Monthly Archives: March 2014



Arrestato per flatulenze al cinema


Fermato perché si è lasciato scappare un peto in pubblico di troppo, minacciando “la sicurezza pubblica”. E’ successo al cinema Giulio Cesare.

Un uomo di circa 30 anni è stato arrestato al cinema Giulio Cesare durante la proiezione del film in seconda serata. La causa è sconcertante.

Avrebbe «messo in pericolo la sicurezza pubblica» per una flatulenza eccessiva scappatagli durante la visione del film. Accusato dai vicini di posto, nonostante si fosse dichiarato “innocente”, è stato portato via di forza dalla sala. Attimi di tensione e di panico per la sgradevole situazione. In un primo momento, diverse persone avevano temuto la fuga di gas.

Ora il protagonista dell singolare reato rischia una sanzione per atti osceni, vandalismo e resistenza alle forze dell’ordine. Il giovane si è difeso dichiarandosi ancora innocente e rilanciando la colpa sui suoi accusatori. “Chi la sente la fa” avrebbe ripetuto uscendo in manette dal cinema. Qui le immagini sul sito ufficiale del cinema al momento dell’arresto.

Arrestato per flatulenze al cinema é stato pubblicato su 06blog.it alle 00:42 di martedì 01 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Ma è così buono il gelato di Grom?

Schermata 2014-03-31 alle 16.35.28

Ricominciano le file fuori dalle gelaterie, ci incuriosiscono quelle che si formano da Grom, secondo voi è davvero così buono?

La stagione dei gelati è definitivamente riaperta (ormai non si chiude nemmeno in inverno). E disfida del #gelatopiùbuonodiRoma riparte a spron battuto.

Mentre prepariamo un nuovo sondaggio aggiornato, e vi rimandiamo a quelli passati, cerchiamo di capire l’effetto Grom.

E’ davvero così buono il gelato, o il successo è figlio di una astuta campagna marketing. Voi che ne dite? Siate onesti, come sempre.

Ma è così buono il gelato di Grom? é stato pubblicato su 06blog.it alle 16:46 di lunedì 31 marzo 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Aumento per le strisce blu? Tutte le idee per salvare il bilancio romano

Roma-parcheggi-strisce-blu-586x390

Fra le varie ipotesi per rastrellare i soldi nel bilancio rosso di Roma, ecco la proposta di aumentare le strisce blu.

Mancano 200 milioni per chiudere la manovra di previsione 2014. Gli assessori hanno fatto notare alla collega al bilancio, Daniela Morgante, che con i tagli ipotizzati si chiudeva il Campidoglio e si sospendevano i servizi.

Ci sarà l’intervento sulla tassa di soggiorno (anche se l’assessore alle Attività produttive, Marta Leonori tenterà di fare passare la linea morbida, con un incremento fino a 5-5,5 euro per i cinque stelle) e sulla Cosap.

Del resto Marino lo aveva annunciato in una recente intervista: “Forse aumenteremo alcune tassazioni: ma penso alla tassa di soggiorno, soprattutto per gli alberghi più lussuosi, evitando invece nuove tasse per i romani”.

Peccato però che le spese per i romani non saranno evitate. Tra le varie le ipotesi di lavoro, infatti, c’è anche il ritocco del Pgtu (piano generale del traffico urbano) che prevede la possibilità di aumentare le tariffe delle strisce blu: da 1,20 euro all’ora (nella ztl, 1 euro nel resto della città, con l’agevolazione di soli 4 euro per 8 ore) potrebbe essere aumentata da un minimo di 1,5 euro a un massimo di 3 euro (all’interno delle Mura Aureliane).

Il piano articola differentemente la tariffa, sebbene intervenire sulle tariffe delle strisce blu, oltre a provocare la cittadinanza, avrebbe un effetto mediocre anche come cifre: circa 4-5 milioni di euro in più, una cifra che non risolve certo i problemi del Campidoglio. Ci sono altre ipotesi, come quelle di aumentare il costo dei pass per la Ztl.

Infine, c’è il vero nodo principale da sciogliere: la Tasi sulla prima casa. Il sindaco Marino, prima di partire per Riad, ha ripetuto che «si farà il possibile per non aumentare la pressione fiscale».

Viene quindi appoggiata, per ora, la linea dell’assessore al Bilancio, che ha scritto una prima bozza di manovra con la Tasi molto bassa per la prima casa, al 2 per mille (a Milano puntano sul 2,5). Di fronte alla rivolta degli assessori, ma sarà durissima difendere questa linea fino in fondo.

Oggi, intanto, riparte il percorso del decreto Salva Roma (senza il quale il Campidoglio andrebbe al default) in commissione bilancio, alla Camera: saranno esaminati i primi tre articoli di un decreto che comunque riguarda tutti gli enti locali.

Aumento per le strisce blu? Tutte le idee per salvare il bilancio romano é stato pubblicato su 06blog.it alle 15:51 di lunedì 31 marzo 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Protesta sulla Cupola di San Pietro, ancora lui

Imprenditore sale su cupola San Pietro,è la 4/a volta

Non è Spiderman, ma gli assomiglia. Per la quarta volta Marcello Di Finizio è salito sulla cupola di San Pietro per protestare con uno striscione.

Seconda notte lassù per l’imprenditore triestino che sabato pomeriggio ha “scalato” per la quarta volta la cupola di San Pietro per lanciare il suo appello a papa Francesco e al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Il 47enne, titolare di un locale sul lungomare di Trieste, si è seduto su una delle finestre del Cupolone per manifestare contro la legge Bolkestein che lo avrebbe ridotto sul lastrico.

È rimasto seduto sulla finestra anche durante l’Angelus domenicale di Papa Francesco. Gli sono state consegnate medicine di primo soccorso per cercare di curare il taglio che probabilmente si è procurato scavalcando la balaustra (posizionata da poco proprio per evitare gesti come il suo). Per calarsi sulla finestra della basilica.

Sergio Pizzolante, Vicecapogruppo Ncd Camera, in una nota fa sapere:

“Ho parlato con Marcello Di Finizio. Mi sembra che la situazione sia alquanto difficile se non drammatica. Siamo tutti pronti ad aiutarlo. Ho attivato tutti i canali ministeriali sia per quanto riguarda la sicurezza, sia per ciò che riguarda le competenza sul demanio. E’ però fondamentale che il Comune di Trieste non tolga la concessione.

Per quanto riguarda la morosità e gli arretrarti è necessario lavorare per una rateizzazione che consenta a Marcello Di Finizio di reimpostare la sua attività imprenditoriale e ripartire. Siamo impegnati a trovare una soluzione a breve. Ho detto a Marcello, però, che non tutto si potrà risolvere in poche ore e quindi è necessario che lui scenda dalla Cupola e non faccia gesti inconsulti. Ci vorranno giorni, infatti, per delineare una soluzione e la sua permanenza è incompatibile con i tempi, seppur brevi, che saranno necessari”.

Fonte e Foto ANSA

Protesta sulla Cupola di San Pietro, ancora lui é stato pubblicato su 06blog.it alle 13:35 di lunedì 31 marzo 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Atac: Minibus elettrici sospesi

ITALY-CHRISTMAS-BUS-ROME

Fermi i minibus elettrici. Sospesi a causa di un contenzioso tra l’azienda di trasporti pubblici della Capitale e un suo fornitore: Interruzione del servizio.

Atac annuncia che da oggi “sono sospese le linee di 116, 117, 119 e 125″. I piccoli autobus elettrici tanto utili in centro, sono stati fermati. Non si sa per quanto. E il bello è che poi fanno i blocchi del traffico per inquinamento…

La flotta dei sessanta veicoli ecologici, tanto amati dai romani, resterà in deposito finché la vertenza con Tecnobus, fornitore dei servizi di assistenza, non troverà una soluzione.

Solita storia di fatture non pagate, batterie a terra ed interruzione di pubblico servizio, che ricade sui cittadini. “Le località raggiunte dalle suddette linee saranno servite – garantendo le stesse destinazioni – dalla rete ordinaria di bus, tram e metropolitana”, fa sapere l’Agenzia per la mobilità.

Ed ecco i percorsi e mezzi sostitutivi, che vengono suggeriti:

Linea 116: i collegamenti tra il parcheggio del Gianicolo e il Centro saranno garantiti dalle linee 115 e 870; tra le zone di via Giulia e di corso Vittorio e via del Tritone saranno utilizzabili le linee bus 62 e 492. Al ritorno tra via del Tritone e la zona di Monte Brianz e corso Rinascimento puo’ essere utilizzata la linea 492 o, da piazza Venezia, le linee 70, 81 e 628; tra via del Corso, via del Tritone e Villa Borghese può essere utilizzata la linea 160. Linea 117: tra San Giovanni, via Claudia e il Colosseo potranno essere utilizzate in alternativa le linee 81 e 673; tra San Giovanni e i Fori l’intera rete bus e tram ordinaria: 3-53-85-87-571-810; dall’ospedale Addolarata potrà essere utilizzata la linea 81 in via della Navicella.

Piazza di Spagna-S.Giovanni in metrò
Ancora per la Linea 117: La zona di via Milano e il collegamento tra Cavour-via Milano, il Traforo e il Tritone sarà garantito dalla linea 71 mentre la zona di piazza di Spagna, il Babuino e piazza del Popolo sarà raggiungibile con la linea A della metropolitana. Al ritorno in direzione di San Giovanni, la metro A garantirà il collegamento diretto da piazza del Popolo mentre per raggiungere da Corso e Tritone le zone dell’Esquilino e di via Cavour potrà essere utilizzata la linea 71. La linea 70 garantirà lo stesso collegamento da piazza Venezia.

Dieci linee bus per via del Corso
Lungo il tragitto della navetta Linea 119 via del Babuino, piazza di Spagna e piazza del Popolo saranno raggiungibili utilizzando la metro A mentre da largo Argentina e piazza Venezia si potrà raggiungere via del Corso e via del Tritone utilizzando l’intera offerta ordinaria della retr bus di superficie: 160-175-492-53-62-80-80B-83-85-63. Il collegamento tra via Tomacelli e Cavour sarà garantito dalle linee 81-913-926-125 . Per raggiungere Trastevere dal parcheggio di scambio di via delle Mura Portuensi si potrà utilizzare in alternativa la linea 125 in transito in viale Trastevere. La stessa linea 115 si potrà utilizzare per raggiungere la zona a traffico limitato di Trastevere mentre la tratta di percorso compresa tra il lungotevere della Farnesina e il parcheggio di scambio di Trastevere sarà servita dalle linee 23-271-280.

Atac: Minibus elettrici sospesi é stato pubblicato su 06blog.it alle 12:35 di lunedì 31 marzo 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






App On

 app

I giovani sviluppatori e le piccole e medie imprese possono partecipare a questo bando per sviluppare nuove piattaforme e applicazioni per Smartphone e Tablet per favorire il turismo e l’economia. I progetti vengono finanziati fino a 40 mila euro.

Obiettivo generale:
Promuovere la progettazione e lo sviluppo di piattaforme ed applicativi per Smartphone e Tablet proposti da giovani sviluppatori, attraverso il finanziamento dei costi di realizzazione di un prototipo di “App” in fase beta.

Ogni progetto potrà ricevere un contributo massimo di 40 mila euro.
Le idee-progetto dovranno essere originali, quindi non una semplice riproposizione o una variante di “App” con funzionalità ampiamente disponibili negli store; e dovranno essere innovative in termini di sperimentazione di nuove modalità di interazione e utilizzo, come:
• interfacce adattive basate sul contesto;
• nuove metafore per la geolocation (es., meteorologia);
• fisica e design (nuove frontiere della “user experience”);
• utilizzo avanzato delle tecnologie multitouch;
• sensoristica, social web e Bigdata.

Le App dovranno essere commerciabili/disponibili e avere una roadmap di sviluppo compatibile con la tempistica prevista dal bando.
Stanziamento complessivo: 2 milioni di euro

Possono partecipare:
• giovani sviluppatori con 35 anni di età non ancora compiuti alla data di presentazione dell’idea-progetto;
• piccole e medie imprese (PMI) attive nel settore del digitale nella Regione Lazio;
• “mentor” affermati disponibili ad affiancare i giovani sviluppatori con la loro esperienza in ambito business coaching.
Modalità di presentazione:
Fase 1 (fino al 31 maggio 2014):
• i giovani sviluppatori dovranno inviare le idee-progetto;
• le PMI dovranno inviare la manifestazione di interesse;
• i Coach (mentor) dovranno inviare la manifestazione di interesse.

Fase 2
• le 70 idee-progetto selezionate verranno proposte alle PMI candidate ad ospitarle;
• l’incontro tra un giovane sviluppatore e l’impresa verrà favorito dai “Coach”;
• le PMI “incubatrici”, una volta individuate le idee-progetto di interesse, presenteranno la domanda di contributo per la realizzazione del prototipo.

Progetti finanziabili: sono finanziabili i progetti che potranno essere dedicati alla realizzazione di “App” per Tablet o Smartphone dedicati a:
• fruizione del territorio del Lazio per fini turistici e per la valorizzazione e lo sviluppo dell’economia locale (context aware mobile commerce, ecc.);
• smart city e resilient city (civic App);
• energia ed efficienza energetica, uso intelligente di risorse;
• social business, social learning e humanistic management;
• social media abilitanti per smart communities;
• game e gamifications;
• wearable technology e Realtà Aumentata.

Spese ammissibili:
• consulenze specialistiche (capo progetto, architetto applicativo, esperti tematici,designer e creativi);
• costi relativi all’infrastruttura tecnologica strettamente commisurati alla durata del progetto (canoni di affitto per servers, tariffe per traffico, servizi geografici, meteorologici, personale tecnico, system management, trasporti, mezzi tecnici, sensori, piccole interfacce, droni, ecc.);
• costi interni della società (personale, attrezzature, ecc.);
• compenso per il giovane programmatore nella misura massima del 40% del costo di produzione complessivo ammissibile;
• rimborso spese per il Coach entro il limite massimo di 4mila euro;
• spese generali nella misura del 5% del costo di produzione complessivo ammissibile.
• costi relativi al materiale/servizi necessari ad individuare finanziatori e/o investitori e venture capitalist per ulteriori sviluppi dell’applicazione.

Tipologia delle agevolazioni: il contributo massimo per ogni progetto è di 40mila euro.
Le agevolazioni saranno erogate in un’unica soluzione.
Durata massima del progetto: 6 mesi
Le idee-progetto dei giovani sviluppatori, le manifestazioni d’interesse delle Pmi incubatrici e quelle dei Coach dovranno essere inoltrate alla Filas mediante raccomandata fino al 31 maggio 2014.

 

Maggiori info su http://www.regione.lazio.it/europaimprese/startup/app-on.php



La Regina Elisabetta a Roma: il 3 aprile 2014 da Giorgio Napolitano a Papa Francesco

Roma si prepara a ricevere la visita di stato della Regina Elisabetta, a colazione con Napolitano, in Vaticano da Papa Francesco, giovedì 3 aprile 2014.

Con aprile alle porte, Roma non ha tempo per il ‘dolce dormire’ del proverbio popolare, incoraggiato dal jet-lag da ora legale che narcotizza, perché il calendario degli eventi affollati incalza, inaugurato dalla visita dei regali d’Inghilterra.

Commonwealth Day Observance Service Held At Westminster Abbey

La Regina Elisabetta (88 anni il 21 aprile) accompagnata dal principe Filippo di Edimburgo (93 anni a giugno), giovedì 3 aprile 2014 si concede una una visita lampo nella capitale. Giusto il tempo di con colazione privata con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al Quirinale, e una visita a Papa Francesco in Vaticano.

Solo due appuntamenti in cinque ore per la quinta visita in Italia di Elisabetta, inaugurate dalle vacanze romane del 1951 (nel primo video), la quarta come regina d’Inghilterra salita al trono nel 1952, già rimandata lo scorso marzo a causa di una gastroenterite che l’aveva costretta al ricovero all’ospedale King Edward VII di Londra pochi giorni prima della partenza.

Quanto basta per blindare l’area dell’ambasciata inglese di via Venti Settembre e il piccolo di corteo di auto previste per la scorta della visita di Stato, più ridotta di quella del Presidente Americano Barack Obama, e soprattutto senza visite al Colosseo con rimozione delle bancarelle.

Abbastanza per continuare a collaudare le misure di sicurezza di una città che ha appena superato la tre giorni di Obama, ma si deve preparare a via Crucis di Papa Francesco, il giorno di Pasqua, il Natale di Roma del 21 aprile e la canonizzazione dei Beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, che il 27 porta a Roma qualcosa come 5 milioni di persone, rischiando di spostare anche l’incontro di calcio Roma-Milan, ma anche la manifestazione nazionale prevista per il 12 aprile.

La Regina Elisabetta a Roma: il 3 aprile 2014 da Giorgio Napolitano a Papa Francesco é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:42 di lunedì 31 marzo 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Atac: deviazione mobilità dal 31 marzo al 6 aprile 2014

La mobilità della capitale, torna on the road con cantieri, eventi, imprevisti, incidenti, e tutto quello che la devia, rallenta e ferma, da lunedì 31 marzo a domenica 6 aprile 2014.

Dopo un giretto con la flotta di bus e tram Roma Atac in servizio per le strade di Roma tra il 1988 e il 1994, torniamo ad oggi, lunedì 31 marzo con le linee dei mini bus elettrici 116, 117, 119 e 125, che servono zone del centro come piazza di Spagna, via del Corso, Trastevere e Monti, impraticabili ai bus, restano sospese a causa delle competenze sulle batterie, che creano la solita maretta tra Atac e la Teconbus che ha in gestione la manutenzione dei mezzi.

I lavori per la realizzazione delle complanari lungo il tratto urbano dell’A24, nelle notti tra il 31 marzo e il 4 aprile, tra le ore 22 e le 6, chiudono al traffico la tratta compresa tra lo svincolo del Grande Raccordo Anulare e lo svincolo di Ponte di Nona, e il tratto tra lo svincolo di Togliatti ed il Gra, per entrambi in tutte le direzioni di marcia, con possibili chiusure in corrispondenza del nodo di scambio tra A24 e Raccordo.

Sino al 4 aprile, i lavori notturni sui binari del tram 8, modificano l’orario delle ultime corse dei tram dai capolinea di Casaletto e piazza Venezia, anticipate rispettivamente alle 19.55 e alle 20.30, mentre per la durata dei lavori e dei bus navetta in servizio (sabato 5 e domenica 6 aprile), la linea H effettua tutte le fermate lungo la circonvallazione Gianicolense.

Atac Roma - Frida Kalho

Sempre sino a domenica 6 aprile, i lavori di sostituzione dell’armamento tranviario in circonvallazione Gianicolense, continuano a sostituire la linea 8 con bus:

- Dal 24 al 28 marzo e dal 31 marzo al 4 aprile: ultime corse dai capolinea da via Casaletto alle ore 19,55 circa e da piazza Venezia alle ore 20,30 circa, con istituzione di servizio sostitutivo bus su intero percorso fino alla fine del servizio
– Nei giorni 29 e 30 marzo e 5 e 6 aprile servizio sostitutivo bus per l’intera durata del servizio su tutto il percorso

Domenica la pedonalizzazione festiva di via dei Fori Imperiali, dalle 9 alle 19, torna a deviare le linee bus 75, 80, 85, 87 e 175, mentre Ostia mon amour ciclo-pedonalizza la domenica sul lungomare.

Roma - navetta elettrica villa borghese © 06blog

Al fine di migliorare il servizio, la linea H continua ad effettuare tutte le fermate in circonvallazione Gianicolense, in concomitanza del servizio sostitutivo della linea 8.

L’inizio della nuova viabilità su via Sannio/via Corfinio, programmata per la nuova fase si lavori sulla Metro C di Roma, è ancora in data da definire.

Online trovate anche l’il dossier Atac sui controlli effettuati per stimare chi non paga il biglietto dell’autobus o della metropolitana: numeri impressionanti.

La lettera di un passeggero denuncia il comportamento irresponsabile di un autista della linea Atac 44, il secondo sulla stessa linea, anche qui.

In anticipo sulla prossima settimana

Giovedì 10 aprile, la manifestazione del lavoratori della società Eutelia S.p.A., nei pressi del Ministero dello Sviluppo Economico, in via Molise, rischiano di causare disagi alla viabilità pubblica che privata della zona.

    I danni del maltempo continuano a deviare le linee:

    Sulla via Olimpica, tra Tor di Quinto e la galleria Giovanni XXIII, il transito dei veicoli avviene su una sola carreggiata percorribile in entrambe le direzioni, quindi sia verso Salaria/Nomentana/Tiburtina/San Giovanni che con destinazione stadio/galleria Farnesina/piazzale Clodio/galleria Giovanni XXIII/via Trionfale/Pineta Sacchetti. Chiuse le rampe di accesso, in direzione stadio, da Tor di Quinto e da Corso Francia.

    Chi prende la galleria Giovanni XXIII da via della Pineta Sacchetti, dalla Trionfale, da via Mario Fani e da via Pieve di Cadore, in direzione dell’Olimpico, deve fare attenzione perché la circolazione su una sola corsia comincia già all’interno del tunnel.

    La Panoramica è aperta su una sola carreggiata percorribile nei due sensi: la circolazione è possibile dalle 7 alle 23 e per le sole auto. La strada resta invece chiusa ai mezzi pesanti (sopra le 3 tonnellate e mezzo), a moto e motorini. In orario notturno, dalle 23 alle 7, Panoramica chiusa per tutti i veicoli.

    Resta poi la chiusura, in entrambi i sensi, della Trionfale tra via Carlo Evangelisti e via San Tommaso d’Aquino. Consentito il transito al solo traffico locale.

    - Linea 040:
    per un cedimento del manto stradale in via Turazza la linea, raggiunta via di Lunghezzina altezza via Gallesi, non effettua il capolinea Gallesi ma prosegue in via di Lunghezzina ed effettua inversione di marcia in via Guglielmo Cappa, da dove inizia la corsa di ritorno verso Ponte Mammolo. Nei festivi, stessa limitazione per la 041.

    - Linea 088:
    per la chiusura di un tratto di via di Brava, tra via del Pescaccio e via della Vignaccia, e per lo stato del manto stradale su via degli Aldobrandeschi, in direzione Gianicolense la linea da via di Brava prosegue per la strada che immette su via di Acquafredda/via Aurelia, l’Aurelia sino a via di Villa Troili, via della Vignaccia, via Arnaldo Foschini, via Raimondo d’Aronco, via Adalberto Libera e via della Vignaccia.

    Al ritorno, direzione Ildebrando della Giovanna, da via Arnaldo Foschini prosegue per via della Vignaccia, via di Villa Troili, via Aurelia sino allo svincolo per via della Maglianella, via della Maglianella, via di Brava e via del Pescaccio.

    - Linea 088 Festiva:
    deviano dal normale percorso a causa dello smottamento del terreno che si è verificato in via Gioele Solari. I bus percorrono via Ildebrando della Giovanna.

    - Linee 160-670-671:
    in direzione Centro, per la chiusura di viale di Tor Marancia tra via Annio Felice e piazza Elio Rufino, sono deviate su viale di Tor Marancia-via Annio Felice-via di Santa Petronilla-via Marco e Marcelliano-viale di Tor Marancia.

    - Linee 222, 224, 301, 446, 911 e n25:
    Per la chiusura della Cassia Vecchia tra via Pareto e piazza Giuochi Delfici, sono deviate per via Vilfredo Pareto, la Cassia Nuova e corso Francia.

A partire dal mese di febbraio, per un periodo sperimentale che andrà avanti sino alla fine del 2015, parte uno sconto-pendolari su tutta la rete autostradale, con una riduzione del 20% per chi la percorre almeno 20 volte al mese.

Per migliorare la coincidenza con i treni della ferrovia Roma – Lido alla stazione di Vitinia, dallo scorso lunedì è entrato in vigore il nuovo orario per la linea 09, con una frequenza delle corse di 15 minuti per tutta la durata del servizio.

L’applicazione Decoro Urbano ha sviluppato la mappa delle buche stradali di Roma, interamente user-generated, per evitare di finirci dentro, alla quale abbiamo dedicato una segnalazione con mappa, qui.

Dal ragazzo accoltellato sul bus al Casilino a il tiro al bersaglio su quelli che attraversano Tor Bella Monaca, qui abbiamo dedicato una segnalazione anche ai bus Atac che viaggiano nel Far West della periferia di Roma, qui anche ai porcellini al guinzaglio a bordo sul tram della line 8.

A rendere trasparente lo sproposito di stipendi percepiti dai dirigenti di municipalizzate come Atac, provvede il nuovo studio segnalato qui.

Al nuovo Atac sosta che consente di pagare i parcheggi sulle Strisce Blu con smartphone, via sms o telefonando da un qualsiasi cellulare, abbiamo dedicato una segnalazione qui.

Sono online anche i requisiti e le modalità per poter usufruire delle agevolazioni per il trasporto pubblico stanziate dalla Regione Lazio per gli Under 30.

Dallo scorso fine settimana, una serie di importanti novità arrivano anche per la nuova stazione Tiburtina, con il capolinea dei treni regionali della linea Fl3 Roma-Viterbo che finiscono la corsa a Ostiense, la specializzazione dei binari per i treni merci, così da non interferire con il traffico viaggiatori; e il miglioramento della regolarità di alcuni treni alta velocità.

Per chi non lo avesse ancora recepito, Atac fa sapere che la capertura di rete GSM e Umts/Hspa è stata completata su tutta la Linea B, quindi ormai nessuno potrà impedirci di segnalare per tempo tutti i disservizi della linea.

Stessa cosa per l’attenzione da riservare alle strade alle porte di Roma, con nebbia, ghiaccio e neve, dove è scattato obbligo di montare pneumatici da neve o catene, segnalata qui con l’elenco delle strade.

A gennaio hanno ripreso anche gli interventi di pulizia nella galleria Giovanni XXIII, svolti di notte con alcune limitazioni della circolazione. Da calendario, il tunnel resta chiuso da via della Pineta Sacchetti in direzione della Salaria, nelle notti, sino alle 6 del mattino, del 3 e 4 febbraio, del 3 e 4 marzo, del 7 e 8 aprile, del 5 e 6 maggio, del 2 e 3 giugno.

Meglio non dimenticare Via dei Fori Imperiali ’sorvegliata’ da due telecamere 24 ore su 24, i nuovi autovelox in funzione sulle strade, e l’elenco di divieti e deroghe riconfermate all’interno dell’Anello Ferroviario.

Se ci riuscite potete provare ad ignorare i problemi del trasporto pubblico, le risorse e il personale congiunto di Atac e Cotral che continuano la caccia a chi non paga il biglietto, e altri a quelli tossici.

Stessa cosa per le deviazioni del trasporto pubblico e la mappa della nuova viabilità, determinata dall’apertura del cantiere in piazzale Ipponio per la Stazione Amba Aradam / Ipponio della Linea C della Metropolitana di Roma, che ha appena slittato a giugno 2014 l’apertura del tratto Da Pantano a Centocelle.

Sulla Tangenziale Est, le nuove gallerie della circonvallazione Interna che si trovano, una per senso di marcia, tra l’A24 e Batteria Nomentana, sono transitabili senza alcuna restrizione anche di notte. Sempre sulla Tangenziale, permane invece il divieto di transito, presidiato da telecamere, tra le 23 e le 6, sul tratto tra largo Passamonti (San Lorenzo), l’accesso in Tangenziale di via Prenestina e viale Castrense (San Giovanni), fatta eccezione per i veicoli dei disabili, i mezzi Atac e Cotral, i mezzi di soccorso e quelli Ama e i taxi.

Da venerdì 29 novembre, gli abbonati Metrebus Roma e Lazio (mensili e annuali, ordinari e agevolati), possono ritirare il contrassegno Metrebus Parking, per la sosta gratuita nei parcheggi di scambio Atac, che prima era in distribuzione soltanto nei parcheggi di scambio presidiati da personale Atac, anche nelle biglietterie di Anagnina, Lepanto, Ottaviano, Spagna, Battistini, della linea A; Ponte Mammolo, Termini, Eur Fermi, Laurentina e Conca d’Oro, della linea B e B1, aperte dal lunedì al sabato, dalle 7 alle 20, domenica e festivi dalle 8 alle 20, ma anche Saxa Rubra e Piazzale Flaminio, della Roma-Viterbo, e Vitinia della Roma-Lido, aperte per l’intero orario di servizio delle due ferrovie.

Le istruzioni per navigare gratis anche in tram, al capolinea o alla fermata con AtacWiF, le trovate in questa segnalazione dedicata.

Google Transit, disponibile su Google Maps per computer e dispositivo mobile, fornisce un’ottimo strumento per spostarsi nella capitale, calcolando in modo semplice, rapido e gratuito, percorsi, orari, tempi di transito e dettagli degli spostamenti con bus, tram, metro e ferrovie regionali di Roma.

Sul fronte dei cantieri

TRIESTE: una voragine in via di Santa Costanza, devia il percorso delle linee 233, 310, N13 e N2L.

PRENESTE: un avvallamento sul manto stradale che si è formato su via dell’Omo, devia i bus dellalinea 113, circolare con capolinea a largo Preneste, per via Prenestina.

SOTTOPASSO DI VIA BAVA: il sottopasso di via di Brava resta chiuso per lavori alla rete Fognaria. La linea 088 transita in entrambe le direzioni per il GRA, tutti i giorni dalle 21 alle 6, sino al termine delle operazioni di cantiere. I bus provenienti da via Ildebrando della Giovanna modificano il percorso a partire da via Casal Lombroso, mentre quelli provenienti dalla circonvallazione Gianicolense, imboccano il GRA da via Aurelia fino ad uscire in via Casal Lombroso.

TRIESTE: cantiere e limitazioni al traffico in via di Santa Costanza, deviano il percorso delle linee 168, 233, 310 e le notturne n2L e n13, per corso Trieste e viale Gorizia in direzione di piazza Bologna, mentre il capolinea della 233 si attesta in via Panaro.

OSTIENSE: Via Ostiense resta chiusa per lavori, da Largo Placido Riccardi a Via di Valco San Paolo, deviando le linee 23, 761, e N2, dirette ai capolinea di largo San Leonardo Murialdo, viale dell’Esercito e via Laurentina, su via Tullio Levi Civita, largo Bortolotti e viale Marconi, e sopprimendo temporaneamente le fermate ‘Ostiense/Efeso’, ‘Ostiense/Valco San Paolo’ e ‘Valco San Paolo/Marconi’.

CENTRO: da domenica 2 marzo, nei giorni festivi, vengono soppressi i percorsi limitati a piazza San Francesco d’Assisi della linea 125, lasciando che la linea segua il percorso dei giorni feriali anche in quelli festivi, seguendo la nuova disciplina di traffico per il mercato di Porta Portese.

Da mercoledì 5, in modalità temporanea e sperimentale, cambia il percorso della linea 125, che abbandona via della Lungara, nel tratto Salita del Buon Pastore e lungotevere Gianicolense. La linea da via delle Mura Portuensi effettua percorso normale fino a via delle Lungara, poi devia in Salita del Buon Pastore e Lungotevere della Farnesina, per riprendere il normale itinerario.

Lavori Italgas in via Luciano Manara, tratto piazza San Cosimato e via Goffredo Mameli, deviano la linea circolare 125 da via Emilio Morosini, altezza via Roma Libera, su via Goffredo Mameli.

TRASTEVERE: lavori Acea in viale Trastevere, nel tratto da piazza Sonnino-Piazza Gioacchino Belli, le linee 122, 780, H e N8 percorrono la corsia tranviaria.

TRIONFALE: interventi alla rete del gas di via Augusto Conti, deviano il percorso della linea 912, proveniente dalla stazione Monte Mario, da via Trionfale all’altezza di via Troja, prosegue su via trionfale per poi dirigersi in via Vincenzo Chiarugi, da dove riprende il normale percorso, sopprimendo temporaneamente 13 fermate, Sino all’8 aprile.

CASE ROSSE: Lavori di ripristino del manto stradale in zona case rosse, impediscono la svolta da via Turrivalignani a via Ortucchio, deviando i bus della linea 041 provenienti da Ponte Mammolo, da via Osteria delle Capannacce per via Osteria delle Capannacce, riprendendo il percorso in direzione di Ponte Mammolo, senza transitare per via Ortucchio e largo Alba Adriatica.

FLAMINIA: Lavori urgenti nel sottopasso della “variante Flaminia”, deviano anche le linee 022, 037, 200, 200D e n24, in direzione Prima Porta. 

TRIESTE: lavori di ripristino del manto stradale in via di Priscilla, che marcia a senso unico, da piazza Vescovio a piazza di Novella, deviano le linee 63, 92 e 310, in direzione esterna, da piazza di Novella fanno inversione di marcia, passando lungo piazza di Priscilla, via di Tor Fiorenza e piazza Vescovio.

CENTRO: i lavori per il prolungamento della linea 8 da largo Arenula a piazza Venezia, dal 10 febbraio, deviano anche le linee 63 e 810, nel tratto centrale del loro itinerario, tra largo Argentina e via delle Botteghe Oscure, in direzione di Monte Savello. Da via del Corso, i bus proseguono per piazza Venezia e via del Teatro Marcello. Al ritorno, percorso invariato sul lungotevere Cenci e via Arenula, dove sono previste fermate per le due linee.

QUARTIERE AFRICANO: un cantiere in via Magliano Sabina, devia le linee 63, 92, 235 e n13, saranno in via Moricone, via di Villa Chigi e viale Somalia.

LAURENTINA: da lunedì 3 febbraio, sulla Laurentina, i lavori di completamento del corridoio dedicato al trasporto pubblico tra la stazione della metro B e Tor Pagnotta, cambiano ancora una volta il percorso delle linee bus che servono la zona. nello specifico i collegamenti 076 (Laurentina – via Bisaccia), 704 (Laurentina – via Tartufari), 722 (Laurentina – Trigoria) e 797 (circolare con capolinea alla stazione metro Laurentina), tra viale dell’Umanesimo e via Celine tornano a transitare e a fermare sulle laterali della Laurentina, insieme al traffico privato.

GIARDINETTI: da lunedì 13 gennaio, lavori in via degli Orafi, nel tratto tra la Casilina e il civico 29 della stessa via degli Orafi, deviano il percorso delle linee bus 046, 056 e 058.

CENTRO: un cantiere devia il percorso della linea bus 116, che non transita sul tratto di via Monserrato, tra via della Barchetta e vicolo della Moretta, ma in arrivo da porta Pinciana, percorre via Giulia, vicolo della Moretta e via Monserrato.

COLLI PORTUENSI: lavori stradali deviano il percorso delle linee 44 e 773 in direzione Centro, su via Portuense e via Ramazzini.

OSTIA: una voragine in via dell’Idroscalo devia le linee 05, 014 e 015 in via della Martinica, via delle Ebridi e via dell’Idroscalo. Un cantiere sul ‘Ponte dei Pescatori’ devia le linee 014, 064 (anche le corse scolastiche) e 06deviato scuola. Lavori in via Fratelli Palma (tratto tra via di Torremuzza e via del Collettore Primario), deviano la linea 01 è in via del Collettore Primario e viale dei Romagnoli.

SELVA CANDIDA: voragine e cantiere in via Borgarello, deviano la 998 su via Cogliate, insieme alla linea 904.

CASALOTTI: una voragine in via Santa Seconda, devia i bus delle linee 028, 905 e 925 (linea solo feriale) e la n20.

INFERNETTO: cantiere in via Croviana, devia il percorso della linea 066 circolare con capolinea alla stazione Colombo della ferrovia Roma-Lido.

PINCIANO: lavori in via Po, chiude la strada ai mezzi pesanti (oltre tre tonnellate e mezzo) nel tratto compreso tra Corso Italia e via Salaria, deviando il percorso delle linee bus 52, 53, 63, 83, 92, 217, 360 e 910 sono deviate.

MARCONI: lavori in via della Vasca Navale, altezza viale Marconi, deviano la linea 670 in direzione Pincherle, da viale Baldelli per via Tullio Levi Civita, largo Bortolotti e viale Marconi, mentre la 770 da viale Marconi devia in via Pincherle e largo Leonardo Murialdo.

TRASTEVERE: un cantiere stradale chiude al traffico via Morosini, tra piazza San Cosimato e via Mameli, deviando i bus della linea 125 su un percorso alternativo.

LABARO: la voragine aperta nell’asfalto in via Vincenzo Comparini, continua a deviare la linea bus 039, in direzione Saxa Rubra, da via Valbondione in via Gemona del Friuli, via Fiesse, via Monti della Valchetta, via del Labaro, dove riprende il percorso normale.

PINCIANO: via Po resta chiusa ai mezzi pesanti (oltre tre tonnellate e mezzo) nel tratto compreso tra Corso Italia e via Salaria, deviando anche il percorso delle linee bus 52, 53, 63, 83, 92, 217, 360 e 910.

VILLA PAMPHILI: lavori in via di Villa Pamphili, avanzano di circa 50 metri, altezza civico 75/E, la fermata della linea 710.

CORSO TRIESTE: Lavori in viale Eritrea, in direzione piazza Annibaliano/corso Trieste, arretrano la fermata bus Eritrea/Sant’Emerenziana all’altezza del civico 7, mentre la fermata Eritrea/via lago di Lesina resta temporaneamente soppressa.

A24: nel piano di realizzazione delle complanari per l’autostrada, gli interventi necessari alla ricostruzione del cavalcavia dell’A24, continuano a chiudere strade e deviare la viabilità.

Nelle stazioni della metro, i convogli continuano ad essere in ritardo, in riparazione, in sciopero o fuori servizio, ma fornite di notiziari multilingue, trasmesso in inglese, francese, spagnolo e cinese, ogni ogni 30 minuti, dalle 6.30 alle 19.30, sugli schermi disseminati ovunque.

I 4 km della Nomentana bis, finanziata da Palazzo Valentini con circa 20 milioni di euro, che collega la localita’ di Capobianco (Rm) a Tor Lupara (Fonte Nuova), quando non chiude, continua ad alleggerire il traffico dei quartieri di Parco Azzurro, Colleverde e Torlupara.

La chiusura del varco di via Casilina all’altezza di via Romolo Balzani e la contemporanea apertura di un nuovo varco carrabile posto all’altezza di via della Primavera, continua a cambiare l’itinerario delle linee 542F (in entrambe le direzioni) e 558 (per i soli bus provenienti da via di Torre Maura). Il nuovo passaggio lascia comunque aperto l’attraversamento pedonale all’altezza di via Balzani, a servizio della vicina fermata sulla ferrovia Termini-Giardinetti, presto fornita di tornelli anti evasione.

Cambiamenti e adeguamenti di orario e percorso delle linee

Dal 3 febbraio 2104 le linee scolastiche 200 e 708 adeguano il servizio:

- La linea 200, sulla base degli orari comunicati dall’istituto Pascal, dal lunedì al venerdì cambia il programma delle corse, sopprimendo quelle del sabato: dal capolinea di “Galline Bianche”, con partenze alle ore 7.42, 7.58, 13.10, 14.10 e 15.10; dal capolinea di piazzale della stazione di Prima Porta, con partenze alle ore 7.36, 7.48, 13.55 e 14.55.

- La linea 708, per garantire un adeguato servizio per gli studenti del liceo Majorana, la corsa delle ore 7.51 da piazzale dell’Agricoltura, dal lunedì al venerdì, effettua il percorso deviato scolastico.

Lunedì 27 inaugura il nuovo orario della linea bus 435, che nei giorni feriali e il sabato resta in strada sino alle 24, estendendo il servizio anche alle giornate festive.

Dalla fine di gennaio, il capolinea del collegamento 86, sperimenta uno spostamento, da via Marmorale a circa 40 metri prima di via Maravigna.

Da lunedì 9 dicembre sono cambiati gli orari delle linee bus 32, 44, 60L, 105, 490, 542, 673, 715 e 774, mentre la prima e ultima partenza dai capolinea restano invariati, con l’eccezione della linea 774, che dal lunedì al venerdì saranno rispettivamente alle 7.04 e alle 21.45, l sabato alle 7.02 e alle 21.47.

Da lunedì 25 novembre la linea bus 118 è trasformata in circolare con capolinea a piazzale Ostiense. Dal lunedì al sabato, prima partenza alle 5.30 e ultima alle 23; mentre nelle giornate festive, prima partenza alle 6 e ultima alle 24.

A partire da lunedì 25 novembre, le corse pomeridiane delle ore 15, 16 e 17 sulla linea 168 dal Ministero degli Affari Esteri, sono posticipate di mezz’ora, alle 15.30, 16.30 e 17.30.

Da lunedì prossimo 18 novembre, la linea bus 337 (Conca D’Oro metro B1 – via Manzoni/Tor Lupara) cambia orario migliorando l’intervallo delle partenze nella fascia oraria compresa tra inizio servizio e le 7 del mattino, con una corsa ogni 11 anziché ogni 16 minuti, mantenendo invariato quello della prima e l’ultima partenza dai capolinea.

Da lunedì 18 novembre, a Spinaceto la linea 731 cambia orario per agevolare gli spostamenti degli studenti in entrata e in uscita dai licei Plauto e Majorana, anticipando la partenza da ‘Alessandrini’ dalle 7.40 alle 7.30, e posticipando le partenze da ‘Eroi di Rodi’ dalle 13.10 alle 13.30 e dalle 14.10 alle 14.36, mantenendo invariato quello della prima e l’ultima partenza dai capolinea.

Per gli studenti degli istituti scolastici della zona Bravetta, da lunedì 4 novembre le corse della linea 33, cambiano il capolinea, spostato da via dei Capasso a via di Bravetta, altezza via degli Scrovegni, insime ad alcune fermate anche mentre viene soppressa quella su via Camillo Serafini, altezza via di Vigna Rigacci. 

Da domenica 10 novembre cambiano gli orari della linea 029, nei giorni feriali, al sabato e nei festivi, con le prime partenze da Saxa Rubra alle ore 5.40, e da Grottarossa alle ore 5.30. Le ultime corse partono invece alle 22.30 da Saxa Rubra e alle 22.41 da Grottarossa.

Per migliorare il servizio di trasporto pubblico nella zona di Monte del Marmo, e creare uno scambio tra le linee 908 e 992, da giovedì 12 settembre sono attivate due nuove fermate in via Monte del Marmo per le linee 908 e 992, con le fermate poco prima e poco dopo la rotatoria di via Casal del Marmo.

Alla strada e i marciapiedi nuovi in cantiere su via Ripetta e le relative deviazioni abbiamo già dedicato una segnalazione, stessa cosa per il grande ritorno dei tram della linea 3 tra Piramide e Valle Giulia.

La ‘nuova Piazza San Silvestro Pedonale’ ha inaugurato la nuova mappa della viabilità della zona, mentre all’Eur è ancora chiusa al traffico la corsia laterale di viale Cristoforo Colombo, nel tratto compreso tra viale America e viale Europa. Le linee 070, 071, 072, 700, 705, 706, 709, provenienti dalla stazione Eur Fermi, sono deviate su viale America e viale dell’Arte. Le linee non fermano in viale Europa e viale Boston; istituita una fermata in viale America, in prossimità di viale Boston.

I pregi e difetti della nuova Tangenziale Est si sommano a quelli della Vecchia Tangenziale Est che gli corre parallela e i provvedimenti per il contenimento dell’inquinamento acustico continuano a chiudere tutte le notti, tra le 23 e le 6, a tutti i veicoli privati a due, tre e quattro ruote, nei tratti tra Nomentana e Tiburtina e tra largo Passamonti e viale Castrense.

A questo proposito per evitare multe per divieto di transito vale la pena di ricordare che ‘Passamonti-Castrense’ è presidiato da telecamere poste in viale Castrense all’altezza via Acireale, via Prenestina all’altezza via Colleoni, largo Passamonti all’altezza viale dello Scalo di San Lorenzo e circonvallazione Tiburtina, all’altezza dello svincolo per viale dello Scalo di San Lorenzo.

A tutti ricordo inoltre, che on line sul sito di Atac trovate l’elenco dei presidi sulle corsie riservate dove si concentrerà principalmente l’attività degli ausiliari Atac e Roma TPL.

Per il resto, come al solito, invito tutti a seguire gli aggiornamenti di ora in ora, contribuendo con le proprie info ed ‘esperienze sul mezzo’, sempre tanto preziose.

Foto | 06blog

Atac: deviazione mobilità dal 31 marzo al 6 aprile 2014 é stato pubblicato su 06blog.it alle 08:00 di lunedì 31 marzo 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






La Locanda dei Girasoli a tavola con ‘Chef Solidali’ e stellati

La Locanda dei Girasoli di Roma organizza cinque pasti speciali preparati da grandi ‘Chef Solidali’, raccogliendo fondi per estendere questa meraviglioso esempio di economia sociale anche in Sicilia.

Sulla tavola de Locanda dei Girasoli non manca mai un sorriso, insieme alle iniziative che arricchiscono il piatto di gusto e creatività. Tra breve anche i manicaretti di grandi Chef, ai fornelli con i ragazzi del locale per 5 pranzi cene (e un pranzo) da Chef Solidali.

– a cena con gli chef Sandro e Maurizio Serva, mercoledì 23 aprile 2014
– a cena con lo chef Angelo Troiani, mercoledì 14 maggio
– a pranzo con gli chef Agata Parisella e Romeo Caraccio, domenica 15 giugno
– a cena con Luciano Monosilio e Alessandro Pipero, martedì 16 settembre
– a cena con Antonello Colonna, venerdì 24 ottobre

Chef con tante stelle nel curriculum e altrettanti piatti originali da realizzare, protagonisti e testimonial di pasti solidali, organizzati ogni volta per un numero limitato di non più di 100 commensali, al prezzo di 100 euro ciascuno, sino alla serata conclusiva, con la raccolta delle ricette originali, a dicembre 2014.

Chef Solidali alla Locanda dei Girasoli

Una maratona di Solidarietà ed Arte culinaria, promossa dalla Locanda dei Girasoli e della cooperativa sociale onlus Sintesi, con il Patrocinio della Regione Lazio e dell’assessorato capitolino allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana e con la collaborazione dell’assessorato al Sostegno Sociale e alla Sussidiarietà di Roma Capitale.

Una delle tante iniziative solidali a sostegno di questo singolare modello di economia sociale, che non lesina menù stagionali che si estendono dal mare ai monti, anche per celiaci e ‘diversamente gourmet’, e tutto quello che cuoce il forno a legna, a partire dalla pizza.

Un modello che dalla periferia di Roma raccoglie fondi per aprire una Locanda dei Girasoli anche a Palermo, facendo seguito al progetto di formazione Open, che dallo scorso novembre 2013 ha permesso di formare e inserire nel settore della ristorazione ben 10 ragazzi down.

L’appuntamento con i pasti preparati da Chef Solidali, da prenotare online vi aspetta con i ragazzi a La locanda dei Girasoli del Quadraro (in via dei Sulpici 117/H).

La Locanda dei Girasoli a tavola con 'Chef Solidali' e stellati é stato pubblicato su 06blog.it alle 21:07 di domenica 30 marzo 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Cerchi lavoro a Roma? Attento alle bufale sul web

Schermata 2014-03-30 alle 17

C’è crisi. Annunci di lavoro sempre più creativi e curiosi. Guardate questo che abbiamo intercettato su un motore di ricerca specializzato.

La campagna #CoglioneNo ormai la conosciamo bene tutti, ma forse si dovrebbe istituire un premio per #pazzosì per gli annunci di lavoro più strambi e paradossali che si trovano in rete.

Guardate questo che ci manda un nostro lettore. Si tratta di un annuncio che si trova in diversi siti di annunci di lavoro. E’ per chi vuole fare il “redattore calcistico”, niente meno.

L’annuncio parte normale, fa la sua richiesta di collaborazione, poi ammette che non può pagare (capita spesso). Di norma basterebbe questo per chiudere la pagina, ma è dopo che viene il bello.

Il datore di lavoro garantisce che “può fare iscrivervi” (ma perché sarebbe vietato?) ai maggiori siti di scommesse online, che vi offrono un bonus di entrata. “Grazie a me” aggiunge. Come se servisse essere presentati.

Ma non è finita. Perché vi viene garantito anche il rimborso nel caso li perdiate (che manco erano vostri). E poi la perla finale:

“Naturalmente tutto ciò sarà possibile almeno dopo un mesetto di lavoro, 50 euro che poi più in la offrirò io al mese di tasca mia.”

Quindi ricapitoliamo. Uno scrive gli articoli. Si registra, scommette e perde qualche bonus (ma se lo vince?), che poi gli verrà restituito così. E questo sarebbe un lavoro?

Cerchi lavoro a Roma? Attento alle bufale sul web é stato pubblicato su 06blog.it alle 18:26 di domenica 30 marzo 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.