Monthly Archives: February 2014



La settimana dei Municipi. Priorità: riqualificare

Parola d’ordine: riqualificare. E’ una delle emergenze prioritarie da sempre dei Municipi della Capitale, di cui vi diamo conto. E in tempi magri, c’è anche chi cerca (piccoli) sponsor privati.

“Da oggi cittadini, associazioni, comitati e tutte le realtà private e le aziende interessate che lo vorranno e avranno i requisiti per farlo, potranno impegnarsi nella gestione e riqualificazione degli spazi verdi della città oggi in stato di degrado e abbandono”: questa l’iniziativa lanciata a chiare lettere dal Municipio I in un avviso pubblico.

La novità è che gli sponsor potranno non essere grandi marchi e aziende – come già accaduto per alcuni monumenti storici della Capitale, ma anche “singoli, associazioni, cooperative sociali, comitati di quartiere, condomini, imprese pubbliche e private, organi di diritto privato, pubblico o di rilevanza pubblica”.

“Saranno i partecipanti all’avviso a proporre quali alberi o giardini avere “in adozione” – spiega Anna Vincenzoni, assessore all’Ambiente del Municipio I – spazi che resteranno fruibili da tutti perché il senso dell’iniziativa è proprio quello di riqualificare il verde per metterlo a disposizione della collettività”.

colosseo

Una bella iniziativa, visto che da sempre, come vi segnaliamo, una delle emergenze prioritarie dei quartieri di Roma è proprio la loro riqualificazione. E così ad esempio questa settimana,dal 24 al 28 febbraio, c’è stata anche l’iniziativa del “Decoro partecipato” in quattro aree della città Trastevere e il Tridente, San Lorenzo e (oggi) Cinecittà est.

Azioni concrete: defissione di manifesti non autorizzati, cancellazione di scritte, interventi contro l’abusivismo commerciale, controllo di impianti di illuminazione alla rimozione di carcasse di motocicli abbandonati.

Oggi invece a Cinecittà est si procederà anche alla rimozione di alcune discariche abusive segnalate dai cittadini del quartiere, e verrà posta in atto la messa in sicurezza di aree nelle quali sorgono alcuni insediamenti abusivi.

La riqualificazione passa anche da un inquinamento invisibile, quello acustico: questa settimana infatti il Municipio VII ha approvato all’unanimità una risoluzione di rigetto del cosiddetto “Piano del contenimento e dell’abbattimento del rumore” dell’aeroporto G. Pastine di Ciampino elaborato da Aeroporti di Roma S.p.A. (A.d.R.).

“In particolare, sono state ritenute insufficienti e senza indicazioni specifiche su modalità, priorità e costi, gli interventi di mitigazione di isolamento acustico sugli edifici maggiormente esposti al rumore, nonché giudicato inefficace, in luogo della diminuzione dei sorvoli, lo spostamento delle rotte su aree limitrofe perché avrebbe l’effetto di aumentare la platea dei cittadini colpiti dall’inquinamento”, informa la risoluzione.

Ripartiti anche i lavori per i casali di Collina della Pace, nel quartiere Finocchio. A dare l’annuncio è l’Assessore allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana Paolo Masini, mentre sono partiti lunedì e dureranno per 8 settimane, i lavori di ultimazione delle opere di urbanizzazione primaria previsti dal Piano di Zona B38 “Muratella” (Municipio XI).

In questo caso, è prevista “la sistemazione del manto stradale e delle aree verdi (percorsi pedonali e aree giochi, oltre al ripristino dei danni causati dalle piogge di fine Gennaio) la verifica degli inbocchi in fogna (e la relativa separazione delle “acque”) e l’allargamento e sistemazione dell’area cani esistente”, come informa Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI ed esponente della Lista Civica Marino Sindaco.

Via | Abitare a Roma

La settimana dei Municipi. Priorità: riqualificare é stato pubblicato su 06blog.it alle 12:00 di venerdì 28 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Regione Puglia: “Lazio copione”

unnamed (63)

La Regione Puglia accusa la Regione Lazio di avergli copiato il logo turistico. E probabilmente ha ragione.

La notizia sta facendo già il giro del web. Il nuovo logo turistico della Regione Lazio è incredibilmente simile a quello di “Scopri la Puglia”, associazione senza fini di lucro di promozione turistica attiva da gennaio 2013.

Nicola Zingaretti, il presidente della Regione Lazio, in occasione della Bit di Milano (13-15 febbraio 2014) ha voluto rilanciare l’immagine del territorio con un nuovo logo, ma ora si trova a fare i conti con un vero e proprio caso di plagio.

Il logo puglieste, ideato dall’agenzia di Castellana Grotte LM Communication, punta ai quattro quadrati di colori differenti, con le immagini stilizzate del sole, del mare, della cultura e della gastronomia, punti di forza del settore turistico pugliese.

Praticamente identica la soluzione del grafico che ha realizzato il logo laziale, accompagnato anche dallo slogan “Lazio eterna scoperta”. Persino nei colori e nei disegni. Cambia solo la disposizione. Una sorta di copia e incolla che è risaltato subito agli occhi degli esperti del settore e del pubblico. E non è la prima volta che il PD si fa beccare in una querelle del genere.

Regione Puglia: "Lazio copione" é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:51 di venerdì 28 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Carnevale 2014 a Roma: carri e maschere deviano la mobilità

Revelers of the Porto da Pedra samba sch

Maltempo permettendo il Carnevale Romano 2014 si prepara a sfilate in diversi quartieri della città deviando mobilità pubblica e privata.

Sperando che il maltempo previsto sino a martedì grasso non li blocchi del tutto, i festeggiamenti del carnevale 2014 si preparano al tour on the road mascherato che si concede anche qualche deviazione della mobilità pubblica e privata.

Lungo la via dei Fori Imperiali completamente chiusa al traffico, da piazza Venezia a Largo Corrado Ricci, per far spazio a spettacoli e favole, musica e coriandoli, astisti di strada e ovviamente tante maschere, sabato dalle 9 alle 21, e domenica dalle 9 alle 20, deviano anche i collegamenti bus delle linee 53, 75, 80, 85, 87, 117, 175, 186, 271, 571, e 810. Le linee 53, 117, 186, 271, 571 e 810, escluse quelle che ovviamente non sono attive.

La festa di carnevale al “Nuovo Salario”, sabato 1 marzo fa scattare il divieto di transito in piazza Porro Lambertenghi, deviando il consueto percorso delle linee 339 e 349.

Sabato i carri allegorici sfilano nella zona dei Monti Tiburtini, con la festa di carnevale organizzata dalla parrocchia di Sant’Atanasio, lungo via Benedetti, piazza Zamorani, via Bargellini, via Rossi, via Algranati, via Lodi, via Checchi, via Durantini, via Amoretti, via Monti Tiburtini e via Meda, causando eventuali brevi fermi o deviazioni su percorsi alternativi le linee 61, 111, 440, 542 e 544, dalle ore 15.

Nel quartiere Centocelle, la sfilata in maschera da piazza dei Gerani a piazza San Felice da Cantalice, sin dalle 14.30 rischia di causare fermi a vista o deviazioni per le linee 114, 213, 312, 313, 450, 542, 552, 554, 556 e C5.

I festeggiamenti per la fine del carnevale, domenica 2 marzo a partire dalle 14, sfilano in corte anche lungo le strade del quartiere di Acilia, causando possibili rallentamenti o brevi stop alla circolazione nelle strade interessate e dei bus delle linee 03, 04 e 08.

Lunedì 3, dalle ore 9.30 l’Istituto Palombini ha organizzato una sfilata in maschera con partenza da via Vanna Biringucci, percorrendo via Casal de Pazzi, via dell’Elettrodotto, via Francesco Selmi e via Giacomo Giamician, che rischia di causare fermi a vista o deviazioni alle linee 311, 330, 341 e 350.

Per tutto il resto potete controllare la nostra rubrica settimanale dedicata alla mobilità.

Carnevale 2014 a Roma: carri e maschere deviano la mobilità é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:42 di venerdì 28 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Gita fuori porta. Tutti in provincia per il Carnevale

Questa settimana la festa del Carnevale ormai agli sgoccioli che vi proponiamo è in provincia di Roma: a Rignano Flaminio, che si sta preparando per la 42° edizione del tradizionale “Carnevale Rignanese”. Ad Anguillara Sabazia invece si festeggia per Broccoletti in piazza.

Rignano Flaminio festeggia questo week end (e speriamo che il maltempo non guasti le cose) la 42esima edizione del suo tradizionale Carnevale, organizzato in gran forze dalla Pro loco insieme con l’assessorato comunale alle Politiche Educative, Culturali e Sociali.

La festa prevede, come da anni, carri allegorici, gruppi mascherati e bande musicali che sfileranno per le vie del paese. “La manifestazione, unica nel suo genere, rappresenta l’espressione dell’identità locale coinvolgendo, ogni anno, attorno a sé centinaia di partecipanti in un’atmosfera goliardica e di divertimento”, informa il Comune.

E c’è anche una novità, visto che oltre ai tradizionali carri allegorici quest’anno, nella piazza del Municipio, informano gli organizzatori “sarà ospitata una mostra fotografica che ripercorre la storia del carnevale rignanese”. L’appuntamento è il 2 e 4 marzo alle 15.

200377522-001

Per chi non amasse il Carnevale, ad Anguillara Sabazia domenica 2 marzo torna invece l’iniziativa Broccoletti in piazza, dedicata a uno degli ortaggi più tipici e apprezzati di questo territorio.

Il programma, informano gli organizzatori, prevede in piazza del Molo, “l’apertura del Mercato dei prodotti del territorio alle 9, con successiva apertura degli stand enogastronomici accompagnati da animazione e karaoke”. Fine dei festeggiamenti alle 17, con l’esibizione del Gruppo folkloristico di Anguillara Sabazia.

Gita fuori porta. Tutti in provincia per il Carnevale é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:00 di venerdì 28 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Ventanni di Colle Der Fomento: c’è il vinile limitato di Odio Pieno

Arriva la ristampa in edizione limitata a 1000 copie numerate a mano in doppio LP 180 grammi (versione deluxe) Odio Pieno, album di esordio dei Colle Der Fomento, pubblicato nel 1996 da Mandibola Records.

“Funk romano, stile latino, flippo rime col sapore de carbonara e vino”. Sembra ieri, e sono passati ventanni. A Roma non è possibile non conoscerli. Sono un pezzo di storia del rap italiano. Questo album è il protagonista, insieme a pochi altri titoli, del primo boom popolare di rap nazionale.

Dopo tanti anni torna dunque in vinile, in occasione dei vent’anni di attività ufficiale del duo romano. L’operazione è di Tannen Records (che dopo tanto rock, apre anche al rap), in collaborazione con Irma Records. È possibile preordinare l’LP sul sito di Tannen Records.

Le prime 500 copie saranno in vinile bianco e conterranno un booklet con tutti i testi e molte foto. Il vinile sarà disponibile dal prossimo 18 marzo.

I Colle Der Fomento si formano nel 1994 e ancora oggi sono uno dei punti di riferimento della scena rap italiana. Odio Pieno è arricchito dalla presenza di uno dei capisaldi della vecchia scuola italiana, Ice One, in veste di produttore musicale.

Ventanni di Colle Der Fomento: c'è il vinile limitato di Odio Pieno é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:11 di venerdì 28 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Allerta maltempo Roma: tuoni, pioggia, grandine e vento di burrasca per il weekend di Carnevale

Young carnival enthousiast protect their

L’Allerta maltempo della protezione civile, con tuoni, pioggia, grandine e vento di burrasca investe il weekend del Carnevale Romano.

Quando si dice che piove sul bagnato … nella capitale afflitta dalla catastrofe politico-economica è probabile che le minacce del sindaco Marino, di bloccare la città domenica prossima, arrivino insieme a previsioni meteo da tempesta che promettono di rovinarci il fine settimana di Carnevale, e hanno già fatto scattare l’allerta maltempo della Protezione Civile di Roma Capitale.

«Dalle prime ore di domani e per le successive 24-36 ore, si prevedono sul Lazio precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, attività elettrica e forti raffiche di vento. Venti forti o di burrasca dai quadranti occidentali e mareggiate lungo le coste esposte».

Come al solito si consiglia prudenza, mentre per informazioni e richieste di interventi è possibile contattare la Sala Operativa h/24 della Protezione Civile, al numero 06.67109200 o al numero verde 800.854.854.

Allerta maltempo Roma: tuoni, pioggia, grandine e vento di burrasca per il weekend di Carnevale é stato pubblicato su 06blog.it alle 20:07 di giovedì 27 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Perchè Roma Capitale non può fallire

Roma Capitale non può fallire: viva la finanza virtuale

Diciamolo una volta e per tutte: Roma Capitale non può fallire. Lo dice la legge italiana e chiunque affermi il contrario o è in malafede o è ignorante.

Il decreto salva-Roma non è che una foglia di fico, l’ennesima, da apporre sulle vergogne scoperte dei conti in rosso del più grande Comune d’Italia: vergogne che vengono nascoste ai cittadini, romani ed italiani, dal 2008.

Diciamo “romani ed italiani” perchè l’indignazione, e la rabbia, dovrebbe unire le coscienze popolari degli italiani e non dividerle in un dualismo che pensavamo fosse stato superato (sigh): quello tra nord e sud. Il dibattito politico è tutto incentrato su questo: da un lato la Lega che esulta perchè i cittadini del nord questa volta non salveranno Roma ladrona, dall’altro chi sente insopportabile quell’accusa, “ladrona”, in una città dove gli stessi leghisti sguazzano liberamente come piranha in un acquario ben sigillato.

Le polemiche sul decreto salva-Roma sono una gigantesca presa in giro che svilisce ulteriormente il dibattito politico, annichilisce la cronaca su giornali e blog, disinforma la società: ai sensi del comma 5 art. 78 del Dl 112/2008 infatti la città di Roma non può fallire nè dichiarare dissesto (pur avendolo già fatto, avviando la gestione commissariale nel lontano 2008).

ITALY-ANNIVERSARY-UNITY-DAY

Che cosa significa tutto questo? Semplicemente che Roma non può fallire e chi vi dice il contrario non sa o fa finta di non sapere: è dal 2008 che Roma è stata dichiarata fallita, non dall’altro ieri, ma sembrano tutti non essersene accorti.

Marino (che non ha colpe) dice che “dal 2008 le competenze sono state trasferite ad un commissario governativo”: il succo del discorso è pressocchè identico.

Eppure, dal 2008, 500 milioni di euro l’anno servono alla città per ottemperare al piano di rientro con le banche (lo scrive chiaramente il Commissario nella relazione sul debito dell’aprile 2013) e a breve a questi se ne dovranno aggiungere altri 200, ogni anno. Cinque anni di amministrazione Alemanno hanno di fatto negato all’opinione pubblica la reale situazione nelle quali versano le casse del Comune e la legislatura Marino, fin qui, non ha di certo fatto meglio.

E’ chiaro che attribuire le responsabilità unicamente al sindaco in carica è un po’ esagerato: Ignazio Marino si è trovato invischiato in una vera e propria lotta intestina al Partito Democratico romano, che ha deciso di impedire al Consiglio Comunale di riunirsi per tutto il mese di gennaio e una parte di febbraio, facendo mancare il numero legale.

Lo denuncia “il pungolo”, quel Riccardo Magi che oramai si è tirato addosso le antipatie di una buona parte di democratici romani (un’altra parte ha invece deciso di iscriversi a Radicali Roma):

“La verità è che l’approvazione del dl Salva Roma con le modifiche apportate al Senato avrebbe permesso alla classe dirigente nazionale e capitolina di continuare a prendersi in giro. Avrebbe commissariato un altro pezzo di Roma Capitale senza salvare Roma. A salvarsi sarebbero stati solo Giunta, Consiglio e partiti, che avrebbero fatto finta di continuare a governare non sapendo di essere, in realtà, soltanto bancarottieri messi nelle condizioni di non nuocere. […]
Dismettiamo i servizi non essenziali, apriamo i servizi essenziali alle gare e valutiamo forme innovative come l’azionariato popolare, forme di cooperative di utenti, a contratti di servizi municipali, in grado di creare quel controllo sull’efficienza che cittadini chiedono come principale “bene comune”.”

Matteo Renzi e Palazzo Chigi, dunque, non potranno salvare Roma: la Capitale deve necessariamente salvarsi da sola.

Impossibile, fino a quando il Consiglio Comunale non si riapproprierà del ruolo previsto dalla legge prendendo in mano i destini della città e cominciando a lavorare veramente: chiedere al governo un prestigio, o l’ennesima toppa, non è certamente il modo migliore di risolvere i problemi di Roma Capitale.

Appellarsi a Matteo Renzi, da parte di Marino, dovrebbe mirare ad un unico obiettivo: persuadere i democratici a rimboccarsi le maniche.

Perchè Roma Capitale non può fallire é stato pubblicato su 06blog.it alle 17:19 di giovedì 27 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Marino minaccia di bloccare la città: potrebbe bloccare le autoblu

Il sindaco Marino minaccia il blocco della città per domenica. Per protestare potrebbe fare ben altro

La lite a distanza tra Ignazio Marino e Matteo Renzi si risolverà con qualche mal di pancia, qualche unghia mangiata e un sospiro di sollievo: il governo decreterà un salva-Roma più magro e, in qualche modo, verrà rabberciata una soluzione.

Certo è che i fulmini che partivano dal Campidoglio hanno fatto piovere sulla città il timore di finire in bancarotta prima del tempo; fulmini che hanno irritato non poco palazzo Chigi, che in particolare si è risentito per un’uscita decisamente poco felice del primo cittadino di Roma:

“Io da domenica blocco la città. Quindi le persone dovranno attrezzarsi, fortunati i politici che hanno le auto blu, loro potranno continuare a girare, i romani no.”

ha detto Ignazio Marino a Radio24 questa mattina. Un’uscita decisamente poco felice perchè, come al solito, a pagare le conseguenze delle decisioni del palazzo sono sempre gli stessi, i cittadini.

A parte le facili ironie cui si presta la minaccia del sindaco Marino (“‘a sindaco, oggi è giovedì e nun se camina uguale”), la poco velata minaccia del sindaco di creare il panico e scatenare l’inferno è evidentemente uscita più dallo stomaco che non dal capo di Marino, che in genere è persona misurata nelle dichiarazioni.

Il sindaco, ad esempio, avrebbe potuto minacciare il contrario: non di bloccare la città, ma di emettere un’ordinanza per bloccare il traffico delle auto di servizio (le mitiche autoblu), vietandone transiti e parcheggi vari.

Un’atto di disobbedienza che certamente incontrerebbe il favore del popolo, della ragione e del buon senso, visto che per un giorno Roma potrebbe anche darsi una bella ripulita. No, la deriva politica del “tutti contro tutti” ha accecato il sindaco, che prima si è mostrato rabbioso e poi, dopo un paio d’ore, decisamente più ridimensionato.

“Ho grande fiducia in Matteo Renzi, con cui qualunque colloquio è stato sereno, puntuale, nel merito. Anche la conversazione odierna è sempre stata da sindaco a sindaco. Lui sa di cosa parlo, non viene da mondi astratti.”

Una dichiarazione fatta anche in virtù del “fastidio” creato a Palazzo Chigi che, c’è da dirlo, tiene il Comune di Roma letteralmente per “le palle”.

ITALY-POLITICS-ROME-MAYOR-MARINO

Marino minaccia di bloccare la città: potrebbe bloccare le autoblu é stato pubblicato su 06blog.it alle 14:48 di giovedì 27 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Party di Carnevale 2014 a Roma: mascherati sino a martedì grasso

Il Carnevale 2014 a Roma si scatena al ritmo dei party mascherati, da giovedì a martedì grasso.

Con la complicità di trucco e inganno, maschere e travestimenti, tra coriandoli e stelle filanti, frappe e castagnole già in circolazione da tempo, le feste mascherate di questo Carnevale romano 2014 entrano nel vivo delle danze che si protraggono da giovedì 27 febbraio a martedì 1 marzo, il grasso martedì che chiude le danze della festa.

Questo giovedì grasso inizia con il The Mask & LASER SHOW del Saponeria Club (Via degli Argonauti 20) i ritmi reggae, hip-hop, drum’n’bass, dubstep ed electro, con Shot gratuito a tutti quelli che si presenteranno mascherati sino alla 5 del mattino. Ingresso 5 Euro in lista, 7 Euro senza lista.

Il Room26 (Piazza Guglielmo Marconi, 31) tira fuori coriandoli e cotillons per il cabaret di Sangio & Pigna e una cenaspettacolo per giovedì, il CARNIVAL PARTY con il Dott. Vintage e Mister Jef per venerdì, sino al carnevale Hi Tech, da Goldrake e Mazinga Z a Robocop, del Martedi Grasso.

Al JailBreak (Via Tiburtina 870) si balla al ritmo ‘70 ‘80 e ‘90 dei Rock Circus, estremi, scatenati, euforici, giocosi per una festa di carnevale mascheratissima a ingresso è gratuito.

Venerdì 28 febbraio si continua con la grande festa in maschera al Caffé Bistrot Palazzo Braschi di Piazza Navona, con un dress code che torna sui set cinematografici della città eterna con Alertone e Nannarella, La Dolce Vita e Vacanze Roma, da reperire anche rivolgetevi all’associazione Romana Voli d’Arte e al suo atelier di abiti d’epoca (tel. 3477518797). 20 Euro con aperitivo a buffet e una consumazione, in parte devoluti alla Galleria Nazionale di Arte Moderna (GNAM) per il progetto “Adotta un quadro”.

Roma sui set cinematografici

Villa Miani (Via Trionfale, 151) con Les Confessions Carnival Party si ispira invece al film in costume “Maria Antonietta” e l’epoca di Luigi XVI nella Francia del Settecento con un dress tutto parrucche e crinoline, new romantic, punk, glam, per ballare in due sale con selezioni rock, indie, pop, revival, house e nu-disco. Ingresso solo in prevendita a 20 Euro.

1780925_10152273475951979_617837241_o

In maschera e scatenata anche il Party firmato Any Given Monday di venerdì allo Spazio Novecento (Piazza Guglielmo Marconi 26/B), con l’eclettico dj Sir Bob Cornelius Rifo, alias “The Bloody Beetroots” mascherato come un lottatore o un super eroe, arrivato secondo al Festival di Sanremo in coppia con Raphael Gualazzi e la canzone “Liberi o no”, alle prese con il suo progetto di musica elettronica, techno e dance fuori dagli schemi.

Il sound e l’atmosfera vintage e ludica dei party dei BORGHETTA STILE si maschera, traveste, trucca e acchitta, venerdì all’ORION LIVE CLUB (Viale Kennedy 52, Ciampino, Roma) con la suo pop dance vintage, Adottaunragazzo.it, Ingresso 10 Euro alla porta, 8 Euro in prevendita.

La Festa in maschera di carnevale al JT Cafè (Via Appia Nuova, 1257) di Capannelle è targato Wondernite e ad alto tasso di Digital reality, con tanto di premiazione alcoliche della miglior maschera, e ingresso riservato, quindi seguite le coordinate del link, digitali pure quelle.

Il Carnival Party al Lanificio 159 (Via di Pietralata 159/A), è un baccanale mascherato che inizia venerdì con serata L-Ektrica e super ospite Eats Everything a 8 Euro, ingrassa il sabato 1° Marzo con EXTRA▼AGANZA WANNABE Edition! a 7 Euro, ma potreste seguire il carrozzone sino al martedì grasso.

Dress code: Pompiere, Ballerina, Cowboy, Astronauta, Principessa, Presidente degli Stati Uniti, Batman, Spice Girls, Archeologo, Veterinaria, Arlecchino, Premio Oscar, El Carnaval de Rio, Giornalista, Calciatore e Velina, Pilota, Poliziotto, Infermiere, Maestra Milf, Colombina, Pagliaccio, Domatore di leoni, Modella, Inventore, Mago, Lottatore di Wrestling, Gullit, Rockstar, Maschere Veneziane, Scienziato pazzo, Miss Italia, Brandon e Brenda/Kelly, Re e Regina, Estetista, Liberace, Cenerentola, Michael Jackson, Madonna, Le ragazze di Non è la Rai, Beyoncè, Super Mario Bros., Sonia di Super 3, Sailor Moon, Cristina D’avena, Yattaman, Uan, Heater Parisi, Che Guevara, Kurt Cobain, EXtc..

Sabato festeggiato al Teatro Brancaccio con un dj set che celebra la Roma decadente di “La grande Bellezza”, tra dandy dei club più alla moda, i politici e politicanti, attori e personaggi dello show-biz italico, al ritmo di selezioni house, electro, rock e indie, a partire da Far l’amore (Bob Sinclair – Raffaella Carrà) nel video che apre la segnalazione.

La grande bellezza di Carnevale a Roma

Festa anche di lunedì 3 marzo con Any Given Monday al QUBE (via di Portonaccio, 212) con il “CARNIVAL – LIKE A STAR“, e ingresso a 5 Euro con drink sino alle 00.30, dopo senza drink.

Il folle martedì grasso festeggiato praticamente da tutti i locali e cunicolo della città, con una mascherina che non cambia identità ma gioca con le altre, il 4 marzo 2014 non lesina La Fiera delle Belve del MICCA Carnival Party, con razze rare d’ogni specie, dagli uomini lupo alle donne gatto, tra bizzarie animalesche, bestie indomabili e freak che amano farsi domare, tutti a caccia della Belva più rara da domare e la maschera più bella da premiare, al ritmo del Dj set di Alessandro Casella ✢ Dandywolly ✢ Sr.Mirkaccio Dettori ✢ Antonio Sorgentone Trio ✢Burlesque Performer ✢Sophie D’Ishtar

In contemporanea con Rio de Janeiro la “Samba Muccao Meravigliao” ideata da Angelo Pellegrino per Muccassassina balla al Qube con il dj di Barcellona Enrico Arghentini. Ballerinedrag queen, Gogo Boys e Mucca Dancers che si esibiranno in avvincenti gare di samba.

Il ROCK & ROLL E REVIVAL DEI FUN CUBE si scatena sino all’alba al Pubalgia (Via Labicana, 29) a ingresso gratuito e dress code come vi pare, anche se sono particolarmente gradite le maschere a tema musicale.

Il Freak Party e Psychedelic Martini, deato da Benedetta Lignani Marchesani, va in scena al Vicolo 88 Clubino tra figli dei fiori e colori fluo, come i cocktail preparati dal barman doc Fabio Cortese e musica anni Settanta mixata dal dj Simone Della Croce.

Naturalmente questa è solo la punta di un iceberg che potete approfondire seguendo i link.

Party di Carnevale 2014 a Roma: mascherati sino a martedì grasso é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:24 di giovedì 27 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Bacarozzo de fero: aguzzate la vista

unnamed (60)

Immagine tipica di Roma. Parcheggio selvaggio a piazza del Parlamento in totale divieto di fermata. Ma ci sono dei particolari “curiosi” da notare…

La scena la conoscete bene. “C’è chi può” lasciare la macchina davanti al Parlamento, dove c’è un bel divieto di fermata. Nei pressi della postazione abbandonata del bike sharing.

Avete visto bene però chi è restato a guardia di uno dei due bacarozzi de fero? Quello rosso? C’è un piccolo barboncino, visibilmente imbarazzato. Per la serie: “parcheggi come un cane”

dog

Se aguzzate ancora meglio la vista, però, c’è un altro personaggio “a guardia” di questo classico spettacolo di educazione civica. Esatto, lì all’edicola spunta un vigile. Per la serie: “controlli come un pizzardone”.

vigile

Bacarozzo de fero: aguzzate la vista é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:09 di giovedì 27 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.