Monthly Archives: December 2015



Nonostante il Giubileo -30% di fedeli da Papa Francesco a dicembre

data-width="100%"
data-ratio="655/437"
data-allowfullscreen="true"
data-nav="thumbs"
data-thumbmargin="10"
data-thumbborderwidth="3"
data-glimpse="0"
data-keyboard="false"
data-fit="scaledown"
data-click="false"
data-hash="false"
data-loop="true"
> data-img="http://th.06blog.it/R89kOyCkkC9XRlC0tC6zijsilTs=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/3/3c4/gettyimages-500413310_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/8qDzpPtbDM-WRhbTC9eMRyK-rQE=/64x64/http://media.06blog.it/3/3c4/gettyimages-500413310_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/uy1C1-2XpYm48lMZVxuIfpk3cCA=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/3/3c4/gettyimages-500413310_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/3/3c4/gettyimages-500413310_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/GXTxU0au0AuT701lR8IxaJTggWY=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/0/097/gettyimages-500405000_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/jTHNI23bb6H6r-ixt9bLypFiqdk=/64x64/http://media.06blog.it/0/097/gettyimages-500405000_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/fabEDrC1nNqvihPXO2ZGFetl2oI=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/0/097/gettyimages-500405000_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/0/097/gettyimages-500405000_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/ORQtuzP-EKfFzfDMpbEYzBjl_-U=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/7/740/gettyimages-500405832_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/Wdg7U0JetMHlaLeYCeGF8YjApJM=/64x64/http://media.06blog.it/7/740/gettyimages-500405832_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/IDtrUX5M8Nq5fkxnk4A3fIPC9dM=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/7/740/gettyimages-500405832_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/7/740/gettyimages-500405832_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/g5BUtJs5oyJBKmMpuyuD7XUlldk=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/4/4a5/gettyimages-500406686_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/wYJrHm-XWLa_weSde2q-kUkHS8Q=/64x64/http://media.06blog.it/4/4a5/gettyimages-500406686_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/MDOdIpGCKNMSN2JjWm1UYR_D0hI=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/4/4a5/gettyimages-500406686_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/4/4a5/gettyimages-500406686_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/WsNZYXzqgDkppN3z6iO8gR3T8mM=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/f/fac/gettyimages-500411114_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/g0_0XoMRTQCqApLegJa8PKrXmLM=/64x64/http://media.06blog.it/f/fac/gettyimages-500411114_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/JKOQkE5mZCYGI5QHgUFPkBMzCaw=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/f/fac/gettyimages-500411114_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/f/fac/gettyimages-500411114_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/O0IfqDGRDkypMzly3x8dQYRsdMc=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/a/a84/gettyimages-500413990_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/uZs3Su0picjQ05aG__2vW72WcU8=/64x64/http://media.06blog.it/a/a84/gettyimages-500413990_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/gC5Mv19QbNCF3lg11kJhgW-45HM=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/a/a84/gettyimages-500413990_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/a/a84/gettyimages-500413990_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/Wj4vXRrYgksW8ZMAGYUTpFARud4=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/e/eb1/gettyimages-501531908_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/2tfMz6PCbSv2tEF5EgtRQLahuS4=/64x64/http://media.06blog.it/e/eb1/gettyimages-501531908_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/tyzXo4VVn-eZlWYCdiggItdwkM0=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/e/eb1/gettyimages-501531908_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/e/eb1/gettyimages-501531908_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/fHIibSCKKArc_jo7ilwH1T-vuU8=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/a/a9e/gettyimages-501876534_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/gbD9tTgzLgYjCjHkK0Gt5UCwAQk=/64x64/http://media.06blog.it/a/a9e/gettyimages-501876534_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/a7HsAu-_UimzRMM0o7i0G9RaA38=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/a/a9e/gettyimages-501876534_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/a/a9e/gettyimages-501876534_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/DIITsFrjbdD86Qy89D5lH0vZPz8=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/5/512/gettyimages-502431920_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/d86DhNz_ikmuqioFtDlOHTh5bEc=/64x64/http://media.06blog.it/5/512/gettyimages-502431920_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/rcuKeDU4UR3OCsoBRzNwFfquJhA=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/5/512/gettyimages-502431920_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/5/512/gettyimages-502431920_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/JswkpBOc6EehEc5a0oDe8h3CuLg=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/8/81e/gettyimages-502432202_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/gfiNVMz8bVBOpDg2dGhSZMRy3mo=/64x64/http://media.06blog.it/8/81e/gettyimages-502432202_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/5Tnm_QFyGsdSqCNXk6bbywm7oko=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/8/81e/gettyimages-502432202_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/8/81e/gettyimages-502432202_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/NK5y7-1fwBdTI1hNTAnJ9dNtn6M=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/c/c9b/gettyimages-502432970_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/NzCApk973d9QJuA4LClNCmmPSUc=/64x64/http://media.06blog.it/c/c9b/gettyimages-502432970_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/Y_kEFfl1eD3rcqkpHX7aTRAFesc=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/c/c9b/gettyimages-502432970_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/c/c9b/gettyimages-502432970_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/igb7Pmz12EWnPOE19nlXlsJhIMk=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/e/e3d/gettyimages-502442172_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/FPU-0zvZiw3_m1m-GQp42UEhjUo=/64x64/http://media.06blog.it/e/e3d/gettyimages-502442172_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/bcFaP2MKxFBRLTWsb8ctVcs1JWw=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/e/e3d/gettyimages-502442172_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/e/e3d/gettyimages-502442172_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/E3GcKrpi5leWZ_5SUHpw82omF7M=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/0/05e/gettyimages-502442182_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/wsIzULUvgATid7paMbqa3DbMrjs=/64x64/http://media.06blog.it/0/05e/gettyimages-502442182_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/Iv-udkVaDpl39lSs2G6md1AivfU=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/0/05e/gettyimages-502442182_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/0/05e/gettyimages-502442182_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/uI2nrYsqyYGxVv6jEN8yNw6XSQ8=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/c/c3c/gettyimages-502443430_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/jyagafMrTvYHgti8xwMMTaXVp3w=/64x64/http://media.06blog.it/c/c3c/gettyimages-502443430_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/eiaY9rY1pXevuuwz3XoLQ9Hgsjs=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/c/c3c/gettyimages-502443430_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/c/c3c/gettyimages-502443430_master.jpg"
data-desc="">

data-img="http://th.06blog.it/2wzR0Nylmqp_Mh73ecJtpYzT7F4=/fit-in/655x437/http://media.06blog.it/0/0c5/gettyimages-502443452_master.jpg"
data-thumb="http://th.06blog.it/Fpammmajshenysf25W-V9Omr5WI=/64x64/http://media.06blog.it/0/0c5/gettyimages-502443452_master.jpg"
data-full="http://th.06blog.it/j9GvCJhhFG2bW43xGTc1JE6o4sA=/fit-in/origx800/http://media.06blog.it/0/0c5/gettyimages-502443452_master.jpg"
data-orig="http://media.06blog.it/0/0c5/gettyimages-502443452_master.jpg"
data-desc="">

La Prefettura della Casa pontificia ha fornito oggi i dati sui fedeli che hanno partecipato agli incontri pubblici con Papa Francesco in questo mese di dicembre 2015 ed è merlo che sono stati 324mila, circa il 30% in meno rispetto a dicembre 2014 quando invece furono 461mila. Non c’è stato dunque un effetto Giubileo al rialzo, ma semmai al ribasso.

I dati della Prefettura della Casa pontificia si basano sui biglietti e le registrazioni di persone e comitive per gli eventi quali udienze, celebrazioni liturgiche e recita dell’Angelus. Non includono dunque i pellegrini che vengono per passare sotto la Porta Santa anche se è molto probabile che la maggior parte dei pellegrini che arrivano da fuori Roma associalo il transito giubilare a uno degli incontri con il Papa e che dunque sia registrato dalla Prefettura.

prosegui la lettura

Nonostante il Giubileo -30% di fedeli da Papa Francesco a dicembre pubblicato su 06blog.it 31 dicembre 2015 13:50.



Capodanno 2016: Roma blindata per il rischio attentati. Botti vietati

Capodanno 2016 a Roma | Allerta | Attentati | Botti vietati

Il Capodanno 2016 a Roma sarà blindassimo. Oggi, nella notte di San Silvestro, in giro per la Capitale ci saranno almeno 800 uomini delle forze dell’ordine e più di 750 vigili urbani. Per accedere al Circo Massimo, dove è in programma il concertone con Edoardo Bennato e i Negramaro, occorrerà sottoporsi ai controlli effettuati con il metal detector, inoltre bottiglie di vetro e fuochi d’artificio o petardi sono vietati.

A proposito dei botti, a Roma non c’è un’ordinanza ad hoc che ne vieta l’utilizzo come è avvenuto invece in molte altre città italiane, ma il divieto è implicito nella normativa vigente che prevede “il divieto di spari in luogo pubblico e l’accensione di artifizi pirotecnici in ambito urbano, che deve essere autorizzato dall’Autorità di Pubblica Sicurezza”.

prosegui la lettura

Capodanno 2016: Roma blindata per il rischio attentati. Botti vietati pubblicato su 06blog.it 31 dicembre 2015 11:36.



IL CAPODANNO E LA TAVOLA DELLE FESTE ROMANE

Lasciamo da parte ricette esotiche o estremamente ricercate e festeggiamo il Capodanno con menu dedicato alla tradizione romana rispolverando piatti antichi della tavola delle feste, che portano con sé racconti e suggestioni e vogliono essere propiziatori per il nuovo anno.

Il menu del primo dell’anno delle tavole romane è abbondante, ricco, conviviale e frizzante. La tradizione impone che si inizi con un leggero brodo di gallina, un antipasto all’italiana con prosciutto, salame, olive, carciofini, funghetti e sott’aceti vari, per passare ad un primo piatto di lasagne o di ravioli di carne o di ricotta.

A volte i ravioli sono conditi con sugo di pomodoro e carne che viene servita in umido o fatta a fette con contorno di spinaci o carciofi alla romana e anticipata dalla gallina lessa accompagnata con un contorno di gobbi alla parmigiana.

Si chiude il primo con un assaggio di lenticchie della sera precedente. Il secondo prevede l’abbacchio al forno con patate aromatizzate con aglio e rosmarino, insalata mista e formaggi vari.

Il tutto si conclude con i dolci della tradizione romana quali il pangiallo ed il torrone romano. E poi frutta di stagione: mele, arance e mandarini. Unico strappo un grappolo d’uva che insieme alle lenticchie sono da sempre considerate ben auguranti. Infine mandorle, datteri e noci ed un brindisi con lo spumante.



Capodanno a Roma: 650 vigili urbani faranno gli straordinari

sciopero vigili Roma 12 febbraio 2015

Non si ripeterà quanto accaduto lo scorso Capodanno a Roma, con il forfait dell’80% dei vigili urbani in una delle notti più complicate dell’anno. Non si ripeterà ma non è ancora detto che la situazione sarà del tutto tranquilla. Il Comandante della Polizia Locale Raffaele Clemente ha annunciato che 650 vigili urbani hanno già “confermato la loro partecipazione ai servizi relativi alle due giornate” del 31 dicembre e del 1 gennaio, e il numero è destinato a crescere in queste ore.

A scongiurare un black-out come quello dello scorso anno, oltre agli strascichi giudiziari e disciplinari di quella vicenda, anche una maggior chiarezza per quanto riguarda gli straordinari pagati, con circa 15 € in più l’ora.

prosegui la lettura

Capodanno a Roma: 650 vigili urbani faranno gli straordinari pubblicato su 06blog.it 29 dicembre 2015 12:52.



Domenica 3 gennaio 2016, ingresso gratuito nei musei civici per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana

editoriale_670Anche con il nuovo anno si rinnova l’occasione per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana di visitare gratuitamente la prima domenica del mese (3 gennaio 2016) i grandi e piccoli Musei Civici.

Oltre alla collezione permanente di ciascun museo, si potrà inoltre approfittare di visitare le mostre temporanee attualmente in corso (maggiori informazioni sulle mostre).

Non rientrano nelle gratuità la mostra dedicata a Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis, la mostra Renzo Arbore – Videos, radios, cianfrusaglies. “Lasciate ogni tristezza voi ch’entrate” e le attività del Planetario Gonfiabile di Technotown.

INFO
www.museiincomuneroma.it



Baroque Roman Evening: Concert in a Church

The dome of Sant'Agnese in Agone in Rome's skyline

The dome of Sant’Agnese in Agone in Rome’s skyline

There are many churches and palazzos to visit in Rome. In most of them, you’ll walk through to admire artwork or to see a relic. In some, however, you can enjoy the spectacular acoustics by attending a concert in a Roman church.

There are two places in Rome in particular that regularly host evenings of Baroque music. The Church of Sant’Agnese in Agone is a Baroque masterpiece of architecture, built in the 17th century and opening onto Piazza Navona. The Baroque interior of the church is the ideal setting for Baroque concerts, which take place inside the church. You’ll get a one-hour tour of the church before settling in to hear a performance of Baroque music. You can even add a 3-course dinner as part of your evening out.

Another location for Baroque concerts is the Palazzo Doria Pamphilj, home to a wonderful collection of art and also – still – the private residence of the prominent Doria Pamphilj family. The family has been collecting art for hundreds of years, and much of it is on display. An evening at the palazzo includes a one-hour tour of the incredible art collection (focusing on the Baroque masters, including Caravaggio) and a Baroque musical performance.

Experiencing a concert of period music in a place built when that music was modern is an excellent way to time travel during your visit to Rome.

- Jessica Spiegel

Baroque Roman Evening: Concert in a Church from Viator Rome



Notte di S. Silvestro in periferia 2015, il Capodanno nelle stazioni metro

Per la Notte di San Silvestro 2015 l’Amministrazione Capitolina propone a tutti i romani e ai turisti 4 eventi speciali dislocati in prossimità delle fermate delle Linee A e B della metropolitana Anagnina, Battistini, Laurentina, Rebibbia.

GENNARO COSMO PARLATO_1Spazi metropolitani vissuti quotidianamente dai cittadini che saranno opportunamente trasformati per l’occasione festiva anche con allestimenti speciali ed interventi di arte urbana ricchi di suggestioni visive e sonore e che ospiteranno spettacoli ed eventi dedicati al pubblico di tutte le età.

PROGRAMMA ANAGNINA

PROGRAMMA BATTISTINI

PROGRAMMA LAURENTINA

PROGRAMMA REBIBBIA



Roma, targhe alterne il 28 e 29 dicembre: orari e informazioni

Metro-C-Roma-Pantano-Centocelle

26 dicembre 2015 – Nonostante le proteste di molti cittadini soprattutto in seguito alla chiusura della metro per oltre mezza giornata nel giorno di Natale, è stato confermato che lunedì 28 e martedì 29 dicembre a Roma ci sarà la circolazione a targhe alterne per contrastare i livelli eccessivi ci polveri sottili nell’aria, visto che neanche il meteo viene in aiuto poiché non pioverà almeno fino a Capodanno.

Lunedì 28 dicembre si fermeranno nella fascia verde dalle 7:20 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 20:30 gli autoveicoli e i motoveicoli con targa dispari.

Martedì 29 dicembre lo stop nella stessa fascia oraria è per ai veicoli con targa pari.

prosegui la lettura

Roma, targhe alterne il 28 e 29 dicembre: orari e informazioni pubblicato su 06blog.it 26 dicembre 2015 14:25.



Il Natale nella cucina romana

Roma
In questi giorni di festa non possiamo non parlare del cibo, grande protagonista nelle case romane. Il Natale, infatti, è un’occasione per riunirsi in famiglia e condividere i piaceri della tavola.

I pranzi e le cene vanno preparati con cura, per questo motivo si comincia la preparazione già diversi giorni prima. Ma cosa troviamo sulle tavole dei romani?

Varie_Spaghetti alle Vongole_24 FQIl menu del cenone è solitamente composto da un’antipasto che prevede gamberetti sgusciati, polipetti, anguilla marinata e sottaceti; un primo che consiste in un brodo d’arzilla e negli spaghetti con le vongole veraci; un secondo che prevede pesce arrosto o gamberoni sgusciati accompagnati dagli immancabili contorni composti dai fritti. Rigorosamente cavolfiori o broccoli, carciofi, filetti di zucchine, gobbi, filetti di baccalà, patate, mele e ricotta.

La cena si conclude con mandarini, arance, clementine, frutta secca, noci e nocciole, e poi i dolci tradizionali quali il Pangiallo e il torrone.

Il 25 dicembre la tradizione impone un menu non meno ricco: stracciatella o cappelletti alla romana in brodo seguiti dal cappone in brodo con una salsa aromatica a base di prezzemolo, acciughe, aceto, capperi, aglio mollica di pane e olio; le cotolette d’abbacchio impanate ed accompagnate dal fritto vegetale, dalla cicoria ripassata in padella o dai gobbi lessati e ripassati nel burro e parmigiano. Il tutto si conclude con la frutta di stagione ed i dolci: il pangiallo ed il torrone. Il pangiallo romano, in particolare, ha origini antiche, risalenti, addirittura, alla Roma imperiale. Si usava preparalo e distribuirlo nel giorno del solstizio d’inverno come buono auspicio per il ritorno delle lunghe giornate di sole, forma che ricorda un pò questo dolce.

In passato il cenone e del pranzo di Natale prevedeva che a tavola ci fosse rigorosamente ilfritti pesce, preferibilmente di piccola taglia. Nella notte tra il 23 ed il 24 dicembre i romani si recavano pertanto al mercato del pesce, chiamato cottio, che nella Roma Papale si svolgeva al Portico d’Ottavia nel ghetto ebraico. Pio VII lo volle trasferire in una pescheria in via delle Coppelle, dove rimase sino alla Unità d’Italia, quando si spostò a San Teodoro e, nel 1927, ai Mercati Generali. Il cottio quindi sopravvisse alle vicissitudini storiche di Roma e divenne nel tempo un avvenimento caratteristico che richiamava viaggiatori illustri, gentiluomini e dame in abito da ballo. La tradizione del cenone e del pranzo di Natale è rimasta viva nelle famiglie romane. Se andiamo a rispolverare i menu tradizionali scopriamo come il pesce e le verdure di stagione erano le protagoniste, accompagnate dai dolci della tradizione.



Il Natale nella cucina romana

In questi giorni di festa non possiamo non parlare del cibo, grande protagonista nelle case romane. Il Natale, infatti, è un’occasione per riunirsi in famiglia e condividere i piaceri della tavola.

I pranzi e le cene vanno preparati con cura, per questo motivo si comincia la preparazione già diversi giorni prima. Ma cosa troviamo sulle tavole dei romani?

Varie_Spaghetti alle Vongole_24 FQIl menu del cenone è solitamente composto da un’antipasto che prevede gamberetti sgusciati, polipetti, anguilla marinata e sottaceti; un primo che consiste in un brodo d’arzilla e negli spaghetti con le vongole veraci; un secondo che prevede pesce arrosto o gamberoni sgusciati accompagnati dagli immancabili contorni composti dai fritti. Rigorosamente cavolfiori o broccoli, carciofi, filetti di zucchine, gobbi, filetti di baccalà, patate, mele e ricotta.

La cena si conclude con mandarini, arance, clementine, frutta secca, noci e nocciole, e poi i dolci tradizionali quali il Pangiallo e il torrone.

Il 25 dicembre la tradizione impone un menu non meno ricco: stracciatella o cappelletti alla romana in brodo seguiti dal cappone in brodo con una salsa aromatica a base di prezzemolo, acciughe, aceto, capperi, aglio mollica di pane e olio; le cotolette d’abbacchio impanate ed accompagnate dal fritto vegetale, dalla cicoria ripassata in padella o dai gobbi lessati e ripassati nel burro e parmigiano. Il tutto si conclude con la frutta di stagione ed i dolci: il pangiallo ed il torrone. Il pangiallo romano, in particolare, ha origini antiche, risalenti, addirittura, alla Roma imperiale. Si usava preparalo e distribuirlo nel giorno del solstizio d’inverno come buono auspicio per il ritorno delle lunghe giornate di sole, forma che ricorda un pò questo dolce.

In passato il cenone e del pranzo di Natale prevedeva che a tavola ci fosse rigorosamente ilfritti pesce, preferibilmente di piccola taglia. Nella notte tra il 23 ed il 24 dicembre i romani si recavano pertanto al mercato del pesce, chiamato cottio, che nella Roma Papale si svolgeva al Portico d’Ottavia nel ghetto ebraico. Pio VII lo volle trasferire in una pescheria in via delle Coppelle, dove rimase sino alla Unità d’Italia, quando si spostò a San Teodoro e, nel 1927, ai Mercati Generali. Il cottio quindi sopravvisse alle vicissitudini storiche di Roma e divenne nel tempo un avvenimento caratteristico che richiamava viaggiatori illustri, gentiluomini e dame in abito da ballo. La tradizione del cenone e del pranzo di Natale è rimasta viva nelle famiglie romane. Se andiamo a rispolverare i menu tradizionali scopriamo come il pesce e le verdure di stagione erano le protagoniste, accompagnate dai dolci della tradizione.