essere notevolmente più lungo, è anche più completo. Esso inserisce infatti stabilmente nella visita luoghi in precedenza preclusi al pubblico, come le cosiddette Sale Cambellotti. Si tratta di tre ambienti destinati nel 1925 ad accogliere i cimeli dell’esercito italiano e decorate con dipinti e stucchi appunto da Duilio Cambellotti, uno dei massimi interpreti del Liberty. Di particolare rilevanza è la Sala dei Labari così detta perché doveva ospitare i labari, cioè le insegne militari, dei reparti di assalto, quei reparti, come gli Arditi, che nel corso della prima Guerra Mondiale, avevano avuto il compito di rompere i fronti stabilizzati: ecco perché Cambellotti vi dipinse bandiere sabaude, papali e lombarde e raffigurò nel fregio ali di aquila con mani che brandiscono ogni sorta di armi.

Per migliorare la comunicazione, il Castello mette da oggi a disposizione del visitatore strumenti diversi e in alcuni casi molto sofisticati sotto il profilo tecnologico. Il tutto – si badi – a titolo gratuito, compresi cioè nel prezzo del biglietto. Importante sono in primo luogo i pannelli di base, del tutto nuovi nei contenuti e nella linea grafica, studiata ad hoc. Essi sono corredati dal sistema WI-FI, esteso all’intero perimetro di Castello e da una App scaricabile su tutti i dispositivi e particolarmente adatta agli smartphone. L’App mette in condizione pressoché ogni visitatore di seguire il percorso: essa è infatti disponibile in 7 lingue, italiano, inglese, spagnolo, francese, tedesco, giapponese e cinese. L’avanguardia è raggiunta da una serie di eBeacon: questi avveniristici strumenti tecnologici, istallati nei vari punti del percorso, intercettano i dispositivi del visitatore e gli propongono in automatico i contenuti  vocali e multimediali dell’App.

Grazie alla crescita costante di pubblico, verrà inoltre nuovamente illustrato il progetto dal titolo Castello segreto, una serie di visite guidate, con personale specializzato, che propongono un itinerario esclusivo nel cuore del monumento.

I nuovi percorsi museali di Castel Sant’Angelo s’inseriscono nell’ambito di ARTCITY Estate 2017, un progetto organico di oltre cento iniziative di arte, architettura, letteratura, musica, teatro, danza e audiovisivo, realizzato dal Polo Museale del Lazio in musei e altri luoghi d’arte di Roma e della regione.

Info
Castel Sant’Angelo è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30
La biglietteria chiude alle 18.30
Dal 24 giugno al 17 settembre, dal giovedì alla domenica, è aperto dalle 9.00 alle 24.00
La biglietteria chiude alle 23.00
www.castelsantangelo.beniculturali.it  www.polomusealelazio.beniculturali.it

Biglietti           
Dal 24 giugno al 17 settembre il biglietto ha validità 3 giorni per una visita a Castel Sant’Angelo e una a Palazzo Venezia dove sono allestite anche le due sezioni della mostra Labirinti del cuore. Giorgione e le stagioni dei sentimenti tra Venezia e Roma. Previa prenotazione, il biglietto consente l’ingresso all’evento serale, nel giorno della prima visita. Il biglietto comprende infine la possibilità di scaricare un’App in 7 lingue

Intero € 14,00
Ridotto € 7,00
Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese



Tutela fontane di interesse storico-artistico, ordinanza della Sindaca. Divieti bivacco e consumo

fontana di trevi restauro_630Roma, 14 giugno 2017
Impedire che si verifichino episodi contrari alle regole di decoro urbano e garantire adeguata tutela del patrimonio storico, artistico e archeologico di Roma Capitale. Con questo duplice obiettivo la sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza che stabilisce una serie di divieti applicati a circa quaranta fontane di particolare interesse storico, artistico e archeologico, inclusi i loro basamenti e le relative aree di pertinenza. Per i trasgressori è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da 40 a 240 euro.

In particolare il provvedimento, che sarà valido fino al 31 ottobre 2017, prevede il divieto di:

– bivaccare, consumare alimenti o bevande
– sedersi, arrampicarsi e/o porre in essere qualsiasi altra condotta non compatibile con la naturale destinazione del bene pubblico;
– versare liquidi e/o gettare qualsiasi oggetto, ad eccezione del tradizionale lancio di monetine;
– lavare animali, indumenti e simili;
– fare bere animali.

Tra le fontane di Roma interessate dall’ordinanza: la Fontana di Trevi, le Fontane dei Leoni, del Nettuno e della Dea Roma a piazza del Popolo, la Fontana della Barcaccia a piazza di Spagna, le Fontane dei Quattro Fiumi, del Moro e del Nettuno a piazza Navona, la Fontana dei Catecumeni in piazza della Madonna dei Monti, la Fontana dell’Acqua Paola a piazza Trilussa, la Fontana di piazza Santa Maria in Trastevere, la Fontana del Tritone a piazza Barberini, la Fontana della Navicella, le Fontane dei due Mari a piazza Venezia,  la Fontana in piazza dell’Aracoeli, la Fontana delle Naiadi a piazza della Repubblica, la Fontana di piazza di Campo de’ Fiori, Fontana della Dea Roma in piazza del Campidoglio e la Fontana Mostra dell’Acqua Paola in via Garibaldi.

Info
www.comune.roma.it

Volantino FONTANE GENERALE

Volantino FONTANA TREVI



Virginia Raggi vuole chiudere la città a nuovi migranti


Newly elected mayor of Rome, Virginia Raggi, waves to people from the balcony of Rome's city hall on June 23, 2016, after her official investiture.  / AFP / ANDREAS SOLARO        (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Una “moratoria” sui nuovi arrivi di migranti: è questo l’oggetto della lettera che il sindaco di Roma Virginia Raggi ha annunciato di aver inviato agli uffici della prefettura per chiedere che Roma venga esclusa da qualsiasi nuovo piano di ricollocamento dei migranti e richiedenti asilo che arrivano in Italia.

prosegui la lettura

Virginia Raggi vuole chiudere la città a nuovi migranti pubblicato su 06blog.it 13 giugno 2017 15:28.



La Fontana delle Api in Piazza Barberini torna al suo splendore

fontana_delle_apiRoma, 12 giugno 2017
A quasi venti anni di distanza dall’ultimo restauro (2000), la Fontana delle Api in Piazza Barberini, piccolo gioiello scultoreo di Gian Lorenzo Bernini, viene restituita alla città grazie alla generosità di alcuni mecenati olandesi: le società Koninklijke Woudenberg e Meesters In del gruppo Janssen-de Jong e l’Associazione “Salviamo la Barcaccia”, che ha raccolto dei fondi da parte di persone private e giuridiche, il Celeanum Gymnasium di Zwolle ed il blog/piattaforma crowdfunding “Scusa Roma”.
Koninklijke Woudenberg ha anche ricevuto dei fondi da un gruppo di imprenditori di Rotterdam, interamente destinati ai due progetti di restauro (Fontana delle Api e Fontana di Viale Tiziano) – scelti insieme con la Sovrintendenza Capitolina – per Roma Capitale.

I mecenati, di comune accordo, hanno deciso di finanziare e intraprendere i lavori di ripristino della Fontana delle Api e della Fontana di Viale Tiziano, come generoso gesto simbolico verso la città di Roma dopo gli atti vandalici compiuti il 19 febbraio 2015 da alcuni tifosi olandesi, in città per la partita di calcio tra Feyenoord e A.S. Roma, alla fontana della Barcaccia.

L’intervento di rispristino della Fontana delle Api, è stato realizzato dalla Koninklijke Woudenberg in collaborazione con la sua controllata  Meesters In (Ameide, Olanda) – tali società sono altresì note per aver eseguito famosi lavori di restauro nei Paesi Bassi, come quelli del Rijksmuseum ad Amsterdam ed il Mauritshuis a l’Aja – e la  CBC Conservazione Beni Culturali coop (Roma), una delle ditte italiane più esperte nel restauro di beni culturali, sotto la direzione scientifica della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali che ne ha curato anche il progetto.

Notizie storiche
La Fontana delle Api è un originale fontanile a forma di conchiglia ideato da Gian Lorenzo Bernini nel 1644, su commissione del papa Urbano VIII Barberini. L’opera, realizzata interamente in travertino, è caratterizzata dalla presenza di tre api, animale araldico della famiglia del pontefice, dalle quali l’acqua sgorga e ricade nel catino costituito dalla valva inferiore della conchiglia. Collocata oggi su piazza Barberini all’angolo con via Vittorio Veneto, la Fontana delle Api era in origine posta dall’altro lato della piazza, ad angolo con via Sistina, addossata allo spigolo del palazzo Soderini. Da qui fu smontata nel 1867 per ragioni di viabilità e depositata nei magazzini comunali. Venne ricostruita nella posizione attuale tra il 1915 e il 1916, integrando con fedeltà e con lo stesso materiale dell’originale le numerose parti mancanti.

Per maggiori informazioni
www.sovraintendenzaroma.it