Author Archives: Eventi Roma



Ricette naturali per curare le afte

bocca-300x336Le stomatiti sono dei disturbi del cavo orale molto comuni a qualsiasi età. Sono delle piccole ulcere dolorose che colpiscono una persona su cinque. Possono manifestarsi all’interno del cavo orale, sul tessuto molle, sulle gengive, all’interno delle guance, sul palato e sul pavimento della bocca.

Le principali cause che portano alla loro formazione sono:

carenze nutrizionali, in genere di vitamine-assunzione di cibi o bevande bollenti-assunzione di cibi irritanti-stress-presenza di protesi dentarie-batteri e virus.

Ecco alcuni rimedi, presenti in natura, che possono aiutarci a liberarci di queste piccole e fastidiosissime lesioni.

  • Tè. L’acido tannico presente nel tè aiuta ad accelerare il processo di guarigione delle stomatiti. Per questo potete applicare per qualche minuto una bustina bagnata sulla parte interessata.
  • Vitamina C. Sì a tutti gli alimenti che contengono vitamina C come: il melone, le albicocche, le pesche, le arance e l’anguria. La vitamina C, infatti, è un potente immunostimolante e antiossidante che favorisce e velocizza la cicatrizzazione delle stomatiti.
  • Timo. Le foglie di timo sono un ottimo disinfettante. Fate un infuso, lasciando le foglie in acqua bollente per 10 minuti. Usate il liquido per degli sciacqui.
  • Ortica. Anche il decotto di ortica è un ottimo rimedio contro le stomatiti. Versate in mezzo litro di acqua due manciate di radici essiccate di ortica che farai bollire per 20 minuti. Filtrate e lasciate raffreddare.
  • Bicarbonato. Il bicarbonato  uno degli elementi più usati per mandare via le stomatiti. Potete fare degli sciacqui con acqua e bicarbonato o applicarlo direttamente sulle parti per un minuto, facendo attenzione, poi, a risciacquare con cura senza ingerire.
  • Limone. Spremetene il succo e fate degli sciacqui, senza diluire in acqua, per 2-3 volte al giorno, fino a quando le stomatiti non saranno andate via.
  • Salvia. Preparate un infuso lasciando una manciata di foglie in acqua bollente per 10 minuti. Poi, usatelo per fare degli sciacqui. Attenzione però: per fare effetto, l’infuso deve essere tiepido.
  • Aloe.Se possedete una pianta di aloe potete prendere una foglia carnosa della pianta, estraete la polpa interna ed applicatela sulla lesione.Ripetete per tre giorni il trattamento ed il sollievo è assicurato



Anni 70 Arte a Roma

anni '70 ridDal 17 Dicembre 2013   al 2 Marzo 2015

Palazzo delle Esposizioni

Quasi 200 opere, di 100 autori italiani e internazionali, per raccontare l’arte di un decennio e di una città, una realtà vitale  per l’intreccio di linguaggi differenti, teatro di sperimentazioni, accogliente bacino di culture visive diverse, nutrice di una propria identità e, allo stesso tempo, specchio di quanto accadeva ovunque nel mondo. Il Palazzo delle Esposizioni prosegue, con questa mostra, l’indagine avviata negli anni novanta con la serie di iniziative dedicate a Roma, e al periodo che va dal secondo dopoguerra agli anni sessanta, e offre al pubblico un’esposizione che si propone anche come verifica di una precedente fase di studio e di ricerca. Gli anni settanta del secolo scorso sono stati un decennio controverso. Identificato, generalmente, per i suoi conflitti, potrebbe, invece, essere inteso come fertile e costruttivo, segnato, soprattutto a Roma, dall’adesione ai valori visivi, di autonomia e di portato universale dell’opera. Ma l’importanza dell’arte a Roma negli anni settanta si deve soprattutto a un eccezionale novero di artisti, molti romani, altrettanti non romani che scelsero questa città come loro residenza, tanti stranieri che, ripetutamente, nel corso del decennio soggiornarono ed esposero a Roma. Saranno le loro opere le protagoniste indiscusse dell’intero percorso espositivo, tutte realizzate o mostrate negli anni settanta a Roma e provenienti da collezioni pubbliche e private e in parte conservate dagli stessi artisti. La mostra accoglierà una polifonia di voci: dall’Arte Povera agli artisti della cosiddetta scuola romana, dall’Arte Concettuale alla Anarchitecture e all’arte intesa come partecipazione collettiva o militanza politica, dalla Narrative Art alle opere che hanno condotto alla planetaria rivalutazione della pittura che ebbe come fulcro la Transavanguardia ed epicentro Roma. Ogni sala della mostra è stata composta rintracciando un fil rouge, non un tema, ma di volta in volta un’attitudine, una disciplina, un pensiero, una parola chiave, un’intuizione presa a prestito da un critico o il titolo di un lavoro. Il loro succedersi comporta una scansione temporale che divide la mostra approssimativamente in due parti corrispondenti alla prima e alla seconda metà del decennio. Ai visitatori rivolgiamo l’invito a prendere le nostre indicazioni come meri suggerimenti ricordando che ogni opera è portatrice di un’insondabile complessità e che gli argomenti di volta in volta selezionati per la trama del racconto, possono “viaggiare”, con gli occhi e la mente di chi le osserva, da una sala all’altra, da un’opera all’altra.

via Nazionale194

ORARI
Martedì, mercoledì, giovedì: 10.00 – 20.00
Venerdì, sabato: 10.00 – 22.30
Domenica: 10.00 – 20.00
L’ingresso è consentito fino a un’ora prima dell’orario di chiusura
PREZZI

Intero € 12,50

Ridotto € 10,00



Alcuni consigli sull’abbigliamento dei nostri bimbi per il giorno di Natale

bambini e nataleEcco un po’ di suggerimenti per vestire al meglio i vostri bimbi per il giorno di Natale.
Per la bimba tutto quello che è femminile: una gonna con volant da ballerina con inserti di pizzo, una maglia arricchita da disegni romantici o paillettes colorate da abbinare ad un morbido pellicciotto. Ai piedi ballerine in vernice o scarponcini.Il concetto di gonna svolazzante in particolare piacerà sicuramente molto alla vostra bambina. Infatti la massima aspirazione in questa età, salvo rare eccezioni, è essere una principessa. Sotto fatele indossare dei leggings pesanti e colorati: così starà al caldo e sarà comunque bella da vedere.Per il vostro maschietto vincente è accostare lo stile british a dettagli rock: un paio pantaloni in velluto e un cardingan modello Ivy League abbinati ad una maglia con disegni di teschi oppure un blazer elegante e un gilet da “signorino” da mettere con cinquetasche sportivi o con una camicia dal taglio classico ma completa di cappuccio, per renderla grintosa. Ai piedi stivaletti da bikers o mocassini. Dettagli perfetti, sono le bretelle e il papillon.I colori più trendy sono il bordeaux e il prugna, da abbinare a tutte le tonalità del marrone e del beige, e il grigio da accostare al bianco o al giallo in una combinazione elegante . Non dimenticare infine il rosso un classico senza tempo che, specialmente se indossato dai più piccoli, fa subito gioia e ancora più Natale.E se non avete tempo per andare a fare shopping date un occhiata qui su www.imelanie.it per fare acquisti comodi, veloci e super carini anche on-line.



Santa Maria della Scala e l’ antica Spezieria con i suoi farmaci miracolosi

Santa_Maria_della_ScalaSanta Maria della Scala e’ la  Chiesa dei Carmelitani Scalzi, si trova  in uno degli angoli più caratteristici di Trastevere, a pochi passi da Porta Settimiana. Fu eretta nel 1592 quando un’immagine di una Madonna affrescata in un’edicola situata, sotto la scala esterna di una casa cominciò ad operare i primi miracoli. La devozione popolare spinse subito papa Clemente VIII ad  far edificare in quel luogo una chiesa. L’immagine miracolosa della Madonna fu così collocata sull’altare del transetto di sinistra.L’interno, a navata unica con cappelle laterali, custodisce numerose opere d’arte, come la celebre “Decollazione di S.Giovanni Battista” di Gerit Van Honthorst,(noto come Gherardo delle Notti); nel presbiterio si trova il prezioso ciborio, modello di un tempietto a pianta centrale con colonne di alabastro siciliane e cupola in bronzo. L’altare maggiore è opera di Carlo Rainaldi, mentre al centro del catino vi è una seicentesca “Madonna con Bambino” del Cavalier d’Arpino. Preziosa la “Cappella di S.Teresa d’Avila”, disegnata dal Pannini, che custodisce nel reliquario il piede destro della santa Adiacente alla chiesa fu edificato un convento, al secondo piano si trova l’incredibile ed affascinate farmacia, con i suoi farmaci miracolosi, con i suoi segreti di erbe e medicine. La spezieria creata inizialmente per uso interno  fu aperta al pubblico verso la fine del Seicento e somministrò farmaci anche alla famiglia pontificia e a volte agli stessi papi, a partire da Pio VIII. Qui operò  il famoso farmacista fra’ Basilio della Concezione, inventore di noti medicamenti fra i quali molto celebri l’acqua antipestilenziale e l’acqua antiisterica di S. Maria della Scala – che insegnava ai suoi discepoli la chimica, la botanica, la farmaceutica. Fra Basilio strappò alla natura segreti reconditi, specialmente con l’acqua della Scala celebratissima in Italia e fuori. Di lui si conserva un prezioso cimelio consistente nel “Trattato delli semplici”:  prezioso e rarissimo erbario di piante medicinali del 1755 a Lui attribuito, un vero trattato sugli usi ed i segreti delle erbe.La farmacia ci riporta indietro nel tempo con le sue scaffalature settecentesche in cui sono esposti gli oggetti e gli strumenti utilizzati nel passato per la preparazione dei rimedi e dei medicinali, databili per lo più al XVI e al XVII secolo: vasi sferici, rocchetti, tempietti per le bilance, torrette di distillazione, mortai e pestelli, barattoli in ceramica ed anche madonnine in marmo. Davanti alla finestra si trova “un grande vaso contenente la famosa theriaca (triaca), pozione ideata nel I secolo d.C. dal medico di Nerone Andromaco, composta da un miscuglio di  57 sostanze diverse, con alla base carne di vipera di sesso maschile, ritenuta allora ottimo rimedio contro il morso dei serpenti velenosi. Nel laboratorio retrostante la farmacia, sugli sportelli delle finestre sono dipinti piante e arbusti dotati di proprietà terapeutiche, mentre sugli armadi in cui si conservano le erbe medicinali sono raffigurati i fondatori delle scienze mediche.spezieria1

 




Cure naturali per alleviare il raffreddore

erbeIl raffreddore e’ un’infiammazione acuta delle vie respiratorie superiori, non sempre solo quelle nasali:esso è causato nel 90% dei casi da infezioni da Rhinovirus oppure Coronavirus, che presentano centinaia di tipi antigeni diversi. Sono virus molto deboli, che faticano a crescere a temperature maggiori di 34°C, ecco perché infettano quasi sempre solo il naso.

Alcune piante ed erbe sono utili per fluidificare ed eliminare le secrezioni nasali ed alleviare i sintomi dell’infiammazione da raffreddore

  • Elicriso: usato contro le allergie, i suoi principi attivi conferiscono alla pianta proprietà antistaminica, antinfiammatoria, espettorante e antibatterica.
  • Piantaggine: viene utilizzata negli stati infiammatori della cute e delle mucose, in caso di raffreddore, tosse, allergia, sinusite e rinite allergica.
  • Eucalipto: le sue foglie decongestionano, sfiammano e calmano l’irritazione delle mucose nasali, fluidificano il catarro, cioè facilitando l’espulsione del muco.
  • Sambuco: i fiori svolgono azione sudorifera ed antinfiammatoria ed emolliente, attenuando lo stato di infiammazione della mucosa nasale.



Scomparso Nelson Mandela…il mondo piange l’uomo della libertà

NelsonMandelaNelson Mandela è scomparso all’età di 95 anni. Il presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, ha annunciato stasera in un discorso televisivo all’intera nazione la scomparsa dell’ eroe della lotta all’apartheid nel Paese.E’ stato proclamato  il lutto nazionale. Madiba si è spento serenamente nella sua abitazione a Johannesburg, tra l’amore dei suoi familiari.Molte le persone in lacrime, tra cui tanti giovani.
“Adesso riposa, adesso è in pace”, ha detto Zuma annunciando la scomparsa del leader sudafricano Nobel per la pace. “La nostra nazione ha perso un grande figlio”! ”Voglio ricordare con semplici parole la sua umiltà, la sua grande umanità per la quale il mondo intero avrà grande gratitudine per sempre”.  Nel suo annuncio Zuma si è rivolto ripetutamente a Mandela col suo popolare e affettuso soprannome: Madiba. ”Un colosso, un esempio di umiltà, uguaglianza, giustizia, pace e speranza per milioni” di uomini e donne. Così l’Africa National Congress (Anc), il partito di Nelson Mandela, ricorda oggi ‘Madiba‘ nel giorno della scomparsa dell’eroe della lotta all’apartheid, dell’ex prigioniero politico del vecchio regime razzista bianco sudafricano, del primo presidente del Sudafrica democratico. I membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite hanno osservato un minuto di silenzio per onorare la morte dell’ex presidente sudafricano Nelson Mandela.
“La sua forza morale, la sua umanità hanno abbattuto il sistema dell’apartheid. E dopo 27 anni di detenzione non ha voluto vendetta ma ha parlato di riconciliazione e pacificazione”. Sono le parole con le quali il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha ricordato la figura di Nelson Mandela nel corso di una conferenza stampa straordinaria appena appresa la notizia della sua morte. “Sono stato ispirato da Mandela”, ha raccontato.
Il presidente  Barack Obama profondamente turbato  si presenta davanti alle telecamere per onorare Nelson Mandela. E lo fa aprendo il suo intervento con una citazione: Obama ripete le parole pronunciate dallo stesso Mandela durante il suo processo nel 1964 davanti alla Corte Suprema di Pretoria.
“Ho combattuto contro il dominio dei bianchi e ho combattuto contro il dominio dei neri. Ho amato l’ideale di una società democratica e libera in cui tutti possono vivere in armonia e con pari opportunità. E’ un ideale per il quale spero di vivere e che spero di raggiungere. E se necessario è un ideale per cui sono pronto a morire”, cita Obama, aggiungendo: “Mandela ha vissuto per questo ideale e lo ha reso reale”. Un uomo “influente, coraggioso e profondamente buono. “Attraverso la sua fiera dignità e una volontà ferrea di sacrificare la propria libertà per quella degli altri -ha sottolineato Obama – egli ha trasformato il Sudafrica e ci ha scossi tutti”.
“Un campione di dignità umana e di libertà”. Così, l’ex presidente americano Bill Clinton ha ricordato Nelson Mandela, che diventò presidente del Sudafrica negli anni in cui Clinton era alla Casa Bianca. “Oggi il mondo ha perduto uno dei suoi più importanti leader e uno degli esseri umani più puri”, ha aggiunto.
“Una grande luce si é spenta nel mondo”. Così il premier britannico David Cameron,  si è espresso sulla figura dell’ex presidente sudafricano scomparso.
“Grazie a Mandela la riconciliazione in Sudafrica è stata possibile”: lo ha detto in un’intervista telefonica alla Cnn Frederik De Klerk, ultimo presidente sudafricano dell’epoca dell’apartheid, protagonista della fine di un’epoca con Nelson Mandela e con lui premio Nobel per la pace.



I Mercatini di Natale 2013 a Roma

natale a roma

Il Natale e’ alle porte e a Roma, come ogni anno, arrivano i mercatini che creano le magiche atmosfere natalizie, le luci ed i colori delle bancarelle vestono a festa  la ‘città eterna’. Primo fra tutti, lo storico è quello di piazza Navona,. Ma poi tanti altri, da piazza Verdi a piazza Mazzini, dai mercatini nei vicoletti al mercatino vintage del Circolo degli Artisti. Ce n’è per tutti i gusti…

  • Quello di Piazza Navona aperto fino al 6 gennaio è un mercatino di Natale specializzato in addobbi natalizi: qui troverete di tutto per adornare il vostro albero e il presepe. Elementi della tradizione si mischiano con quelli più moderni lasciandovi scegliere tra i decori classici e quelli più originali. Molti banchi offrono anche tante idee per i regali da mettere sotto l’albero, mentre numerosi sono gli stand  dove dolci e leccornie di ogni genere,non aspettano altro che essere assaggiati.
  • Creative Market al Mò Mò Republic Roma .Potrete spulciare tra pezzi unici e rari vintage e di collezionismo: spille e gioielli dell’ottocento e novecento, borse dagli anni 20, occhiali, oggettistica, posters, cover… Abbigliamento e creazioni anche per i neonati e bimbi. Lampade per la casa moderne e colorate. Oggettistica e idee regalo eleganti. T-Shirt Uomo e Donna,cappellini esclusivi!Collezioni di moda di stilisti emergenti, gonne, giacche, pantaloni, mantelle.L’evento è arricchito da programma di laboratori e workshop(Orari: 7, 14 e 21 dicembre dalle 19 alle 0.30 – 8, 15 e 22 dicembre dalle 11 alle 22.30 – 5 e 6 gennaio dalle 11 alle 22 e 30)(Via Bernardino Ramazzini, 91)
  • 3° edizione di ‘Artigiani sotto l’Albero’ il mercatino natalizio di Roma Nord.Dal 13 al 15 dicembre – dalle 9.00 alle 18.00 – un mercatino dove trovare idee originali e creative per i propri acquisti! Stand con articoli  fatti a mano da artigiani ed hobbisti e non mancheranno le degustazioni di prodotti regionali.Mercatino di Natale “Artigiani sotto l’albero” 2013 (Presso Europlant Via dei Due Ponti, 175)
  • Christmas Car Boot Market alla Città dell’Altra Economia 8 e 15 dicembre 2013.Christmas Car Boot Market alla Città dell’Altra Economia 8 e 15 dicembre 2013. Dalle ore 10,00 al tramonto si terrà il Car Boot Market un mercatino di semplici cittadini che propongono oggetti usati e recuperati artigianalmente per esporli dal bagagliaio dell’auto.„L’obiettivo è riqualificare gli articoli ancora utili ma depositati nelle case o nelle cantine dei privati che vi partecipano.Christmas Car Boot Market alla Città dell’Altra Economia 8 e 15 dicembre 2013. (Largo Dino Frisullo)
  • Domenica 15 Dicembre vi aspetta l’ atteso “VINTAGE MARKET XMAS” al Circolo degli Artisti in una versione tutta natalizia.Un’ area espositiva interna ed esterna di 1.500 mq nella suggestiva location del Circolo degli Artisti ai piedi dell’acquedotto Felice a due passi da San Giovanni e Pigneto. Oltre 80 espositori provenienti da tutta Italia si riuniranno per vendere i loro abiti ed accessori vintage e le loro produzioni di artigianato tutte all’insegna dello stile e della qualità.(Via Casilina Vecchia, 42)
  • Christmas Market in Casa Novecento. Il mercatino natalizio dell’EUR torna per ben 4 domeniche. Nelle date dell’8 -15- 22 Dicembre 2013 e 5 Gennaio 2014, scarpe, borse, accessori e tanti prodotti handmade vi aspettano per scegliere i primi regali natalizi.(Piazza Guglielmo Marconi)
 
 
 
 
 
 

 
 


Laura Pausini – The Greatest Hits World Tour

laura-pausini_zoomDall’ 8 al 13 Dicembre 2013

Palalottomatica

L’8 dicembre partirà dal Palalottomatica di Roma il nuovo tour mondiale prodotto e organizzato da F&P group, che vedra’ Laura Pausini esibirsi nelle location  più prestigiose di tutto il mondo: durante ognuna delle 20 tappe previste al momento, la cantante presenterà solo i suoi successi più importanti, numeri uno in tutti i paesi che l’hanno consacrata come la voce italiana più amata nel mondo.“Laura ha espresso il desiderio di stare più a contatto con il suo pubblico e insieme a lui poter creare un percorso musicale più intimo, fatto di canzoni e aneddoti che ha vissuto dall’inizio della carriera fino ad oggi – dice Ferdinando Salzano di F&p Group – ci ha chiesto di ricreare un teatro dentro i palasport e abbiamo deciso di seguire questa linea artistica perché, come vedrete, con le sue canzoni, la nuova grande band con la sua carismatica personalità ci proporrà uno spettacolo unico e molto emozionante”.
Per chiudere l’anno è pronto un Greatest Hits che raccoglie i brani più famosi della carriera di Laura Pausini, alcuni duetti internazionali,collaborazioni esclusive e alcune speciali tracce inedite.

Call Center TicketOne

892.101

Il costo massimo da rete fissa è di € 1/Min (I.V.A. esclusa senza scatto alla risposta). Per scoprire tutti i costi e i dettagli del servizio clicca qui.

LU-VE ore 8-21
SA ore 9-17,30
DO chiuso

Piazzale dello Sport, 1

tel. 06 540901



Konstantin. L’editto di Costantino 1700 anni dopo

Dal 29 Novembre 2013 al 12 Gennaio 2014

konstantin_l_editto_di_costantino_1700_anni_dopo_large

Ai Mercati di Traiano,sarà inaugurata il 29 novembre 2013 la mostra “Konstantin. L’editto di Costantino 1700 anni dopo”, e resterà aperta al pubblico fino al 12 gennaio 2014. Per la prima volta in Italia saranno esposte 49 incisioni dell’artista serbo Veljko Mihajlović. Si tratta di opere che l’artista ha realizzato nel 2012 mediante la tecnica della grafica d’arte, tipica di questo autore. Le grafiche appartengono al ciclo dedicato a Costantino ed Elena costituito in tutto da 80 opere realizzate ad acquatinta. Questa mostra vuole aggiungere un ulteriore tassello a quel dialogo intenso iniziato tra Italia e Serbia sul piano dell’arte visiva, dialogo che ha visto la Serbia protagonista nel proporre al pubblico italiano i suoi migliori artisti contemporanei.Nella sua opera Veljko Mihajlović rappresenta ” Costantino il Grande ” e sua madre Elena, traendo la sua ispirazione dagli  affreschi delle numerose  Chiese e dei Monasteri che l’artista ha visitato durante i suoi viaggi tra la Serbia e l’Italia, così come  in Albania, Macedonia, Montenegro, Romania e Ungheria. Nelle sue grafiche tornano i profili che lo suggestionarono nel corso di quelle visite. Questa mostra vuol celebrare un momento storico cruciale durante il quale viene sancita per tutti la libertà di espressione religiosa. Per raccontare questa visione mistica l’artista sceglie la figura dell’Imperatore cristiano per eccellenza, associata  nell’iconografia del culto, alla madre Elena, colei che nel corso di un viaggio a Gerusalemme, avrebbe scoperto miracolosamente la Vera Croce. Ogni grafica viene raffigurata nel proprio sito originale, all’interno della chiesa o del monastero. In esposizione è possibile ammirare anche cinque stampe dedicate alle scene più famose della Sala di Costantino delle Stanze di Raffaello ai Musei Vaticani.

Da martedì a domenica ore 9.00 – 19.00; chiuso lunedì.
La biglietteria chiude un’ora prima
Chiuso il 25 dicembre e 1° gennaio.



Il Mercatino di Beneficenza agli studios di via Tiburtina “insieme per donare un sorriso”

mercatino-di-beneficenzaDomenica 1° Dicembre 2013

Studios-Stabilimenti Cinematografici di Via Tiburtina 521, Roma
Una giornata all’insegna dello shopping, dell’intrattenimento e della solidarietà  in favore di CABSS Onlus – Centro Assistenza per Bambini Sordi e Sordociechi.Dalle 10 alle 19, uno dei teatri degli Studios ,si trasformerà in un mercatino di abiti, scarpe, borse, sciarpe, guanti, foulard, oggetti ed accessori nuovi ed usati. Il ricavato verrà devoluto a CABSS per sostenere le numerose iniziative che la Onlus costantemente svolge per aiutare i bambini sordi e sordociechi. Grazie alla raccolta realizzata da Garage 142, saranno disponibili articoli di vario genere offerti generosamente dai molti donatori che hanno compreso l’importanza delle attività della Onlus e la necessità costante di implementare il supporto ai bambini sordi e sordociechi. Durante la giornata sarà inoltre possibile visitare gli Studios, solitamente chiusi al pubblico, e i bambini potranno divertirsi grazie agli spettacoli di animazione e alle mini passeggiate a cavallo.

Studios-Stabilimenti Cinematografici di Via Tiburtina 521 Roma