Monthly Archives: September 2013



Rome in October: Weather, Events, & Things to Do

Rome's Colosseum shines in the sun.

Rome’s Colosseum shines in the sun.

With the high tourist season in Rome now stretching from May through September, October has turned into one of the best times to visit. It’s true that the temperature will be cooler and you may need an umbrella or rain jacket, but you’ll enjoy the perks of Rome’s shoulder season.

It must be said that Rome is a popular tourist destination year-round, so you shouldn’t expect to arrive in October and have a major Rome attraction like the Pantheon to yourself. You will, however, find that the crowds are distinctly less thick, and the lines significantly shorter to get into the must-see museums, galleries, and monuments. In October, the Italian school year has started back up again, so you may see tour groups of Italian students learning about the history and art of the country they call home.

Shoulder season travel generally means lower prices on things like airfare and accommodation, and that’s true in Italy, too. September used to be the start of shoulder season, but it’s become so popular that you often won’t find prices in Rome dropping until October. Walking tours of Rome won’t fill up as quickly in the shoulder season as they do during the high summer season, either, although it’s still a good idea to book in advance so you don’t miss out on a tour you really want to take.

October weather in Rome definitely feels autumn-like, with cooler days than September and more rain showers. November tends to be the rainiest month, but October is a close second – especially in the latter part of the month. Bring an umbrella, a rain jacket, and shoes that will help keep your feet dry. Inclement weather shouldn’t keep you from enjoying Rome, although you may want to duck into more cafes throughout the day for a coffee or snack for a pick-me-up. Also look for street vendors selling roasted chestnuts – they’re an autumn treat that helps warm your hands, and they’re also delicious.

Some of the things to do in Rome in October include the Feast of Saint Francis of Assisi in early October, the RomaEuropa Festival of the arts throughout the month, and the Rome Jazz Festival starting mid-month. This is usually also when the theater and opera seasons begin, so if you’re inclined toward the arts you can see about getting tickets to a performance. If you’re in Rome over Halloween, you can see what special events are going on – this holiday is catching on in Italy, although it’s more of an excuse for young adults to dress up and go out dancing than anything else.

- Jessica Spiegel

Rome in October: Weather, Events, & Things to Do from Viator Rome



Malagrotta: da città discarica a parco ‘del ricordo’

Malagrotta finalmente chiude, e si prepara a trasformare i miasmi della città discarica di Roma, in fertile concime per il parco dei ‘ricordi’ con il quale Manlio Cerroni ha intenzione di ricordare a tutti quanto dovremmo ringraziarlo.

Dopo anni di proroghe, la città discarica di Malagrotta chiude i battenti ! Il fetore che arriva dall’emergenza e dalla polemica accatastata insieme alla monnezza di Roma è in ogni caso destinato ad appestare l’aria e la polemica ancora a lungo.

Di sicuro non contribuisce a smorzare emergenza, preoccupazioni e toni, la letterina del patron di Malagrotta Manlio Cerroni, inviata a al presidente del Consiglio Enrico Letta, al ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, al commissario per l’emergenza rifiuti Goffredo Sottile, tutti gli enti locali e ai romani, attraverso le testate giornalistiche.

Una lettera che tiene a puntualizzare quanto dovremmo ringraziarlo tutti per aver gestito la città discarica tutto questo tempo, smaltendo ’smaltito’ i rifiuti e le ‘zozzerie’ di Roma sin dagli ‘80, con notevole risparmio per tutti? Testualmente:

“La discarica di Malagrotta ha rappresentato la fortuna e la salvezza di Roma con benefici economici per la cittadinanza di circa 2 miliardi di euro”.

L’operato encomiabile di uno dei tanti imprenditori in missione per conto del signore che ha a cuore solo il nostro bene, ricordato

“oggi ai romani, domani ai posteri e dopo domani ai ‘marziani’ con una stele in travertino che sarà collocata all’ingresso di Malagrotta in occasione di un open-day.

“la realizzazione del capping che impegnerà 1.200.000 metri cubi di materiali inerti, 600 mila metri cubi di argilla e 1.200.000 metri cubi di terreno vegetale e che vedrà la messa a dimora di oltre 340mila piante per realizzare il parco naturale”.

… inizia da domani, per trasformare l’area in parco nel giro di 4-5 anni. La gestione post-operativa durerà almeno 30 anni e cioè fino al 1 ottobre 2043, mentre rimane da capire dove finiranno i rifiuti trattati negli impianti Tmb che operano nei pressi del sito e futuro parco, e che diamine di destino è riservato a Falcognano, scelta come nuovo sito per sostituire in parte Malagrotta.

Il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, infatti non ha ancora firmato il decreto per la discarica di Falcognana, rimandato all’esito di alcuni approfondimenti e passaggi necessari prima della firma, mentre i comitati no-discarica contrari alla scelta per ovvie ragion, e tutti coloro che li sostengono, dalle 18: 00 di oggi tornano di nuovo in corteo nei quartieri di Spregamore, Santa Maria delle Mole, Castel di Leva e Porta Medaglia, decisi a portare avanti la protesta che si trascina da mesi.

Malagrotta: da città discarica a parco 'del ricordo' é stato pubblicato su 06blog.it alle 16:40 di lunedì 30 settembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










EurHop Beer Festival al Salone delle fontane di Roma

La capitale della Birra ospita 3 giorni di baccanali ad alto tasso di ambrosia naturale, con EurHop Beer Festival, al Salone delle Fontane dell’Eur, dal 18 al 20 ottobre 2013.

Iniziate a preparare il palato al delizioso retrogusto amarognolo, e la bocca alle dolci carezze frizzanti, perché l’ottobrata romana promette di dissetare tutti con l’EurHop Beer Festival, la tre giorni al baffo di schiuma ad alto tasso di birre artigianali, ospitata al Salone delle Fontane dell’Eur.

40 Mastri Birrai, provenienti da 9 paesi a tradizione birraria, italiani e stranieri, accuratamente selezionati dagli intenditori dello storico pub romano Ma Che Siete Venuti a Fà, promettono chicche e novità da degustare con 200 birre rigorosamente artigianali.

Maestri italiani che annoverano Amiata, Bi-Du, Birra del Borgo, Birra Perugia, Birra Stavio, Birrificio dell’Aspide, Birrificio del Ducato, Birrificio Hibu, Birrificio Italiano, Birrificio Lambrate, Birrificio Lariano, Birrificio Pontino, Birrificio Rurale, Brewfist, Cerevisia Vetus, Croce di Malto, Extraomnes, Foglie d’Erba, Loverbeer, Maltovivo, Menaresta, Montegioco, Retorto, Toccalmatto, insieme agli stranieri Beer Here (DEN), Brasserie Cantillon (BEL), Brasserie le Paradis (FRA), Crooked Stave (USA), De La Senne (BEL), De Struise (BEL), Freigeist (GER), Fritz Ale (GER), Hopcraft (ENG), Magic Rock (ENG), Marina Cervesa Artesana (SPA), Pleine Lune (FRA), Prairie (USA), Raw Brewing (ENG), Siren Craft Brew (ENG), Steel City Brewing (ENG).

Esperienze ‘mistiche’, da gustare in solitaria, con gli amici e le preziose considerazione da intenditore condivise dal celebre beer taster Lorenzo “Kuaska” Dabove, live in diretta sul maxischermo, con i gomiti poggiati su banconi lunghi 45 metri. Occhio solo a dove lanciate i boccali che vi danno all’entrata da tenere nella taschina celebrativa, fornita insieme ad una guida delle birre in degustazione.
 
L’ingresso giornaliero alla manifestazione organizzato dalla Publigiovane, ha il costo di 6 euro, ma se fate l’abbonamento per i 3 giorni, con 15 euro vi concedete parecchi ‘assaggi’.

Via | Facebook

EurHop Beer Festival al Salone delle fontane di Roma é stato pubblicato su 06blog.it alle 13:20 di lunedì 30 settembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










“8 strade e 1/2″ portano l’atmosfera circense felliniana a Ponte Milvio

Domenica 13 ottobre 2013, 8 strade e ½ portano l’arte di strada e l’atmosfera circense felliniana a Ponte Milvio.

Venghino siori venghino … sta arrivando Zampanò e Mirkaccio (nella foto), tra trampolieri metropolitani e artisti del monociclo, clown buffi e maschere del quotidiano pronte a far ridere grandi e piccini.

Venghino nella Ponte Milvio che sperimenta al pedonalizzazione, a vent’anni dalla scomparsa di Federico Fellini, e quasi 50 dalle atmosfere circensi da Oscar di 8 ½, perché 8 strade e ½ sono pronte ad animare le esistenze urbane, grazie al contributo di quarantacinque musicisti, attori e artisti di strada , al ritmo della della fanfara e della musica di Nino Rota.

Un amarcord felliniano organizzato dall’Associazione Cult. Movimento Comico per uno dei spettacoli di piazza nel XV Municipio di Roma, che domenica 13 ottobre a partire dalle ore 15.30, trasforma Ponte Milvio e il piazzale antistante la Torretta Valadier in un grande parco zeppo di giocolieri e funamboli, maghi e contorsionisti, fachiri e mangiafuoco, pagliacci e saltimbanchi.

Via | Facebook

"8 strade e 1/2" portano l'atmosfera circense felliniana a Ponte Milvio é stato pubblicato su 06blog.it alle 12:03 di lunedì 30 settembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










La Tana della Lupa: Sesto senso

La Roma vince ancora. E siamo a sei. Strapazza il Bologna e conserva il primato da record. Quassù gira quasi la testa.

Ora dovremo chiamarlo anche l’uomo della pioggia. Perché Rudi Garcia indovina anche il tempo, meteo. Questa volta la Roma parte a razzo e chiude i giochi dopo circa 25 minuti.

Poi nella ripresa amministra e si diverte sotto un diluvio torrenziale. Re della serata è Gervinho, la sorpresa più accattivante di questa ‘nuova’ Roma.


Doppietta di classe, galoppate di razza. Il ragazzo ripaga tutta la fiducia del suo, nostro mister, mentre intorno il resto della macchina gira perfettamente. Perfino troppo.


Difesa monumentale (che segna pure). Centrocampo alla Liedholm. La palla è sempre fra i piedi dei nostri, che poi quando attaccano sembrano quasi in contropiede.

Ovviamente ora cominceranno anche le partite più toste, a cominciare dalla prossima a Milano. Ma aver fatto legna con le piccole è fondamentale per la meta finale. Che resta l’Europa. Senza vertigini.

voti e pagelle

De Sanctis 6,5 Fino a metà ripresa fa stretching. Quindi si mostra sicuro bloccando sotto l’acqua un violento destro da fuori di Christodulopoulos. Quindi resta attento su qualche guizzo, e richiama sempre la difesa a restare concentrata. 0 gol a fine gara è il voto che gli interessa di più.

Torosidis 6.5 Sono molto contento di rivederlo. Giocatore fondamentale per garantire rosa decente alla squadra. Infatti si mostra subito pronto alla chiamata di Garcia.

Benatia 7,5 Ormai a Roma è già “il bello e la bestia”. Potenza, tempo, velocità, posizione. Gol, e che gol! E dire che lacrimavamo tutti per l’addio di Marcos…

Castan 7 Non sbaglia nulla. Sovrasta il suo povero dirimpettaio.

Balzaretti 8 Stavolta mi alzo in piedi e batto le mani. La migliore partita da quando sei a Roma. Federì, ma allora bastava solo sbloccarsi col derby? Non erano problemi fisici. Sei ovunque, non sbagli un cross, cerchi il gol di classe. Cosa significa l’affetto dei tifosi.

Pjanic 7 A parte la punizia bomba per il primo gol di Florenzi, c’è tutto il repertorio di visione di gioco, controllo, difesa e ripartenza del motore in mezzo al campo della Roma. il genio.

De Rossi 7 Il collante tra difesa e centrocampo. Arpiona palloni, raddoppia dove serve, mette calma in apnea, ci prova da fuori. Praticamente il futuro di Daniele (capitano tra 10 anni). Come lo vedeva Capello. E probabilmente anche Luis Enrique. La colla.

Strootman 7 Era l’anello che mancava lì in mezzo. L’uomo duro che prende falli e sbroglia i grovigli, offrendo anche palloni perfetti alle punte. Con gli altri due qui sopra produce il centrocampo delle tre meraviglie. La pratica. Esce per Taddei 6,5 c’è e si fa le sue sgroppate

Florenzi 7 Il 2 a 0 è figlio suo. Tap in e ripartenza. Già per questo potrebbe tirare i remi in barca. Mentre si sbatte fino alla fine. Esce per Borriello 6 ancora un po’ sfortunato. Arriverà il tuo momento.

Francesco Totti 6.5 Fosse un altro giocatore prendeva 7,5. Due assist al bacio dei suoi. Ricama e si fa trovare sempre. Ma voleva tanto quel gol candelina che se lo mangia davvero. #Nuntepreoccupà

Gervinho 8 La spina del fianco di un Bologna imbabolato che resta ad ammirarlo mentre lui fa sfracelli. Poteva farne anche altri due, ma quei due sono di una bellezza unica. A Roma prevedo un pazzesco aumento di corvine parrucche alla bob marley. Scommettiamo? Esce per Ljajic 6.5 Sempre un po’ egoista, ma se lo può permettere. Classe immensa. Manco Totti ci credeva.

Garcia 9 L’uomo della pioggia. Ora vediamo come se la cava col fuoco.


La Tana della Lupa: Sesto senso é stato pubblicato su 06blog.it alle 09:54 di lunedì 30 settembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










Atac: deviazione mobilità dal 30 settembre al 6 ottobre 2013 con sciopero

Tra cantieri vecchi e nuovi, un nuovo sciopero del trasporto pubblico, questa prima settimana di ottobre, torna on the road con la mobilità della capitale, e tutto quello che devia e altera la viabilità, aggiornato da lunedì 30 settembre a domenica 6 ottobre 2013.

Con il nuovo parcheggio sul lato di Pietralata inaugurato alla Stazione Tiburtina, la stazione della metropolitana Termini-Vodafone passata al rosso sponsor, l’orario invernale dei trasporti e il calendario dei cantieri che ereditiamo dalla scorsa settimana, arricchito con i nuovi che trovati segnalati di seguito, ci mettiamo in viaggio per questa prima settimana di ottobre.

Martedì 1° ottobre ci aspetta un nuovo sciopero del trasporto pubblico, che mette a rischio i mezzi gestiti da Atac e una società del gruppo Roma Tpl, disattivando i varchi Ztl del centro e di Trastevere. Tutti i destagli e gli orari sono già segnalati qui.

Dallo scorso 11 settembre i mercoledì dedicati alle udienze papali, ereditano anche la riduzione dei permessi giornalieri di tipo B/C per l’accesso dei bus turistici alla ZTL1, limitata a 300 unità, mentre l’udienza di questa settimana preannuncia anche rallentamenti in zona San Pietro, tra le 10:30 e le 14 l’udienza di Papa Francesco a San Pietro, con possibili chiusure nell’area circostante la Basilica.

Questo mercoledì si manifesta anche a piazza Gandhi all’Eur per l’anniversario della nascita del Mahatma Gandhi, con possibili rallentamenti per i bus della linea 771.

domenica, come di consueto nei giorni festivi, tra le 9 e le 19, torna completamente pedonale via dei Fori Imperiali, deviando le linne linee bus 75, 80, 85, 87 e 175. Stessa cosa su parte di via del Corso, mentre le linee 81, 590 e 628 dirette verso piazza Venezia, invece di percorrere via del Corso deviano per via Monte Brianzo, corso Rinascimento e largo Argentina.

Per chi era fuori nel fine settimana, da sabato 28 settembre, le linee 85, 409, 657, 671 e 765 tornano a fare capolinea davanti alla stazione Arco di Travertino della metro A, mentre viene sospeso il collegamento della circolare 661, e vengono disattivati i capolinea provvisori di via Rocca di Papa  (per la linea 85), via dei Colli Albani  (per le linee linee 409 e 671) e via Collepardo  (per le linee 657 e 765).

Chi pensa di restare impunito transitando non autorizzati sulle corsie preferenziali, dovrebbero fare attenzione alle telecamere controllano, che tutti i giorni, 24 ore su 24, controllano quelle di via Nazionale, via dell’Amba Aradam, via Nomentana, via Ostiense, via Aurelia, via del Tritone, via di Santa Maria in Cosmedin, circonvallazione Cornelia e via Catania.

Le istruzioni per navigare gratis anche in tram, al capolinea o alla fermata con AtacWiF, le trovate in questa segnalazione dedicata.

E’ attivo il nuovo capolinea Cotral alla stazione Tiburtina, nell’area degli stalli gestiti dalla Tibus, a poche decine di metri dal vecchio capolinea. Dal Terminal di Tiburtina partono le corse del trasporto pubblico extraurbano che collegano Roma a Rieti, a Monterotondo e a Palombara Sabina. L’area è dotata di sistema di videosorveglianza, punto ristoro, servizi igienici e sala d’attesa. I mezzi Cotral prendono servizio dagli stalli compresi dal 7 all’11. A disposizione dei viaggiatori un pannello elettronico riepilogativo degli orari di partenza, con aggiornamenti in tempo reale anche su eventuali variazioni. Le informazioni sono anche disponibili, via web e smartphone.

Tra il già segnalato che conviene ricordare ci sono poi i nuovi autovelox in funzione sulle strade.

Stessa cosa per le deviazioni del trasporto pubblico e la mappa della nuova viabilità, determinata dall’apertura del cantiere in piazzale Ippolito per la Stazione Amba Aradam / Ipponio della Linea C della Metropolitana di Roma, che ha appena slittato a giugno 2014 l’apertura del tratto Da Pantano a Centocelle.

Sino al 14 dicembre resta attivo anche il nuovo orario regionale per i treni gestiti da Trenitalia, FL1 (Orte-Roma-Fiumicino Aeroporto), Fl2 (Roma Tiburtina-Tivoli/Arezzo), FL3 (Roma Ostiense-Cesano/Viterbo), FL5 (Roma-Civitavecchia), FL6 (Roma-Cassino), FL7 (Roma-Minturno), oltre al collegamento Orte-Viterbo, qui tutti i dettagli.

Google Transit, disponibile su Google Maps per computer e dispositivo mobile, fornisce un’ottimo strumento per spostarsi nella capitale, calcolando in modo semplice, rapido e gratuito, percorsi, orari, tempi di transito e dettagli degli spostamenti con bus, tram, metro e ferrovie regionali di Roma.

Tutte le modifiche apportate alla viabilità di piazza dei Cinquecento con la chiusura dei cantieri per il rinnovo del Nodo di Termini, ovvero il punto di scambio nevralgico della linea A e B della rete metropolitana di Roma, sono nella segnalazione dedicata (link sul nome).

Da mercoledì 10 aprile i possessori delle nuove Metrebus Card Red possono pagare l’abbonamento Atac Roma – ordinario, annuale e mensile, personale e impersonale – presso gli oltre 1100 sportelli bancomat UniCredit di Roma e Provincia, senza costi aggiuntivi, anche con carta bancomat di altri istituti bancari.

Sul fronte dei cantieri

GRA: lavori di rifacimento del manto stradale delle rampe di accesso al Gra dello svincolo Aurelia,
– dalle ore 22.00 di lunedì 30 settembre alle ore 5.30 di martedì 1 ottobre chiudono la rampa che dalla complanare esterna del GRA immette sulla strada statale 1 “Via Aurelia” in direzione Civitavecchia;
– dalle ore 22.00 di martedì 1 ottobre alle ore 5.30 di mercoledì 2 ottobre sarà chiusa la rampa che dalla complanare esterna del GRA immette sulla strada statale 1 “Via Aurelia” in direzione Roma Centro.

LA RUSTICA: lavori Acea in via Vertunni deviano su percorsi alternativi le linee 447 e 543, da lunedì 30 settembre.

PRENESTINA: i lavori di sostituzione di oltre 300 metri di binari tramviari, due scambi e 6 incroci di rotaia, all’altezza dell’incrocio tra via Prenestina e via Giacomo Bresadola, sino all’8 ottobre, in due fasi, chiudono strade, sostituendo parzialmente con bus navetta il servizio delle linee tramviarie 5, 14 e 19.

- dal 28 settembre al 4 ottobre, chiude la corsia dei tram, nel tratto di Prenestina compreso tra via Tor de’ Schiavi e via Collatina, in entrambi i sensi di marcia;
dal 5 all’8 ottobre, riapre la prima e chiude la carreggiata di via Prenestina, nel tratto e direzione che da via Tor de’ Schiavi giunge a via Bresadola.

TER CERVARA: lavori Telecom in via di Tor Cervara, angolo via Raffaele Costi, rischiano di rallentare le linee 437 e 447, sino al 2 ottobre.

POLICLINICO: il rifacimento del manto stradale in viale dell’Università, devia le linee 310 e 649, in entrambe le direzioni, da Castro Pretorio in via Pretoriano, via Gobetti, via delle Scienze, dal 23 settembre al 4 ottobre, dalle ore 20 al termine del servizio.

GROTTAROSSA: da lunedì 23 settembre, partono i lavori di sistemazione di marciapiedi e manto stradale su tratti di via di Grottarossa, da via Castiglione in Teverina alla strada di Fondovalle, per i prossimi 10 giorni, dalle 10 alle 16, per non creare disagi all’entrata e uscita delle scuole, ma rischiano lo stesso di causare disagi alla viabilità della zona.

BRAVETTA: lavori in zona Bravetta rischiano di causare rallentamenti alle linee 808 e 889, sino al 9 ottobre.

MAGLIANA: lavori in via della Magliana, all’altezza dei civici 221 e 223, rischiano di rallentare in bus della linea 775, sino all’11 ottobre.

PONTE NENNI: i lavori di ammodernamento della metro A, che continuano a chiudere al traffico veicolare Ponte Nenni, sono stati prorogati al 30 novembre solo in orario notturno, dalle ore 22 alle 5, solo nel lato di lungotevere Michelangelo e senza alcuna interruzione per il servizio della metro A.

VILLA PAMPHILI: lavori in via di Villa Pamphili, avanzano di circa 50 metri, altezza civico 75/E, la fermata della linea 710.

CAMILLUCCIA: lavori di rifacimento del manto stradale tra via Trionfale e via Edmondo De Amicis, dispongono il divieto di parcheggio su via della Camilluccia, sino al 30 settembre.

CORSO TRIESTE: Lavori in viale Eritrea, in direzione piazza Annibaliano/corso Trieste, arretrano la fermata bus Eritrea/Sant’Emerenziana all’altezza del civico 7, mentre la fermata Eritrea/via lago di Lesina resta temporaneamente soppressa.

A24: nel piano di realizzazione delle complanari per l’autostrada, gli interventi necessari alla ricostruzione del cavalcavia dell’A24, tra il civico 256 di via di Tor Cervara e piazza della Cervelletta, le linee 075, 437 e 447 deviano su via Raffaele Costi e via Tallone, sino alla fine di novembre.

APPIA ANTICA: un cedimento del muro di recinzione in via Appia Antica, ha arretrato di circa 20 metri la fermata N°71331 delle linee 118 e 218, all’altezza del civico 45.

PIETRALATA: lavori in via Giuseppe Caraci, altezza civico 36, deviano la linea 445 in direzione XXI Aprile, da via Monti di Pietralata per via Rodolfo Lanciani. In direzione via Curioni, i bus proseguono per via dei Monti di Pietralata, mentre la fermata 78199 è temporaneamente soppressa.

TRIONFALE: da lunedì 29 iniziano i lavori per per fluidificare il traffico, aumentare l’accessibilità e abbattere le barriere architettoniche nella zona di via Trionfale, con due interventi della durata di 5 mesi su via Trionfale e via Eugenio di Mattei, di 6 mesi su via della Pineta Sacchetti, qui in dettaglio.

VIA SALARIA: lavori alla rete fognaria in via Salaria, altezza Salita della Marcigliana, spingono la linea 302 a proseguire su via Salaria senza effettuare le fermate all’interno del quartiere di Settebagni.

LA RUSTICA: lavori in corso spostano temporaneamente il capolinea delle linee 447 e 543 di via Vertunni, sulla stessa via all’altezza dell’impianto di fermata 75040 (fermata Vertunni/Salcito), poco dopo l’incrocio con via Salcito, e da lunedì 17 giugno deviano il percorso di 8 corse della linea 447, tra via Atanasio Soldati, via Fortunato Depero e via Luigi Russolo, garantendo il collegamento con la stazione ferroviaria ‘La Rustica’ della linea FL2. Direzione Vertunni deviano le corse delle ore 7.32-8.00-8.22. In direzione Rebibbia deviano le corse delle ore 14.04-14.38-16.37-17.13-17.31

DUE PONTI: Ripristinata la viabilità su via Ischia di Castro nei due sensi di marcia, tra via Sinisi e largo Sperlonga. Il cantiere per completare il sistema fognario lungo via Due Ponti avanza in corrispondenza di largo Sperlonga-nuova strada di Fondovalle. Senso unico di marcia su via di Fondovalle per i veicoli provenienti da via Grottarossa in direzione Due Ponti. Nuove modifiche alla viabilità per le linee 220, 301, 224, 221F nei giorni festivi. 

NUOVO SALARIO: a causa dei lavori nel piazzale della stazione Nuovo Salario, le linee di bus 88, 92 e 690 non transitano di fronte alla stazione; la linea 335 sposta temporaneamente la fermata di capolinea dal piazzale della stazione a largo Marliana; la linea 308 è stata invece trasformata in una circolare con capolinea unico ‘Marmorale’. In direzione ‘Nuovo Salario’ quindi, segue il percorso abituale sino a via Comano altezza via Molazzana, poi percorre via Molazzana, inverte la marcia su via Minucciano e quindi transita di nuovo su via Molazzana e via Comano, da dove riprende il percorso abituale verso via Vincenzo Marmorale.

METRO: Il cantiere per il prolungamento della linea B1, nel tratto da Conca d’Oro a viale Jonio, dopo l’estrazione della talpa scavatrice del tunnel tra via di Val Melaina e via delle Isole Curzolane, ha liberato le sedi ristrette dal cantiere, in via Val Melaina, da via delle Isole Curzolane a via Gran Paradiso, e via delle Isole Curzolane, da via Val Melaina a via di Monte Favino, fluidificando la viabilità di zona, riaprendo via di Monte Messico, dalla svolta a sinistra su via delle Isole Curzolane, e ripristinando dove possibile il ripristino dei percorsi delle linee di bus 336 e 338, deviate dallo scorso agosto.

Dal 1 novembre la Z.T.L. Anello Ferroviario ha esteso il divieto di accesso all’interno della fascia verde della città, a tutti gli autoveicoli a benzina Euro 1 e diesel Euro 2, i ciclomotori e motoveicoli a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi Euro 1, con deroghe per residenti e in parte per i ciclomotori, comunque liberi di circolare durante i giorni di sabato, domenica e festivi.

Nelle stazioni della metro, i convogli continuano ad essere in ritardo, in riparazione, in sciopero o fuori servizio, ma fornite di notiziari multilingue, trasmesso in inglese, francese, spagnolo e cinese, ogni ogni 30 minuti, dalle 6.30 alle 19.30, sugli schermi disseminati ovunque.

I 4 km della Nomentana bis, finanziata da Palazzo Valentini con circa 20 milioni di euro, che collega la localita’ di Capobianco (Rm) a Tor Lupara (Fonte Nuova), quando non chiude, continua ad alleggerire il traffico dei quartieri di Parco Azzurro, Colleverde e Torlupara.

La chiusura del varco di via Casilina all’altezza di via Romolo Balzani e la contemporanea apertura di un nuovo varco carrabile posto all’altezza di via della Primavera, continua a cambiare l’itinerario delle linee 542F (in entrambe le direzioni) e 558 (per i soli bus provenienti da via di Torre Maura). Il nuovo passaggio lascia comunque aperto l’attraversamento pedonale all’altezza di via Balzani, a servizio della vicina fermata sulla ferrovia Termini-Giardinetti, presto fornita di tornelli anti evasione.

Cambiamenti e adeguamenti di orario e percorso delle linee

Per migliorare il servizio di trasporto pubblico nella zona di Monte del Marmo, e creare uno scambio tra le linee 908 e 992, da giovedì 12 settembre sono attivate due nuove fermate in via Monte del Marmo per le linee 908 e 992, con le fermate poco prima e poco dopo la rotatoria di via Casal del Marmo.

Dal 28 luglio lungo via Tuscolana diventano attive cinque nuove fermate per la linea 507 festiva, su impianti già esistenti, ovvero la Tuscolana/Anile nel percorso di andata e ritorno, Tuscolana/Tuscolana Vecchia, e presso le fermate nei pressi di via dell’Acqua Acetosa e all’altezza del civico 100.

Da giugno, in via sperimentale, la linea bus 762 è stata trasformata in una circolare con capolinea unico in piazzale dell’Agricoltura. Il capolinea di via Arcidiacono resta come fermata, e cambiano alcuni orari pur restando invariate la prima e l’ultima partenza da piazzale dell’Agricoltura.

Dal 25 aprile 2013, la linea bus 910 effettua una piccola variazione di percorso per effettuare una nuova fermata in corrispondenza dell’ingresso del Bioparco, in via Saverio Mercadante (35 metri dopo lo sbocco di via Giacomo Carissimi), e in viale Gioacchino Rossini (50 metri prima di via Ulisse Aldrovandi) per il senso inverso, operativa tutti i sabato, domenica e festivi.

Il percorso da piazza dei Cinquecento resta invariato fino a via Giovanni Paisiello, dopo avere percorso viale Luigi Einaudi, via Piemonte, via Giacomo Puccini e via Pinciana. Da via Paisiello i mezzi percorrono viale Gioacchino Rossini, via Saverio Mercadante, via Giacomo Carissimi e tornano su via Paisiello. Da lì itinerario invariato attraverso via Antonio Bertoloni, via Francesco Siacci, via Giovanni Antonelli, via del Sacro Cuore di Maria, viale Maresciallo Pilsudski, via Pietro de Coubertin, via Flaminia, viale del Vignola, piazza Melozzo da Forlì, via Giovanni Paolo Pannini, Lungotevere Thaon di Revel, piazza Antonio Mancini.

Il percorso da piazza Antonio Mancini resta invariato e si snoda lungo viale Pinturicchio, via Giovanni Paolo Pannini, viale del Vignola, viale Tiziano, via Pietro de Coubertin, via Guidubaldo Del Monte, via Domenico Chelini, via Giovanni Antonelli, via Francesco Siacci, viale Gioacchino Rossini, via Saverio Mercadante, via Pinciana, via Po, via Quintino Sella, via XX Settembre, via Vittorio Emanuele Orlando, via delle Terme di Diocleziano, piazza dei Cinquecento.

Un’iniziativa per incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico anche nel tempo libero, che contempla anche uno sconto di 1,50 euro per i possessori di un biglietto metro/bus obliterato nel corso della giornata, fino al 30 settembre, mentre lo sconto sempre valido arriva a 2,50 euro per i possessori di abbonamento annuale metrebus, e 2 euro per i possessori di abbonamento mensile.

Dal 14 giungo arriva in strada una nuova fermata per la linea bus 63, su via Roberto Rossellini, altezza via di Casal Boccone.

Lunedì 3 giugno ha debuttato con lo sciopero la nuova circolare 662, in strada per collegare la zona di Quarto Miglio con la Asl di via Cartagine (capolinea), due fermate su via del Quadraro, tre su via Annia Regilla e su via al Quarto Miglio, una su via San Pier d’Alcantara, due su via San Tarcisio e via Selinunte e una sull’Appia Nuova, dal lunedì al venerdì, dalle 7 (da via Cartagine, capolinea unico) alle 18 ogni 30 minuti, il sabato dalle 7 alle 13.

Da lunedì 27 maggio, la linea 088 RomaTpl diretta a Casaletto, potenzia il servizio nella fascia 7.00 – 9.00 e sull’intero percorso tra le 12 e le 16.30, agevolando lo spostamento degli studenti.

Da lunedì 20 maggio, il capolinea della 231 si sposta da via Sergio Leone, che resta una semplice fermata, in piazzale delle Muse, mentre all’Eur, per le linee 31, 762, 763, 764, 765, C7, C8, n2 e n21, viene soppressa la fermata di viale dell’Aeronautica, posta a 35 metri prima di piazzale Douhet.

Da lunedì 13 maggio, dal lunedì al venerdì, la linea 058 aggiunge alle alle 14:07 una corsa deviata scolastica in più, da via Birolli per via Petiti.

Da lunedì 6 maggio arriva in strada nei giorni feriali la nuova linea 731, per collegare i quartieri di Spinaceto e Vallerano al quartiere Trigoria e al Campus Biomedico. Linea con capolinea in via degli Eroi di Rodi (prima e ultima corsa ore 6:20 e 19:10) e in via Alessandrini, prima e ultima corsa ore 7 e 19:40) con una frequenza di 40 minuti dalle 6:20 alle 9:40, poi di 60 minuti.

Inoltre da lunedì 6 maggio il percorso della linea 705 non effettua più le corse limitate del giovedì, la linea 223 prolunga le corse al piazzale del Verano, transitando per piazza Ungheria, viale Liegi, viale Regina Margherita, viale Regina Elena e via Cesare De Lollis. Prima corda dai capolinea alle 5.30, ultima alle 24, per migliorare i collegamenti tra le zone di La Storta e le zone dell’Università La Sapienza e del Policlinico Umberto I.

Nello stesso giorno il capolinea della linea 071 (stazione Eur Fermi della Metro B – Trigoria) torna da viale Luigi Chiarini in via Buster Keaton, disattivando le fermate “Vallerano/Del Portillo” e “Chiarini/Keaton, mentre quello della linea 722 di sposta in via Gustavo D’Arpe per servire il Centro Anziani, deviando il percorso per via Vallerano, anticipando la prima corsa alle ore 5:30 e posticipando l’ultima alle ore 22:30, dal lunedì alla domenica.

Da lunedì 6 maggio, ogni settimana dal lunedì al venerdì alle 14:07, la linea 058 aggiunge una corsa deviata scolastica da via Birolli per via Petiti.

Lunedì 29 aprile arriva in strada la nuova linea bus 721 circolare, che mette in collegamento diretto le zone di Cecchignola Sud, Fonte Meravigliosa, Colle di Mezzo e Vigna Murata con la stazione Laurentina della Metro B. I mezzi saranno su strada, nei feriali, dal lunedì al sabato: prima corsa alle ore 6, ultima alle 21.10

La linea 721, circolare con capolinea unico in piazza del Castello della Cecchignola, gestita dalla società Roma Tpl, entra in servizio con una frequenza delle corse di 20 minuti; 35 minuti il sabato, lungo un percorso che ferma in via Abigaille Zanetta, via Margaret Mead, via Giovanni Kobler, via della Cecchignola, via Riccardo Forster, via Tommaso Arcidiacono, via Stefano Gradi, via di Vigna Murata, via del Colle di Mezzo, via Pio Emanuelli e viale Luca Gaurico.

Da lunedì 29 aprile cambiano orario e/o percorso anche le linee 117, 168 e 119.

la linea 117, anticipa l’inizio del servizio dal capolinea di via del Corso/piazza del Popolo, con una corsa aggiuntiva alle 7:30, dal lunedì al venerdì.

La linea 168 anticipa di 30’ le corse da piazzale della Farnesina, dal lunedì al venerdì, spostando gli orari delle partenze alle 15, 16 e 17.

La linea 119 modifica il percorso, nei giorni feriali e festivi, per collegare piazza Cavour alla zona del Tridente. Dal capolinea di piazza del Popolo, i minibus della linea seguono l’itinerario abituale sino a largo Goldoni, per poi percorrere via Tomacelli, Ponte Cavour, via Vittoria Colonna, piazza Cavour, via Tacito, via Cassiodoro, via Cicerone, piazza Cavour, via Vittoria Colonna, Ponte Cavour, via Tomacelli, largo Goldoni, via del Corso, piazza Venezia, via del Plebiscito. Da qui la linea segue l’itinerario abituale sino a piazza del Popolo.

Il sabato e i giorni prefestivi, dalle 15 alle 20, la pedonalizzazione della zona di via del Corso/via Tomacelli, costringono invece i bus della linea 119 a seguire il percorso su via del Tritone, via Due Macelli, via delle Convertite, via del Corso, via del Plebiscito, Torre Argentina, piazza Venezia, di nuovo via del Corso e via del Tritone.

Da lunedì 15 la linea 271 si dota di temporanea fermata N°72017 in piazzale della Farnesina, 100 metri dopo via Volpi.

Nella notte tra domenica e lunedì 8 aprile, la linea N11 modifica il percorso, non transitando più in via Induno e via di Porta Portese. Prendete nota per non aspettarla invano.

Da lunedì 8 aprile, la linea 027 posticipa la partenza delle 13:55 alle 14, da Borgo Ticino per via Rivoli, spostando la corsa da via Rivoli per Borgo Ticino dalle 14:24 alle 14:29.

A partire dalla notte tra il 2 e il 3 aprile, cambiano infatti anche gli orari delle linee notturne n14 Candoni/Trastevere e n16 Magliana/stazione di Trastevere, per sincronizzare le partenze delle linee con quelle della n8 Casaletto/Termini.

Da lunedì 25 marzo la linea 46B che collega il Centro con Torrevecchia, da via Andrea Barbato a via Paola, e nei vestivi con la fermata della metro A Cornelia, estende l’orario di servizio di un’ora, fissando l’ultima partenza dai capolinea a mezzanotte.

A partire dal 23 marzo, cambiano gli orari delle corse scolastiche del sabato della linea 765, cancellando le corse deviate limitate delle 12,59 e delle 14,03 da piazzale dell’Agricoltura per via Grotte d’Arcaccio e anticipando alle 12:13 quella delle 13:31, mentre arriva alle 12:45 la corsa normale da piazzale dell’Agricoltura per Arco di Travertino.

Da lunedì 18 marzo arretra temporaneamente a piazza Benedetto Cairoli il capolinea del tram 8 del Centro storico, per avviare nei prossimi giorni i lavori per la realizzazione dell’area pedonale nella parte antistante il Teatro Argentina, mentre prosegue il cantiere per il completamento del nuovo tracciato della tranvia lungo via Florida e via delle Botteghe Oscure.

Da domenica 17 marzo, la linea 150 Express, attiva domenica e festivi da via di Rocca Cencia a viale Washingtondue, ha nuove fermate in via temporanea, su via Prenestina all’altezza di via del Maggiolino.

Da martedì 12 marzo, arrivano due nuove fermate per la linea bus 708, entrambe in via Armando Brasini, all’altezza del sottopasso Manlio Cavalli.

A partire dalla notte tra domenica 10 e lunedì 11 marzo, diventa definitiva la deviazione di percorso della n10 su via Labicana, piazza del Colosseo e via Celio Vibenna, con nuova fermata su piazza del Colosseo, mentre viene soppressa quella su piazza Celimontana.

Da lunedì 4 marzo, le linee Cotral (trasporto extra-urbano) dirette verso Monterotondo e Rieti, sulla direttrice della Salaria, sopprimono le fermate in piazza Gondar e viale Etiopia, all’altezza del civico 15, in direzione della stazione Tiburtina e la fermata in viale Somalia, all’altezza del civico 247, in direzione della Salaria.

Da lunedì 4 marzo cambiano orario le linee bus 720, 339, 271, 60:

La linea 720, circolare con capolinea sul piazzale della Stazione Metro Laurentina,su richiesta dell’istituto De Pinedo (Municipio XI), anticipa la partenza delle 8 alle 7:50 e posticipa quella delle 13:08 alle 13:13, quella delle 14:48 alle 14:55.

La linea 339, circolare che transita nei pressi della stazione ferroviaria Nuovo Salario, nei giorni feriali anticipa alle 5:57 la partenza delle 6:02, per sincronizzare il servizio con gli orari del treno diretto a Fiumicino.

La linea 271, ha nuovi orari nei giorni feriali e il sabato, a seguito del ripristino del percorso sulla corsia centrale di via Ostiense e lo spostamento del capolinea lungo l’attuale percorso, da via Antonino di san Giuliano a via Giuseppe Volpi.

La linea 60 segue il nuovo orario feriale invernale, lasciando invariate la prima ed ultima partenza dai capolinea.

Da lunedì 25 febbraio la linea 33 intensifica le corse per agevorale gli spostamenti degli studenti di Monteverde che frequentano le scuole di Bravetta. Dal capolinea di via Montalcini, le corse saranno alle 6,55 e alle 7,55, mentre dal capolinea di Capasso le corse saranno alle 13,45 e alle 14,45. Al sabato, da Capasso prevista solo una corsa alle 13,35, mentre dal capolinea di Montalcini le partenze saranno sempre alle 6,55 e alle 7,55.

Con l’istituzione delle corse scolastiche sulla linea 33, la 786 continuerà comunque ad effettuare le seguenti partenze dedicate agli istituti: da piazza Flavio Biondo, dal lunedì al sabato, alle 7,10. Da via dei Capasso, dal lunedì al venerdì alle 13 e alle 14,08; il sabato alle 13,05. 

Da lunedì 11 febbraio, la linea 506 gestita da Atac, devia su via Tuscolana per servire la zona di Vermicino, con capolinea invariati a piazzale stazione Metro Anagnina e piazzale del Policlinico Tor Vergata, mentre la linea 775 gestita da Roma Tpl, devia per servire i residenti di via Affogalasino e via dei Martuzzi (Portuense), e garantire il raggiungimento dell’Istituto Comprensivo Antonio Gramsci di via Affogalasino. On line i percorsi di andata e ritorno.

Nel quadrante Est della Capitale, Ponte di Nona da lunedì 4 febbraio inaugura la nuova linea 05 della Roma Tpl, un collegamento circolare a servizio della zona di via Luigi Crocco, tutti i giorni, dalle 6 alle 21, con capolinea unico in via Enrico Forlananini, e passaggio in via Colonnetti, via Grappelli, via Capetti, tre fermate su via Conti, via D’Ascanio e via Caltagirone. prima di fare ritorno su via Colonnetti e via Forlanini. 

Da lunedì 4 febbraio modifica gli orari di partenza da largo Preneste, anche la linea 113, anticipandole alle ore 16.50 e 17.50

Dal 28 gennaio la linea 042 effettua due corse deviate per le scuole di via Massa San Giuliano e via Picciano, per l’entrata a scuola, la corsa parte da via di San Vittorino alle 7:30; in uscita, la partenza è da via delle Cerquete alle 13:20 (il sabato alle 12:20).

Da lunedì 21 gennaio, le corse della linea 043 (via di Salone-stazione Ponte Mammolo della Metro B), si rimodula per offrire corse ad inntervalli di 6 minuti negli orari di punta, ein sintonia con gli orari delle linee 040 e 041, a servizio delle zone periferiche intorno alla via Tiburtina (Tor Cervara, Settecamini, Setteville).

Dal 14 gennaio arrivano novità per i bus della linea 042, che dal lunedì al venerdì, nei feriali, anticipa la prima corsa dalle 6:05 alle 5:30, per consentire agli utenti di arrivare alla stazione di Lunghezza in tempo per prendere il treno FR2 in partenza per Roma alle 6.10.

Sempre dal 14 gennaio la linea 501, nei feriali dal lunedì al venerdì, aggiunge invece una corsa dal capolinea di via di Rocca Cencia, tra le 5:45 e le 6:30.

Da martedì 8 gennaio, su richiesta dell’istituto Livia Bottardi, la linea 058 estende anche al martedì e giovedì la corsa scolastica delle 14:05, che da via Birolli raggiunge via Raimondi passando per via Petiti. Stessa cosa per le corse delle 14:05 e 14:10 della linea 112, da via Petiti per largo Preneste. Di conseguenza vengono soppresse le corse scolastiche del martedì e giovedì, delle ore 15:05 e 15:10 della linea 058 e 112.

Da lunedì 7 gennaio, la linea 700, che collega l’istituto dermatologico San Gallicano con la stazione Eur Fermi della metro B, viene potenziata nei giorni feriali con l’inserimento di una ulteriore vettura nel programma di esercizio, riducendo l’intervallo tra le partenze dei mezzi da 20 a 15 minuti, nella fascia oraria compresa tra le 6.40 e le 12. 

Sempre da lunedì 7 gennaio, vengono rimodulati gli orari di partenza della linea 93 che serve gli abitanti di Castel Giubileo e Serpentara fino al capolinea della Metro B1 a Conca d’Oro.

Alla strada e i marciapiedi nuovi in cantiere su via Ripetta e le relative deviazioni abbiamo già dedicato una segnalazione, stessa cosa per il grande ritorno dei tram della linea 3 tra Piramide e Valle Giulia.

La ‘nuova Piazza San Silvestro Pedonale’ ha inaugurato la nuova mappa della viabilità della zona, mentre all’Eur è ancora chiusa al traffico la corsia laterale di viale Cristoforo Colombo, nel tratto compreso tra viale America e viale Europa. Le linee 070, 071, 072, 700, 705, 706, 709, provenienti dalla stazione Eur Fermi, sono deviate su viale America e viale dell’Arte. Le linee non fermano in viale Europa e viale Boston; istituita una fermata in viale America, in prossimità di viale Boston.

I pregi e difetti della nuova Tangenziale Est si sommano a quelli della Vecchia Tangenziale Est che gli corre parallela e i provvedimenti per il contenimento dell’inquinamento acustico continuano a chiudere tutte le notti, tra le 23 e le 6, a tutti i veicoli privati a due, tre e quattro ruote, nei tratti tra Nomentana e Tiburtina e tra largo Passamonti e viale Castrense.

A questo proposito per evitare multe per divieto di transito vale la pena di fare di ricordare che ‘Passamonti-Castrense’ è presidiato da telecamere poste in viale Castrense all’altezza via Acireale, via Prenestina all’altezza via Colleoni, largo Passamonti all’altezza viale dello Scalo di San Lorenzo e circonvallazione Tiburtina, all’altezza dello svincolo per viale dello Scalo di San Lorenzo.

A tutti ricordo inoltre, che on line sul sito di Atac trovate l’elenco dei presidi sulle corsie riservate dove si concentrerà principalmente l’attività degli ausiliari Atac e Roma TPL.

Per il resto, come al solito, invito tutti a seguire gli aggiornamenti di ora in ora, contribuendo con le proprie info ed ‘esperienze sul mezzo’, sempre tanto preziose.

FoTo | Flickr

Atac: deviazione mobilità dal 30 settembre al 6 ottobre 2013 con sciopero é stato pubblicato su 06blog.it alle 08:00 di lunedì 30 settembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










Basilica dei SS. Ambrogio e Carlo

Roma S Carlo al Corso 04La Basilica dei Ss. Ambrogio e Carlo, è la chiesa nazionale dei lombardi residenti a Roma. Tutto iniziò quando Papa Sisto IV approvò la fondazione della Confraternita dei Lombardi, molto numerosi a Roma, e decise anche di dare a loro, come sede, la Chiesa di San Nicola (o Niccolò) de Toffo in Campo Marzio. Due secoli dopo l’ edificio venne demolito e nel 1612  venne edificato l’ attuale edificio, progettato dall’architetto, Onorio Martino Longhi. Rispetto alla precedente chiesa quattrocentesca, ci sono delle particolarità come la presenza di un deambulatorio anulare dietro l’altare maggiore (un corridoio tipico dell’architettura sacra gotica) ma unico  nell’architettura sacra a Roma. E’ proprio dietro l’altare che si conserva  la reliquia del cuore di San Carlo,all’interno di un prezioso reliquiario. La conclusione dell’edificio  fu opera dell’architetto Pietro da Cortona, che disegnò la cupola e progettò la decorazione in stucco della volta centrale . La grande navata centrale è affiancata da due navate laterali con volte a botte affrescate e decorate, mentre  le cappelle laterali sono abbastanza arretrate nelle navate. Nella Volta della navata centrale l’affresco di Giacinto Brandi raffigura “La caduta degli angeli ribelli“.La pala dell’altare maggiore è opera di Carlo Maratta:“Gloria dei Ss. Ambrogio e Carlo (1690)”, ai lati dell’altare maggiore due pulpiti, quasi a significare l’assegnazione ad ognuno dei due santi titolari della chiesa. Nella prima cappella a sinistra va menzionata la pala con San Barnaba del pittore Pier Francesco Mola. Infine, Fernando Mario Paonessa ha realizzato due rilevanti opere scultoree, la “Via Crucis”, collocata in modo da guardare verso la navata centrale, ed il “Consummatum Est” in bronzo, nonchè le due piccole acquasantiere sempre in bronzo collocate all’interno delle  grandi  in marmo poste ai lati della navata centrale. All’interno dell’edificio si trova un piccolo gioiello (L’oratorio di Sant’Ambrogio), sull’altare è presente una magnifica scultura realizzata da un unico blocco di marmo “il Cristo deposto dalla Croce”, di Tommaso della Porta, le due Sibille ai  lati, e le pitture erano parte di Perino del Vaga, e parte di Taddeo Zuccheri. Nei sotterranei della basilica si trova la suggestiva cripta (raramente aperta al pubblico),sotto la quale si trova un piccolo laghetto sotterraneo.

Via del Corso 437 Roma

 



LunEur di Roma: dal parco meccanico più antico d’Italia al Baby Park

Uno sguardo alla ruota panoramica del LunEur, il parco meccanico più antico d’Italia, pronto a trasformarsi in Baby Park nel 2014.

La ruota panoramica che si staglia all’orizzonte di Roma Sud, resta uno dei simboli del parco meccanico più antico d’Italia, per un po’ anche uno dei più grandi in Europa, dove per mezzo secolo generazioni di grandi e piccoli hanno sbirciato il mondo dall’alto e a velocità vertiginose, attraversando tunnel dell’orrore e labirinti di cristallo, percorrendo i binari della fantasia con il Treno delle Miniere, il Lideur Boats e il vecchio Nessie (il mostro di Lochness) intorno al laghetto.

L’infanzia agitata con brio da Tagadà, seggiolini volanti, vecchi galeoni dei pirati, e flipper, salita fino all’Himalaya e restata nell’oblio con la chiusura del parco, da tempo in procinto di riaprire come baby Park (da 0 a 12 anni) per le famiglie delle migliaia di congressisti attesi nell’Eur in cantiere con Nuvole di Fuksas, acquari sotterraneitorri giardino e case di vetro.

Una lunga storia nata nel luglio del 1953 con una Fiera dell’Agricoltura, e il nome di LunEur scelto da un referendum, per un parco che non è restato al passo con i tempi e gli interessi imprenditoriali, e dopo catene umane in piazza, interrogazioni parlamentari, contenziosi, cause, raccolte firme, e il bando vinto da Cinecittà Enterteinement, si prepara a riaprire conservando del vecchio parco solo il nome, e forse qualche vecchia attrazione, ristrutturata per mantenere il fil rouge tra il vecchio e il nuovo, dopo l’anteprima (a quanto pare abusiva) presentata nell’area antistante l’Auditorium Parco della Musica.

Il luogo delle meraviglie della nostra infanzia, chiuso dal prefetto nel 2008 per garantire la messa in sicurezza della zona, dove Pinocchio impiccato sulla Quercia Grande, e le giostre ricoperte di erbacce, restano nello stato di completo abbandono che si può scorgere on line grazie ai contributi di video, fotografie e suggestivi sgorbi quotidiani, in parte segnalati anche sulla pagina social di Ridateci il LunEur, il gruppo che si batte per la conservazione di parco e vecchie atmosfere, mentre per il passato possiamo ormai affidarci solo alla memoria e tributi nostalgici.

Dal gruppo Riapriamo il Luneur creato dai fruitori del parco, che conta quasi 3800 persone tra sub conduttori e nostalgici che si battono per conservare l’atmosfera vintage e sentimentale del LunEur, parte anche una nuova petizione a caccia di sostenitori, ospitata dalla piattaforma Firmiamo.it.

A quanti piacerebbe portare i propri figli dove giocava, volava e sognava grandi avventure da piccolo? Un luogo conservato come un pezzetto di storia di questa città eterna, immolata al ricordo ovunque, anche dove è più la spesa che l’impresa, soprattutto se come adulti, genitori o educatori in generale, non allevate i piccoli all’era digitale tenendoli connessi tutto il giorno, o solo buoni con i giochini sul telefonino di mamma e papà.

Pensate forse che i turisti che passano per Roma, si lascerebbero scappare l’opportunità di fare un viaggetto ludico nella storia, soprattutto dopo aver inserito l’amena attrazione, opportunamente ben presentata, nei pacchetti dei tour operator?

Di fatto, a margine dell’inaugurazione della nuova strada che collega i quartieri Laurentino e Ferratella, il presidente del IX Municipio, Andrea Santoro, si è pronunciato anche sulle future sorti del LunEur romano, incapace di reggere il confronto con il Rainbow MagicLand di Valmontone e quello in cantiere a Castel Romano.

«La ruota tornerà a girare. Abbiamo effettuato un sopralluogo: finalmente sono ripartiti i lavori partendo dalla messa in sicurezza e dall’impiantistica. In questi giorni stiamo, inoltre, vedendo come interagire con i vecchi concessionari. Cambierà molto perché sarà un parco differente da quello che era: avrà un taglio per i bambini da zero a 12 anni. Resteranno alcune giostre storiche ma cambierà la concezione del parco». «La notizia è che c’è una data di fine lavori, ovvero primavera 2014 ridando così l’area alla città».

La ruota panoramica dell’Eur tornerà quindi a girare, se non altro per non privare lo skyline della capitale italiana di un simbolo così caratteristico, anche se per il momento è il caso di rimandare la constatazioni di somiglianza con quella del famoso Wurstelprater che svetta nel Prater viennese sin dal 1897, capace di rinnovarsi nel corso del tempo, integrando vecchie e nostalgiche attrazioni con mutate esigenze e progressi, o con quella del Luna Park di Coney Island, risorto in un area diversa, per giunta grazie agli italiani, il cui ricordo resta immutato ormai sono in cult movie come I guerrieri della notte di Walter Hill, e progetti fotografici.

Foto | Wikipedia

LunEur di Roma: dal parco meccanico più antico d’Italia al Baby Park é stato pubblicato su 06blog.it alle 14:30 di domenica 29 settembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










Ponte Milvio pedonalizza la via dei locali contro la movida: referendino?

Nella capitale da pedonalizzare ben oltre i Fori Imperiali, Ponte Milvio sperimenta la pedonalizzazione, l’opposizione propone un referendino, noi un semplice sondaggio favorevoli o contrari?.

L’estate volge al termine ma le scorribande della movida a Ponte Milvio sono per tutte le stagioni, e visto che la Zona a Traffico Limitato non sembra essere stata in grado di frenarne le intemperanze, il Municipio XV passa alla pedonalizzazione.

Per tenere sotto controllo ordine pubblico e viabilità, il mese di settembre, forse anche ottobre, sarà quindi il banco prova della sperimentazione che rende via Flaminia pedonale fino a via Riano, la via che concentra la maggior parte dei locali, con quel Piazzale di Ponte Milvio al centro degli spostamenti di abitanti e avventori della zona.

Un processo che punta a risolvere il problema della Movida integrando l’intervento con cittadini e parti interessate per il Vicepresidente del XV Municipio Alessandro Cozza, e l’Assessore alla Mobilita’ Elisa Paris.

“Siamo consapevoli del fatto che si tratti di una sperimentazione e che sia quindi necessario testarla sul campo, ma siamo sicuri che attraverso il tavolo di concertazione, che si occuperà inoltre del Piano di Massima Occupabilita’ e di una riforma strutturale, si riuscirà ad arrivare ad una soluzione definitiva sulla questione movida a Ponte Milvio. Ascoltare i pareri e le opinioni dei cittadini e delle parti interessate costituirà l’elemento portante del nostro modus operandi”

Mentre settembre volge al termine, dall’opposizione, il consigliere del Municipio XV Dario Antoniozzi, Cristiano Pasero e Riccardo Corsetto, portavoce L’Unico per il Territorio, propongono anche una sorta di referendino, per raccogliere le opinioni dei cittadini in merito ad pedonalizzazione che ritengono imposta da sindaco e giunta di sinistra

“senza chiedere il parere dei cittadini e dei commercianti, e senza proporre gli adeguamenti strutturali in termini di viabilità, mobilità e parcheggio.”

L’appuntamento è fissato per giovedì 3 ottobre, in piazza di Ponte Milvio, angolo Via Flaminia, tra le ore 10.00 e le 13.00, e le ore 16.00 e 19.00. Per chi manca il doppio appuntamento, il giornale online L’Unico, edito e diretto dallo stesso Corsetto, ha già messo a disposizione sulla sua homepage un sondaggio telematico nel quale esprimere il proprio parere.

L’occasione è propizia per un sondaggio tra favorevoli e contrari alla Pedonalizzazione di Ponte Milvio.

Foto 1 | Flickr
Foto 2 | L’Unico

Ponte Milvio pedonalizza la via dei locali contro la movida: referendino? é stato pubblicato su 06blog.it alle 10:25 di domenica 29 settembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.










Geyser marino emerge durante sondaggi per il porto commerciale di Fiumicino

Una nuova fuoriuscita di gas è emersa a Fiumicino con un geyser marino a circa 100 metri dalla costa, che sembrerebbe della stessa origine vulcanica di quello emerso a via Coccia di Morto.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia è tornato a Fiumicino, richiamato da una nuova fuoriuscita sospetta di gas dal sottosuolo, questa volta avvistata in mare, a circa 100 metri dalla costa, dove l’autorità portuale sta effettuando dei sondaggi a circa 40 metri di profondità per la realizzazione del porto commerciale.

Il sopralluogo in mare, effettuato con la Capitaneria di Porto e il sindaco del Comune di Fiumicino, Esterino Montino, sembra aver rivelato delle similitudini con l’origine delle prime esalazioni di gas sospette emerse in via Coccia di Morto durante l’estate, attribuite ad un piccolo vulcano..

“Gli esperti – ha dichiarato Montino – ci dicono che questo geyser è simile a quello trovato a via Coccia di Morto: è una fuoriuscita di anidride carbonica al 90-95%. Gli scienziati stanno facendo tutte le campionature e le analisi del caso, ma credo che non ci sia una grande differenza con il precedente. Anche a livello di profondità non c’è differenza con la sacca di gas trovata a via Coccia di Morto. In ogni caso, una volta ottenuti i risultati scientifici, anche qui faremo un intervento di chiusura.
Come concordato, sarà Italgas a effettuare l’intervento di ripristino del foro a Coccia di Morto, mentre in quest’altro caso, i costi saranno a carico dell’impresa che stava effettuando i carotaggi per il porto commerciale.
C’è da dire che quello sul sottosuolo di Fiumicino era un dato già conosciuto, fenomeni di questa natura c’erano stati nel 2010 e, ancora, nei decenni precedenti. Non è un caso che la Terza Università, sulla base di un affidamento dato dalla Regione Lazio, ha potuto fare una campionatura di oltre 600 piccoli sondaggi in tutta l’area di Fiumicino e Isola Sacra, grazie ai quali si è visto che anche lì, nel sottosuolo, ci sono queste sacche di gas”.

Via | Facebook Comune di Fiumicino
Video | Facebook

Geyser marino emerge durante sondaggi per il porto commerciale di Fiumicino é stato pubblicato su 06blog.it alle 09:53 di sabato 28 settembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.