Monthly Archives: January 2014



Maltempo Roma: continua allerta e diluvio, con il Tevere a rischio esondazione

Continua la pioggia e l’allerta maltempo, con attenzione massima per la mattinata di sabato 1 febbraio, per 12-18 ore, e i fiumi a rischio esondazione.

Nella città da apocalisse, e della cartellopoli che non si è fatta mancare il Noah da kolossal americano, e l’arca anfibia dei Vigili del fuoco, mentre il personale sanitario del 118 ha usato il gommone per tirare fuori una donna incinta con le doglie dalla casa allagata in zona Aurelia, il violento nubifragio che si scatena ormai da ore ha costellato la giornata da frane, smottamenti, voragini, quartieri allagati e torrenti a Prima Porta, treni deragliati, metro chiuse e bus sommersi, alberi caduti, gente sui tetti e bloccata a casa, un anziano investito e un impiegato folgorato da una scarica elettrica nell’ufficio allagato, mentre Autostrade per l’Italia ha “sconsigliato” l’accesso a Roma.

Roma Prima Porta allagata - alluvione 31 gen 2014

Roma Prima Porta allagata - alluvione 31 gen 2014

Roma Prima Porta allagata - alluvione 31 gen 2014

L’oscurità non ha portato quiete e mentre la pioggia continua ad allagare strade e case della capitale con quella che i meteorologi definiscono alluvione lampo, la Protezione civile del Campidoglio conferma l’estendersi dell’allerta meteo almeno sino a domani, con attenzione massima per la mattinata di sabato 1 febbraio, per 12-18 ore.

Roma Tevere - alluvione 31 gen 2014

Indipendentemente dall’ilarità che hanno già suscitato i consigli ‘istituzionali’, a tanti romani bloccati dal maltempo, l’unità di crisi del Campidoglio resta attiva per tutto il fine settimana.

Con 90-130 millimetri d’acqua caduti nelle ultime 24 ore a Roma e provincia, quello che inizia seriamente a preoccupare è soprattutto il livello delle acque dei fiumi, monitorato a vista, dopo l’incessante innalzamento dei livelli idrometrici del Tevere a rischio esondazione, l’Aniene già straripato, e l’esondazione del Rio Galeria, che ha sospeso la linea ferroviaria Roma Termini-aeroporto Fiumicino.

Roma Tevere - alluvione 31 gen 2014

Corsi d’acqua gonfi di pioggia e detriti che rischiano di non passare la notte, mentre in parecchi ci auguriamo che dai piani alti chiudano i rubinetti dell’acqua.

Roma Tevere - alluvione 31 gen 2014

Roma Tevere - alluvione 31 gen 2014

Maltempo Roma: continua allerta e diluvio, con il Tevere a rischio esondazione é stato pubblicato su 06blog.it alle 00:00 di sabato 01 febbraio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Roma sotto la pioggia, il fascino veneziano e i consigli istituzionali

roma1

Roma è sotto un nubifragio da diverse ore: la Protezione Civile invita a spostarsi il meno possibile

La “scrollatina” d’acqua che affoga la Capitale da diverse ore sta provocando parecchi disagi un po’ in tutta la città (tutti gli aggiornamenti di Cronaca&Attualità e di 06blog) e, come al solito, scatena una sorta di “panico” generale.

Andando oltre la facile ironia di chi nota come, con la pioggia, l’abilità degli automobilisti crolli drammaticamente, e oltre la comprensibile rabbia di chi si è trovato bloccato dall’acqua (spesso in situazioni molto pericolose), vi proponiamo qui le misure straordinarie messe in piedi dal Comune di Roma.

Sono oramai lontani i tempi in cui il sindaco scendeva in strada, pala in mano e stivali ai piedi, per improvvisarsi spazzaneve o spargitore di sale; ancor più lontani i tempi in cui l’ironia veniva facile quando dopo l’annuncio del diluvio universale ci si imbatteva in primaverili giornate da dedicare al lungomare di Ostia.

alemanno_sale_neve_alemanno_4

alemanno-spala-neve

Con l’avvento del sindaco Ignazio (sotto)Marino sembrano passati i tempi in cui la dimostrazione della propria aitanza autarchica serviva a motivare la città tutta a darsi da fare (mitiche le scene dei SUV con le catene montate per giorni ma con la neve oramai ridotta a poltiglia, altrettanto quelle dei canotti al Circo Massimo), con il centrosinistra nuovamente padrone del Campidoglio si torna ad uno stile più radical chic:

L’ironia che scaturisce da un annuncio del genere la lasciamo alla fantasia del lettore. Intanto su Twitter l’hashtag #apocalypseRome sta letteralmente spopolando, spostando la piazza romana dal quartiere direttamente al digitale, ma conservando quelle caratteristiche di sana romanità che travolgono “er genovese” (il sindaco). Sempre, va detto, con un velo di ironia.

Le scene sono quelle più classiche da sud-est asiatico: tra il tifone nelle Filippine e l’acquazzone nella Capitale l’unica differenza sta nel cognome sui citofoni. Per il resto le immagini sono identiche: persone che si mettono in salvo sui tetti (ma possono mandare una email alla Protezione Civile!!), barricate per difendere il proprio salotto dall’acqua, sommozzatori in cantina, auto sommerse. Gommoni al Circo Massimo.

Per la cronaca: la Protezione Civile invita tutti a limitare gli spostamenti (sopratutto se siete su un tetto).

Forse il nuovo piano mobilità sta tutto qui, tra il Colosseo ed un giro in gondola.

Foto | Salvatore Lanzillotta

Roma sotto la pioggia, il fascino veneziano e i consigli istituzionali é stato pubblicato su 06blog.it alle 13:42 di venerdì 31 gennaio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Frana a Baldo degli Ubaldi, si cercano i dispersi

28042009002

Una frana da una collina ha travolto alcune baracche a Roma, in via Umberto Moricca, una traversa di via Baldo degli Ubaldi, nella zona dell’Aurelio, a causa delle forti piogge.

I vigili del fuoco e la polizia sono impegnati nella ricerca di eventuali feriti ricoperti dal fango e dal terreno. Alcuni testimoni avrebbero riferito di aver sentito delle urla dal luogo dello smottamento.

La zona è molto abitata, proprio dietro San Pietro, in direzione Aurelia. Impressionante la furia dell’acqua.

Tutta Roma è nel panico. Un torrente è esondato a Prima Porta e i residenti nel panico salgono sui tetti. Roma nord è sott’acqua, chiusi alcuni tratti di via Appia e Flaminia. Grandi disagi per chi deve entrare e uscire dalla città.

La Protezione Civile invita tutti i cittadini a “limitare gli spostamenti”. Il Centro funzionale regionale comunica che nelle ultime 24 ore sono cadute a Roma e provincia 90/130 millimetri di acqua, soprattutto nella notte.

Frana a Baldo degli Ubaldi, si cercano i dispersi é stato pubblicato su 06blog.it alle 12:32 di venerdì 31 gennaio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Noah appare a San Pietro

Diluvio universale? Ecco Noah, il cartellone del film, approda verso San Pietro, più precisamente sulla facciata della Chiesa di Santa Maria in Transpontina, in Via della Conciliazione.

Noah, L’epico kolossal di Darren Aronofsky uscirà al cinema solo giovedì 10 aprile 2014 (sempre che vi arriviamo..) ma per la promozione non poteva scegliere periodo migliore. #Noahilfilm diventa già un tormentone sui social.

Schermata 2014-01-31 alle 09.56.52

Così ecco la vera e propria “apparizione” su via della Conciliazione. Sulla facciata mascherata, di Santa Maria in Transpontina.

Noah - San Pietro

Il “nostro” gladiatore Russell Crowe, stavolta sarà Noah, l’uomo scelto da Dio per un compito grandioso prima che un’inondazione apocalittica distrugga il mondo. Con lui anche Jennifer Connelly, Anthony Hopkins, ed Emma Watson.

Noah - San Pietro

Noah - San Pietro

Intanto qui diluvia… E tante sono le colpe che abbiamo collezionato nella storia dell’uomo, per non parlare di quella italiana o romana. Il #GrandeCastigo è iniziato?

noahrondoner

Ci sarà posto sull’arca per qualcuno di noi? Magari da qualcuno che si traveste da “minollo”?

Noah appare a San Pietro é stato pubblicato su 06blog.it alle 09:47 di venerdì 31 gennaio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Maltempo Roma: diluvio da fine del mondo

pioggiaroma1

Diluvia da questa notte. Roma in ginocchio nell’acqua. Dal centro alla periferia, fino al litorale. Traffico in tilt. Chiusa la stazione Lepanto della metro A.

Manca solo Noah, il film ha scelto un ottimo momento per presentarsi a Roma. Il maltempo non da tregua. Disagi soprattutto nell’area a nord di Roma, tra Capena, la Cassia e la Salaria, dove sono stati segnalati allagamenti anche ai piani interrati.

Chiusa la stazione Lepanto Metro A, è stato attivato un bus sostitutivo tra Ottaviano e Flaminio. Chiusa la stazione La Celsa, in direzione Flaminio, sulla ferrovia Roma-Viterbo. I treni transitano senza fermare.

Monitorato il fiume Aniene. Tevere sotto osservazione. Il suo livello alle 5.30 alla stazione di rilevamento di Ripetta era 8,14.

Per allagamento in via Flaminia (sottopasso Gra), la linea 039 è deviata su via Carlo Emery. Dalle 5,30 di questa mattina, la linea 033 non sta effettuando servizio a causa dell’impraticabilità per allagamento di via della Giustiniana, via di Santa Cornelia e via della Riserva di Livia.

Per l’allagamento di via Boccea all’altezza di via della Maglianella, i bus della linea 146 stanno effettuando servizio solo sulla tratta Gemelli/Don Gnocchi.

I tram delle linee 3 e 19 sono limitati a piazza Galeno. I bus sostituiscono il collegamento tra Valle Giulia e piazza Risorgimento.

Litorale romano con strade allagate e conseguenze alla viabilità in diverse località, da Fregene a Fiumicino passando per la Piana del Sole fino ad Ostia, tra Dragoncello ed Acilia, fino alla via del Mare.

Abitazioni allagate, riferiscono dal comando dei vigili urbani di Fiumicino, nella zona di via Trincea delle Frasche all’Isola Sacra e delle Vignole.

Maltempo Roma: diluvio da fine del mondo é stato pubblicato su 06blog.it alle 09:04 di venerdì 31 gennaio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






XVIII edizione Art Cities Exchange

artIl 3 e il 4 febbraio 2014 il Dipartimento Promozione del Turismo e della Moda sarà presente con un suo stand, presso il Palazzo dei Congressi di Roma, alla  XVIII edizione di Art Cities Exchange, il workshop leader per la promozione del turismo artistico- culturale italiano e del Mediterraneo.

 

 

Art Cities Exchange è l’evento B2B sul turismo che punta sull’incontro tra la domanda e l’offerta turistica delle città arte, curando con attenzione la selezione dei buyer internazionali che costituiscono la domanda interessata all’acquisto dei prodotti e servizi offerti dai seller.

 

 

Il workshop vede la partecipazione di importanti e qualificati buyer internazionali che sviluppano, tramite il sistema on line dell’agenda appuntamenti, numerosi incontri con i seller, chiudendo anche contratti durante l’evento.

 

 

Quest’anno, lo stand di Roma Capitale accoglierà i partecipanti a ritmo di swing proiettando il video realizzato dalla compagnia “Swing Circus”.

 

 

Swing Circus” nasce nel 2012 da un gruppo di ragazzi della capitale con una passione comune: la musica swing, ma soprattutto la danza swing, o meglio quel gruppo di balli jazz legati agli anni ’30 e ’40 (Charleston, Lindy Hop, Boogie woogie, Balboa, Shag, Tip Tap, ecc.); balli che da qualche anno il mondo ha riscoperto in una forma più contemporanea.

 

 

Il video realizzato da “Swing Circus” s’intitola I Charleston Roma, una performance di ballerini, appassionati e professionisti, che sta girando il mondo.

 

 

La crew di Swing Circus ha risposto all’appello “I Charleston The World”. In Europa e in America, ballerini hanno danzato nei luoghi significativi e simbolici delle loro città. Tante parti del mondo hanno così mostrato la propria ‘scena vintage’ autoproducendo e mettendo in rete un video che la descrivesse al meglio!

 

 

Il Dipartimento Promozione del Turismo e della Moda ha scelto di proiettare questo video perché esalta Roma in tutto il suo splendore. I ballerini compaiono ai piedi di San Pietro e sulla Scalinata di Piazza di Spagna, arrivano al Colosseo e colorano il Gianicolo, passano per il Circo Massimo fino ad arrivare a Fontana di Trevi, ballano davanti agli Studios di Cinecittà e animano il Ponte della Musica.

 

 

Maggiori informazioni: http://www.artcitiesexchange.it/www.swingcircusroma.wordpress.com



Ecopass anche a Roma? Ecco come funzionerà

Schermata 01-2456688 alle 11.34.33

A Roma si sta studiando un ecopass nell’area del cosiddetto ZTL dell’anello ferroviario. Ecco tutti i dettagli presentati dal piano traffico del comune.

Non è la prima volta che se ne parla. Già nel 2008 era stato proposto.Lo strumento già utilizzato a Milano per limitare l’accesso delle auto al centro, viene ripreso anche dalla giunta Marino, con l’assessore alla mobilità Guido Improta insieme all’assessore all’ambiente Estella Marino.

Roma come Milano quindi: chi entra nell’anello ferroviario paga, anche se sono allo studio tariffe differenziate, un sistema di premiazione per i mezzi meno inquinanti. Ma il principale ammortizzatore per i residenti a Roma sarà quello di un pacchetto di bonus. L’ipotesi è di un pacchetto di 120 ingressi gratuiti annui per i soli residenti a Roma.

L’uso di tale bonus non determinerà un costo per i cittadini. Chi invece non accetterà di modificare i propri comportamenti e prenderà l’auto dal lunedì al venerdì dovrà pagare. Il plafone di crediti per i residenti sarà utilizzabile nei giorni feriali e nelle fasce prestabilite (non sarà un pass per le ztl).

Ci saranno delle deroghe, ovviamente… Quella per persone disabili ma serviranno due bonus per utilizzare l’auto nelle ore di punta. Ci saranno anche degli extra-bonus, 60 per ciascuna auto, per la distribuzione delle merci, per gli organi costituzionali ed enti pubblici o di rilevanza pubblica. Le auto blu insomma.

Gli extra-bonus saranno per i residenti e per i non residenti o potranno usufruirne alcune categorie, per esempio gli artigiani che hanno il laboratorio all’interno dell’anello ferroviario oppure i medici del Servizio sanitario nazionale, le strutture ricettive, alcune attività terziarie.

La condizione per ottenere gli extrabonus sarà però la disponibilità di un posto macchina. Altre eccezioni sono allo studio per favorire il trasporto di più persone in un’unica auto, car pooling o mobility manager aziendale. L’obiettivo è la riduzione dell’inquinamento atmosferico e la diminuzione dei traffico privato nella città storica, che è una precondizione per aumentare la velocità e l’aumento delle corse del trasporto pubblico.

Ecopass anche a Roma? Ecco come funzionerà é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:35 di giovedì 30 gennaio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Giallo a Fiumicino: hostess trovata morta nel suo appartamento

Schermata 01-2456688 alle 10.16.57

Giallo a Fiumicino per la morte di una giovane hostess Alitalia. Il cadavere è stato ritrovato nel bagno della sua abitazione in via Federico Martinengo, sul litorale romano.

Azzurra Matiddi, appena 24 anni, impiegata da tre anni come assistente di terra per Alitalia presso l’aeroporto Leonardo da Vinci, pare non avesse alcun problema di salute.

La salma è stato portata all’obitorio del Verano a disposizione dell’autorità giudiziaria. I carabinieri hanno disposto l’autopsia sul corpo della ragazza per chiarire le cause del decesso. Un primo esame da parte del medico legale ha escluso qualsiasi tipo di violenza. Sarà l’Istituto di Medicina legale del Policlinico Umberto a svelare il mistero della morte.

Gli investigatori hanno confermato che dall’appartamento non sarebbe stato sottratto alcunché, e non sono stati rinvenuti biglietti o messaggi. A trovare il corpo ieri pomeriggio verso le 17 è stata la madre della giovane.

La ragazza era conosciuta nella cittadina portuale, apprezzata simpatia e bellezza. Capelli castani lunghi, le sue foto la ritraggono sempre sorridente. Tante le testimonianze di dolore espresse per una morte che a quest’età lascia sempre senza parole.

Giallo a Fiumicino: hostess trovata morta nel suo appartamento é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:18 di giovedì 30 gennaio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Allerta Meteo su Roma per le prossime 36 ore

Schermata 2014-01-29 alle 11.42.49

Allerta Meteo su Roma per le prossime 24/36 ore. Ecco i numeri di telefono e le informazioni della Protezione Civile.

Ancora un’allerta meteo su Roma. Ormai ci stiamo facendo l’abitudine. Ecco la nota che compare sul sito del comune.

La Protezione Civile di Roma Capitale ha comunicato in una nota che dalla mattinata di oggi, mercoledì 29 gennaio 2014, e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale.

I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità e forti raffiche di vento.

Per chiarimenti, informazioni e richieste di intervento si può chiamare la Sala Operativa h 24 dell’Ufficio Protezione Civile al numero 06-67109200 o al numero verde 800854854.

Consultare anche le pagine del sito della Protezione Civile.

Allerta Meteo su Roma per le prossime 36 ore é stato pubblicato su 06blog.it alle 11:46 di mercoledì 29 gennaio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.






Taxi sharing: la nuova frontiera dei taxi, parliamo con Taxinsieme

Il taxi sharing sta diventando una realtà a Roma. Di cosa si tratta? Ne parliamo con gli ideatori di Taxinsieme.

Ricordate l’articolo sul taxi rosso? Ebbene abbiamo scoperto che il taxi sharing a Roma è effettivamente un realtà possibile, nonché l’obiettivo di Taxinsieme, un’app ed un sito web nati con l’intento di far risparmiare la gente condividendo la spesa del proprio taxi.

unnamed (22)

Taxinsieme è un sito web ma soprattutto un’app per smartphone, un mezzo ancora più facile per ricercare dei “compagni di taxi” risparmiando dovunque vi troviate e sfruttando al massimo la geolocalizzazione.

Un modo di spostarsi che permette di risparmiare, che rispetta l’ambiente e stimola la socialità. Un gruppo di giovani imprenditori ha deciso infatti di coniugare il bisogno crescente di spostarsi in città in modo rapido, efficiente e soprattutto più economico con i vantaggi del social networking (passaparola, scambi di opinioni, richieste di informazioni o semplice desiderio di chiacchierare con gente nuova).

Senza trascurare un fattore sempre più importante nelle grandi città, quello dell’ecosostenibilità. Costi bassi per l’utenza, impatto ambientale contenuto e facilità di utilizzo sono appunto i criteri fondamentali che hanno portato alla nascita di questa iniziativa innovativa.

Il risultato è Taxinsieme, ovvero la possibilità di cercare, trovare e condividere in modo veloce e divertente le “corse” in taxi con altre persone, raggiungendo la stessa meta o mete vicine e dividendone quindi i costi.

Con Taxinsieme si punta ad evitare di spendere cifre altissime per una corsa all’aeroporto, o di arrivare al concerto avendo pagato il taxi molto più del prezzo del biglietto, il tutto in totale sicurezza grazie alla presenza del tassista, a garanzia della qualità di guida e della tutela dei passeggeri.

Abbiamo fatto qualche domanda a Lorenzo Carbone, uno dei tre fondatori di Taxinsieme.

Come è nato il progetto e perché?

Il progetto è nato principalmente grazie a due situazioni concomitanti: la prima è un’esperienza personale vissuta a Milano Linate. Ero in fila in attesa di un taxi circondato da altre cinquanta persone, esperienza tutt’altro che piacevole; in quel frangente mi sono chiesto se ci fosse qualcuno che come me doveva andare verso San Donato, meta che con i mezzi necessita di più di un’ora di percorrenza e con il taxi richiede una ragguardevole somma! La seconda situazione è relativa alla mia precedente esperienza nella creazione della start-up Avacar.it, che concettualmente richiama la realtà di Taxinsieme, essendo basata sul carpooling e sulla condivisione di auto.

Come sta andando? Quali sono gli ostacoli che incontrate, se ci sono?

Il servizio sta raccogliendo feedback molto positivi da parte dell’utenza, così come dalla stampa ma ciò che ci colpisce è soprattutto il riscontro dei tassisti che ci stanno contattando per diventare nostri partner. Gli ostacoli sono insiti nel pregio stesso dell’idea: è innovativa e verte su un concetto nuovo, la gente non è abituata ancora all’idea di condividere un taxi, è quindi necessario fare informazione e sensibilizzare l’utenza; il primo target a cui ci rivolgiamo è infatti composto da coloro che il taxi ad oggi non lo prendono in quanto eccessivamente dispendioso.

Quali sviluppi prevedete nei mesi a seguire?

Contiamo di espanderci nelle varie città servite dai nostri partner taxi, la nostra avventura è partita da Bari, Roma e Milano e già in qualche mese abbiamo raggiunto anche Messina, Catania e Salerno. L’obiettivo è quello di continuare a lavorare sulle funzionalità del nostro servizio così da far evolvere il nostro prodotto, per tale motivo abbiamo le App per Ios e per Android in uscita nelle prossime settimane.

Ma come funziona esattamente? Semplice: chiunque può accedere al sito Taxinsieme o scaricare l’App per smartphone, sia iOs, che Android.

Non c’è obbligo di registrazione ed è possibile inserire la propria “ricerca di corsa in taxi” attraverso parametri di interesse: partenza, destinazione e orario. Dopodiché vengono mostrate le corse compatibili, in ordine di distanza e di intervallo temporale. In questo modo i fruitori possono incontrarsi sul web e decidere se recarsi insieme nel luogo di interesse comune.

Cliccando su ciascuna corsa vengono poi mostrati ulteriori dettagli non trascurabili (numero massimo dei passeggeri, flessibilità di orario, bagagli a bordo, commenti di vario genere) inseriti dall’utente che ha effettuato la corsa in precedenza.

Schermata 2014-01-29 alle 09.50.16

Se l’utente intende condividere la corsa perché compatibile con le sue esigenze, deve a questo punto registrarsi e inviare una richiesta di condivisione tramite un apposito pulsante. I due utenti, però, non possono comunicare via messaggio fino a quando non avviene l’accettazione della richiesta di condivisone.
Una volta accettata la richiesta, ad entrambi i passeggeri (che vengono avvisati tramite una e-mail ed una notifica sul sito) viene scalato un credito tra quelli disponibili e acquistabili sul social Taxinsieme.

Gli utenti da questo momento possono iniziare a chattare nella pagina di dettaglio della corsa o inviarsi messaggi privati al fine di accordarsi e prenotare o un taxi da loro liberamente scelto o un taxi o auto convenzionata con Taxinsieme, che quindi ha il vantaggio di avere la tariffa fissa e la possibilità di prelevare i clienti uno alla volta agli indirizzi indicati.

Alla fine della corsa condivisa l’utente, attraverso l’apposito tab “feedback”, può lasciare il proprio resoconto sulla corsa in modo tale che il prossimo fruitore abbia parametri in più per scegliere o no di dividere con un determinato utente la sua corsa.

Il team dei soci fondatori Taxinsieme.it è giovane ed eterogeno, per raggiungere l’obiettivo di ricoprire tutte le componenti ritenute cruciali per l’implementazione del progetto.

Lorenzo Carbone, 31 anni, ingegnere elettronico. 8 anni di esperienza in multinazionali di consulenza IT e Management Consulting. Appassionato di tecnologia, innovazione e con uno spirito creativo che lo ha portato nel 2011 a fondare una start-up digitale (avacar.it) nell’ambito della mobilità sostenibile e carpooling.

Carlo Garuccio, 31 anni, ingenegnere gestionale, 7 anni di esperienza in multinazionali di consulenza IT e Management Consulting ed attualmente Innovation Manager presso un’importante società in ambito gaming. Anche lui appassionato di temi d’innovazione, pragmatico e metodico. Anche lui ha fondato avacar.it insieme a Lorenzo.

Nicola Claudio Cellamare, 30 anni, 12 anni di esperienza nel settore IT e sviluppo software. Ha fondato diverse start-up in ambito web ed attualmente collabora anche con Groupon per evoluzioni del portale.

Taxi sharing: la nuova frontiera dei taxi, parliamo con Taxinsieme é stato pubblicato su 06blog.it alle 09:40 di mercoledì 29 gennaio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.